CHIASSO
09.03.09 - 07:290
Aggiornamento : 08.11.14 - 08:05

Gran Premio di ciclismo dell’Insubria, auto svizzera sequestrata in dogana

CHIASSO - Un'auto svizzera, in servizio nell’ambito del Gran Premio di ciclismo dell’Insubria è stata sequestrata durante il fine settimana a cavallo tra febbraio e marzo alla dogana italiana, in quanto chi la guidava non disponeva della procura necessaria. Un fatto che viene segnalato dal deputato leghista Lorenzo Quadri. A quanto pare l'auto è stata messa otto sequestro a Como, e per sbloccarla è stato chiesto un versamento IVA pari al valore dell'auto  e una multa pari al doppio dell'IVA. Un totale cher alla fine arriverebbe attorno a 24.000 franchi.

Una vicenda che ha fatto scattare imemdiatamente un'interrogazione in Governo da parte di Quadri che commenta: "Un episodio che aggiunge ulteriori interrogativi sulla reciprocità, o piuttosto sulla mancanza di reciprocità, nelle relazioni internazionali con l’Italia".

Non si sa come è andata a finire la vicenda, se in seguito si sia trovato un accordo che abbia permesso di dissequestrare la vettura senza versare le cifre indicate, ma "l’episodio - commenta ancora Quadri - dimostra comunque la completa mancanza di collaborazione da parte dell’autorità italiana in ambito transfrontaliero, un comportamento cui fa invece riscontro, da parte dell’autorità svizzera, una compiacenza sconfinante nell’autolesionismo.  E’ quindi evidente che, perfino  nel contesto di un Gran Premio dell’Insubria, si assiste allo scontro tra due impostazioni diametralmente opposte della libera circolazione, la quale di fatto sussiste a senso unico".

Un fatto che ha portato il deputato leghista a chiedere al Governo come valuta "l’atteggiamento elvetico in materia di collaborazione transfrontaliera, improntato ad una compiacenza che sconfina nell’autolesionismo, paragonato a quello della controparte italiana" e "a cosa serve la Regio Insubrica se situazioni come quella oggetto del presente atto parlamentare si verificano proprio in un Gran Premio dell’Insubria".

 

 

 

 

 

Commenti
 
TOP NEWS Ticino
TERRE DI PEDEMONTE
1 ora

«Costruiremo appartamenti in cui il vicino è uno di casa»

Fasi finali per il progetto “Viv Insema” con le sue tre palazzine dove gli inquilini non saranno mai degli estranei. «Ma non è una comune» chiarisce la presidente della cooperativa abitativa

CANTONE
10 ore

Ticino, terra di fulmini. 2019 possibile anno da record

Il primato annuale di saette potrebbe essere raggiunto alla fine dell'estate

VIDEO
LOCARNO
16 ore

Rotonda tranquilla... tranne un fermo da action movie

Un ragazzo bloccato al suolo da quattro agenti della sicurezza. Il video del fermo solleva interrogativi sulla proporzionalità dell'intervento

FOTO E VIDEO
LUGANO
18 ore

Grande successo per la nuotata popolare nel lago

I primi a tagliare il traguardo dopo avere attraversato i 2'500 metri che separano Caprino dal Lido sono stati Pierandrea Titta e Maria Fernanda Stornetta

CANTONE
18 ore

Dalla canicola alla neve, quando l’allerta corre sul filo dei social

La bacheca degli Amici di MeteoLocarno è seguita da oltre 17mila persone. La pagina ora cambia nome. Ma cambierà anche il resto? Lo abbiamo chiesto a Nicola Gobbi

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile