Keystone
SVIZZERA
16.12.20 - 08:080

Natalie Rickli sta con gli ospedali e chiede misure più severe

Per la ministra della sanità zurighese i ristoranti dovrebbero chiudere: «La situazione non è più sopportabile».

ZURIGO - La ministra della sanità del cantone di Zurigo Natalie Rickli sostiene gli ospedali e chiede che venerdì il Consiglio federale inasprisca le restrizioni per contrastare il coronavirus. Secondo Rickli i ristoranti e i luoghi di intrattenimento dovrebbero chiudere per sgravare gli ospedali.

In un'intervista apparsa oggi sul Tages-Anzeiger, la consigliera di Stato dell'UDC ha accolto con favore il chiaro appello del settore ospedaliero ai politici affinché prendano provvedimenti immediati contro la pandemia di Covid-19. I cinque ospedali universitari svizzeri hanno avvertito di una possibile terza ondata dopo Natale, quando i loro reparti di terapia intensiva sono vicini alla saturazione e i loro collaboratori sono esausti.

La situazione attuale degli ospedali svizzeri e del personale sanitario non è più sopportabile, ha detto Rickli. Il Consiglio federale deve decidere già venerdì misure chiare e drastiche per tutta la Svizzera.

Un lockdown totale non è obbligatorio, ma settori come la gastronomia, la cultura, il tempo libero e il divertimento dovrebbero essere chiusi. Il Consiglio federale non può aspettare fino a dopo Natale per prendere una decisione, ha sottolineato.

Anche se la responsabile del dipartimento della sanità di Zurigo comprende le preoccupazioni degli ambienti economici, chiede un intervento immediato: «Non abbiamo più tempo», avverte Rickli. «Il sistema sanitario non può essere sovraccaricato», dice, sottolineando che si tratta di una linea rossa che non deve essere oltrepassata.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
NEUCHÂTEL
2 ore
Focolaio Covid in casa anziani, nonostante il vaccino
Su 31 residenti, 22 sono stati contagiati. E questo nonostante una copertura vaccinale del 91% fra gli ospiti.
CANTONE/ SVIZZERA
3 ore
Più sicurezza nelle gallerie (non soltanto nel San Gottardo)
A seguito dell'incidente del 24 ottobre 2001, è scattato un programma da 1,6 miliardi per rendere più sicuri i tunnel
SVIZZERA
6 ore
Sì a legge Covid-19 e cure infermieristiche, più incertezza sulla giustizia
È quanto emerge dal sondaggio svolto a inizio mese dalla SSR sui tre temi in votazione il 28 novembre.
FOTO
SOLETTA
15 ore
«Il ciclista non ha avuto nessuna possibilità di evitare l'impatto»
Il giovane che a bordo di una McLaren aveva gravemente ferito un 38enne è stato condannato a 44 mesi di prigione.
FOTO
GIURA
16 ore
In dogana con armi, munizioni e pure una moto d'epoca (non dichiarata)
Un francese di 59 anni è stato fermato (e multato) domenica 17 ottobre presso il valico di Bure.
VALLESE
17 ore
Il ticket per famiglie che non vale per le famiglie arcobaleno
L'esperienza di due papà dai Paesi Bassi agli impianti di risalita dell'Aletsch Arena, in Vallese
GINEVRA
18 ore
Donna uccisa a colpi di pistola
Il corpo è stato trovato questa mattina in un'abitazione di Vandoeuvres, nel Canton Ginevra. Marito in manette
SVIZZERA
20 ore
Certificato dei guariti, una strategia di Berna in vista del voto?
I guariti avranno più facilmente diritto al Covid-pass, e si inizia a parlare di una prossima revoca dell’obbligo.
FRIBORGO
22 ore
Scuola elementare vandalizzata da due 14enni
I danni superano i 100mila franchi. I due autori verranno denunciati al Tribunale dei minorenni.
SVIZZERA
22 ore
«Non è la vaccinazione a dividerci, è la pandemia»
Conferenza stampa con Alain Berset e Lukas Engelberger. Tra i temi trattati, la settimana nazionale di vaccinazione.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile