Immobili
Veicoli
Keystone
BERNA
28.08.21 - 14:060

Blocher intende guidare la lotta contro l'accordo quadro

Lanciata oggi a Berna la fusione tra l'ASNI e il comitato UE-NO

BERNA - L'ex consigliere federale UDC Christoph Blocher vuole unire le forze con l'Azione per una Svizzera neutrale e indipendente (ASNI) nella lotta - che lui stesso intende guidare - contro un nuovo accordo quadro tra la Svizzera e l'Unione europea.

Durante un congresso dell'ASNI oggi a Berna, Blocher ha lanciato un appello alla fusione tra quest'ultima e il comitato UE-NO, che si oppone a un'adesione strisciante all'UE, per accrescere la propria efficacia. I qualità di co-fondatore e presidente per molti anni di entrambe le organizzazioni, il "tribuno" zurighese dice di conoscere bene i loro punti di forza e le loro debolezze, in base alla versione scritta del suo discorso.

Sotto la presidenza del consigliere nazionale democentrista Roger Köppel il comitato UE-NO, fondato nel 2013, ha finora adempiuto al suo compito, ha detto Blocher, ma l'ASNI no. Un esame realistico dimostra che con la sola ASNI di adesso non è possibile vincere votazioni popolari.

Con un accordo quadro la Svizzera rischia di rinunciare definitivamente alla sua sovranità e di abbandonare la democrazia diretta, aveva avvertito l'ASNI in aprile in occasione dell'incontro tra il presidente della Confederazione Guy Parmelin con la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen a Bruxelles, aggiungendo che si sta preparando una votazione popolare.

Parmelin - a sua volta esponente dell'UDC - aveva dichiarato concluse le trattative con l'UE. Per il momento il rischio di un attaccamento istituzionale all'Unione sembra allontanato, ma assolutamente non è scomparso, ha detto oggi Blocher.

«Abbiamo ottenuto un'importante vittoria di tappa. La maggioranza della classe politica - ha sostenuto - continua però ad aspirare all'adozione automatica del diritto europeo, al potere decisionale di giudici esteri e alla firma di un trattato traditore della patria, che con la clausola della doppia ghigliottina di fatto avrebbe compreso un divieto di disdetta».
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA / MONDO
42 min
«Vaccinare il mondo per fermare la pandemia»
Il messaggio del segretario generale dell'Onu Antonio Guterres al WEF di Davos.
SVIZZERA
2 ore
Sostegno al 2G, ma solo sino a fine febbraio
Le risposte dei cantoni alla consultazione federale sui provvedimenti anti-coronavirus
ZURIGO
4 ore
Quadruplicati gli attacchi di panico, gli esperti sono preoccupati
Depressione, ansia e paura: sono tutte conseguenze della pandemia, che colpiscono in particolare i giovani.
SVIZZERA
4 ore
Quarantene e test di massa? Da rivedere: «Omicron è come un incendio»
Anche gli scienziati hanno dei dubbi sul contact tracing. E sono ottimisti: il picco è vicino
GINEVRA
5 ore
Investita sulla pista da sci, muore a 5 anni
La piccola, residente a Ginevra, è stata travolta a Flaine, stazione sciistica situata in Alta Savoia.
GRIGIONI
5 ore
Gastronomia, quasi una irregolarità su quattro
In diversi casi è stato riscontrato un mancato rispetto delle disposizioni microbiologiche.
SVIZZERA
6 ore
Oltre 67mila contagi e 30 morti nel weekend svizzero
Ancora in aumento i pazienti ricoverati a causa del virus, che occupano ora l'8,1% dei posti letto complessivi.
ZURIGO
9 ore
Zurigo chiama alla cassa gli altri Cantoni per i pazienti Covid
Il 10-15% di quelli ricoverati nelle strutture zurighesi proviene da altre regioni del paese
SVIZZERA
10 ore
«Un generale dell'elettricità? Non siamo in guerra»
SImonetta Sommaruga rifiuta l'idea proposta dall'UDC: «Ognuno si assuma le proprie responsabilità».
SVIZZERA
11 ore
Bambini, donazioni raddoppiate
La Catena della solidarietà festeggia numeri in crescita, a favore dell'infanzia
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile