TICINO
23.10.09 - 11:270
Aggiornamento : 13.11.14 - 02:30

Scudo fiscale, l'UDC: "Basta permessi di lavoro ai frontalieri"

L'UDC Ticino chiede al Consiglio federale ritorsioni nei confronti dell'Italia in reazione alla "campagna denigratoria dell'Italia nei confronti della Svizzera"

BELLINZONA - Un postulato in cui si invia il Consiglio federale a esaminare l'introduzione di misure di ritorsione contro l'Italia. Entra in azione l'UDC ticinese che annuncia la deposizione in Parlamento in occasione della prossima sessione autunnale di novembre la proposta di:

- Non più accordare nuove autorizzazioni di soggiorno o di lavoro ai frontalieri italiani e agli Italiani che cercano lavoro in Svizzera fino a quando l’Italia non adempia rapidamente e in maniera non burocratica ai  suoi obblighi derivanti dall’accordo di Dublino;   

- Ridurre il ristorno fiscale proveniente dal reddito dei frontalieri (il Ticino ristorna oggi il 40% all’Italia, mentre i Grigioni restituiscono soltanto il 12,5% all’Austria) oppure sospendere totalmente questi  versamenti fino a quando l’Italia non rinuncerà alle sue misure intimidatorie alla frontiera;  

- Esigere che l’Italia si impegni chiaramente con la  Svizzera a garantire il collegamento a sud della trasversale alpina e  presenti delle soluzioni concrete.”

L'UDC non tollera quella che considera una "campagna denigratoria dell'Italia nei confronti della Svizzera che nuoce all'economie ticinese con delle misure inaccettabili".

"È la terza  amnistia fiscale che il governo italiano decreta dal 2001, invece di finalmente ridurre la  pressione fiscale nel suo paese,  come d’altronde lo stesso Giulio Tremonti aveva preconizzato nel suo libro pubblicato nel 1989.

"Il Ticino, per contro, - scrive l'UDC - sopporta gli ingenti costi sociali e la forte disoccupazione (4,8% nel settembre 2009), risultanti in particolare dalla crescente presenza di frontalieri italiani (44’000) e di cittadini italiani che si sono stabiliti in Ticino grazie alla libera circolazione delle persone. Anche nel settore del transito alpino delle merci, si constata che la Svizzera mantiene sempre i suoi impegni, mentre che l’Italia ricambia la Svizzera con promesse. Secondo le indicazioni delle autorità  elvetiche, notevoli problemi si pongono con l’Italia anche per quanto concerne la riammissione dei richiedenti l’asilo conformemente all’accordo di Dublino. L’Italia non si dimostra per nulla cooperativa nei  noi confronti. Questo atteggiamento esige delle contromisure".
 

TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
MEZZOVICO
4 ore

Centra la rotonda e si ribalta sul tetto

Un conducente proveniente dalla Spagna ha perso il controllo della sua Citroen all'entrata di Mezzovico questa sera. Nell'incidente ha riportato ferite apparentemente non troppo gravi

LUGANO
5 ore

Festeggia il compleanno al bowling: gli rubano tutti i regali

Singolare furto in uno dei più noti locali ricreativi del Luganese. La mamma del bimbo: «Video sorveglianza scadente». La replica: «Non siamo baby sitter»

CANTONE
7 ore

Solo qualche pioggia all'orizzonte

Prosegue questa tendenza a giornate miti e sostanzialmente prive di precipitazioni, a parte una parentesi tra martedì e mercoledì

FOTO VIDEO E SONDAGGIO
LUGANO
9 ore

"Lugano migliore", scoppia la polemica

Piazza Riforma negata al corteo: critiche ai municipali per la loro politica poco ecologista

FOTO E VIDEO
BREGGIA
9 ore

Il sole bacia la sagra della castagna di Caneggio

Con 40 espositori e 20 artigiani, la piccola frazione della Valle di Muggio ha accolto oggi diverse centinaia di visitatori all'interno di una ventina di corti storiche

FOTO E VIDEO
BLENIO
10 ore

L'auto esce dal posteggio, il centauro vola a terra

Sul posto i soccorritori di Tre Valli Soccorso e la Polizia

FOTOGALLERY
CANTONE
13 ore

Ecco chi sono i 9 migliori apprendisti ticinesi

Incoronati i campioni ai TicinoSkills 2019. Una sessantina i partecipanti nelle competizioni in programma. Ed ora si vola ai campionati nazionali SwissSkills 2020

CANTONE
15 ore

Lugano Airport, il "salvatore" è un cavaliere dell'impero?

Il privato interessato allo scalo luganese avrebbe un nome, è l'ex Ceo di L’Oréal

FOTO
LUGANO
1 gior

Il mercato delle cipolle non è solo a Berna

Tante persone hanno partecipato quest'oggi al tradizionale evento autunnale svoltosi in Piazza Manzoni a Lugano

FOTO E VIDEO
BELLINZONA
1 gior

Oltre 200 persone per la pace in Siria: «Fermiamo Erdogan»

La manifestazione, svoltasi nella calma e senza incidenti di rilievo, è andata in scena questo pomeriggio nelle strade della capitale: «Ci opponiamo all'aggressione immotivata al popolo curdo»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile