CANTONE
05.05.15 - 14:110
Aggiornamento : 10.01.18 - 10:20

Istituto di previdenza, il 2014 un'ottimo anno

BELLINZONA - Il 2014 è stato il secondo anno del nuovo regime previdenziale in primato dei contributi e del periodo di risanamento che dovrà portare l’Istituto di previdenza del Cantone Ticino (IPCT) a raggiungere almeno il grado di copertura dell’85% entro il 2051. L’anno trascorso è da considerare molto positivo poiché il grado di copertura raggiunto a fine 2014 (68.72%) è superiore a quanto previsto dal piano di risanamento (66.1%) e questo grazie al rendimento (8.16%) conseguito dal patrimonio. Per di più il grado di copertura del 68.72% è stato raggiunto dopo l’attribuzione supplementare di 150 milioni di franchi alla riserva per la riduzione del tasso tecnico.

Il 12 giugno 2014 conformemente alle regole di alternanza alla Presidenza del Consiglio di Amministrazione (CdA) tra rappresentanti degli assicurati e del datore di lavoro, il sig. G. M. Tattarletti è stato designato Presidente del CdA a partire dal 1° luglio 2014 rilevando la carica dalla signora L. Sadis, la quale è stata nominata Vicepresidente. L’organizzazione dell’Istituto e le risorse umane sono pure stati dei temi che hanno occupato sia il CdA che la Direzione, sia per quanto riguarda la presa diretta a carico dell’IPCT di determinati servizi che precedentemente erano svolti dall’Amministrazione cantonale (gestione del personale e stipendi), sia per la ricerca di una qualificata figura a cui affidare la funzione chiave di Capo dell’Ufficio previdenza e amministrazione visto che, il Vicedirettore A. Massera, attuale Capo dell’Ufficio previdenza e amministrazione, passerà, meritatamente, al beneficio della pensione nel corso del 2015.

Per quanto riguarda la gestione del patrimonio l’IPCT nel 2014 ha conseguito un rendimento dell’8.16% che rappresenta il terzo miglior risultato degli ultimi venti anni. La rinuncia da parte della Banca nazionale svizzera di sostenere la soglia minima di CHF 1.20 del corso di cambio EUR/CHF è stata ampiamente recuperata nei mesi di febbraio e marzo. Per il futuro desta preoccupazione il rendimento delle obbligazioni che sarà molto basso.

In totale nel 2014 i nuovi pensionamenti sono stati 497, 463 nel 2013. L’aumento netto dei beneficiari di rendita è stato di 342; il totale dei beneficiari di rendita ha così raggiunto le 7'661 unità. Gli assicurati attivi sono aumentati di 194 unità raggiungendo a fine anno il totale di 15'128. I pensionati, in questi anni, crescono quindi molto più rapidamente degli assicurati attivi. Nella seduta del 6 dicembre 2013 il CdA ha fissato per il 2014 il tasso di remunerazione degli averi di vecchiaia degli assicurati attivi all’1.75%, tasso corrispondente al tasso minimo LPP fissato dal Consiglio federale per il 2014.

L’IPCT con l’1.1.2013 oltre alle misure di risanamento ha pure ridotto dal 4% al 3.5% il tasso tecnico utilizzato per il calcolo della riserva matematica a copertura degli impegni verso i pensionati. Per l’IPCT il costo di questa riduzione è dell’ordine di CHF 300 mio. Nell’ambito della chiusura dei conti 2013 il CdA, seguendo le raccomandazioni del perito, aveva deciso di costituire sull’arco di sette anni la riserva necessaria per finanziare la diminuzione del tasso tecnico. Grazie allo straordinario risultato della gestione del patrimonio 2014 si è palesata la possibilità di attribuire a questa riserva ulteriori CHF 150 mio. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LAVENA PONTE TRESA
4 ore
Non riesci nei tuoi studi? Puoi attaccarti al tram
Da qualche mese l’Istituto Fogazzaro ha aperto una “filiale” italiana, il Centro Atlante, a due passi dal confine e dal trenino FLP. Altro nome, stessa preside. Lo scopo: garantirsi un piano B
LUGANO
6 ore
La lettera della vittima in aula: «Non sono più tua figlia. Addio, papà».
Maria Galliani, legale della giovane abusata dalla "coppia horror" del Bellinzonese, racconta il presente della sua assistita: «A 17 anni si è ritrovata sola. Ora sta lottando»
VIDEO
GRANCIA
7 ore
Scairolo, acqua marrone e «odore di vernice»
La situazione segnalata da un lettore. L'Ufficio della gestione dei rischi ambientali e del suolo: «Verificheremo»
LUGANO
7 ore
«Stava giocando ai lego e i genitori l'hanno chiamato mentre facevano sesso»
Al processo contro la coppia del Bellinzonese che abusava dei figli, parla l'avvocato del ragazzo: «Ancora oggi il mio assistito è legato a mamma e papà»
LUGANO
8 ore
«Faccio fatica a definire genitori queste due persone»
Processo contro la coppia horror del Bellinzonese: la procuratrice pubblica Marisa Alfier chiede una pena di 15 anni di carcere per l'uomo e di 14 anni e 6 mesi per l'ormai ex moglie
VIDEO
GAMBAROGNO
9 ore
L’inferno alle 7 di mattina: al lavoro coi nervi a pezzi
Chiuso il nucleo di Quartino. Tutto il traffico si riversa sulla strada cantonale. Il test video di Tio/20minuti. E la rabbia degli automobilisti: «Vergognoso»
LOCARNO
10 ore
Delta Resort: «Il Municipio di Locarno fa il necessario?»
Interpellanza di Pier Mellini al Municipio sul suo operato e sull’ordine di vigilare affinché gli appartamento non siano utilizzati come residenza
CANTONE
11 ore
La rivelazione shock del padre: «Toccarmi con mia figlia era diventata un'esclusiva»
Processo alla coppia dell'orrore. Il 50enne, che abbelliva i filmati hard con effetti speciali e colonne sonore, gioca a nascondino col giudice. Intanto emerge che la madre era gelosa della ragazza
FOTO E VIDEO
CHIASSO
12 ore
Tamponamento in via Rampa, conducente ferita
L'incidente è avvenuto attorno alle 10 di questa mattina. Sul posto soccorsi e polizia
LUGANO
13 ore
«I nostri figli in quei momenti erano oggetti al servizio della coppia»
Si apre il processo nei confronti dei due genitori del Bellinzonese che per anni avrebbero abusato sessualmente dei loro ragazzi. Filmando spesso le folli gesta. Ammissioni shock da parte della mamma
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile