Keystone
GINEVRA
18.11.20 - 19:510

Simon Brandt è stato condannato per violazione del segreto d'ufficio

Il consigliere comunale liberale, vicino a Pierre Maudet, aveva trasmesso alla stampa un documento interno della Città

GINEVRA - Simon Brandt, consigliere comunale del PLR a Ginevra ed ex "alleato" del consigliere di Stato "caduto in disgrazia" Pierre Maudet, è stato condannato con decreto d'accusa per violazione del segreto d'ufficio.

Il suo avvocato Marc Lironi ha confermato una notizia in tal senso del quotidiano Le Courrier, precisando che il suo cliente si opporrà alla condanna. Questa prevede una pena pecuniaria di 80 aliquote giornaliere, sospesa con la condizionale, e una multa di 2'720 franchi.

Il caso è quindi destinato a finire davanti al Tribunale di Polizia. Simon Brandt è stato perseguito per aver trasmesso alla stampa un rapporto confidenziale della città di Ginevra sulle spese del personale del comune.

Dopo la pubblicazione del rapporto, la Città ha sporto denuncia. Tra gli elementi di prova a carico di Simon Brandt c'era uno scambio di SMS con il consigliere di Stato Pierre Maudet. Elementi che secondo la Procura ginevrina darebbero credito alla teoria di una fuga di notizie premeditata e organizzata.

L'avvocato Lironi però contesta: «Non è perché si ha intenzione di fare qualcosa che si passa all'azione. Avere un cattivo pensiero non è di per se un delitto. Del resto, se Simon Brandt fosse stato effettivamente l'autore della fuga di notizie, la Procura avrebbe dovuto valutare la legittimità di rendere pubblico il rapporto alla luce delle informazioni in essa contenute, cosa che però non ha fatto».

Il rapporto del Controllo delle finanze della Città di Ginevra ha rilevato che la metà dei costi del personale non era conforme alle norme stabilite dal comune.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
15 min
Unia: «Si riduca l'orario di lavoro per tutti, referendum se aumenta l'età pensionabile»
Ecco cosa è emerso dall'assemblea dei delegati del sindacato, oggi a Berna
SVIZZERA
1 ora
«Misure tardive, andiamo verso una catastrofe»
L'infettivologo Andreas Widmer, presidente di Swissnoso: «Servono più restrizioni per i non vaccinati»
SVIZZERA
3 ore
«Senza una proposta della Svizzera, non ci sarà mai un piano B»
Un pacchetto bilaterale con l'Ue? Parla l'esperto Nicolas Levrat: «Berna sa che esistono alternative all'accordo quadro»
SVIZZERA
3 ore
«Diffondono il virus senza rendersene conto»
L'epidemiologa Susi Kriemler suggerisce la via dei test regolari per tracciare e contenere i contagi tra i giovanissimi
SVIZZERA
18 ore
«La gente rischia di perdere la fiducia»
Ospedali al limite, trasporto pubblico in difficoltà. I sociologi sono preoccupati per l'impatto sull'opinione pubblica
Ginevra
18 ore
Crivella di colpi l'amico, condannato a 16 anni
I fatti risalgono al 2016, quando un 42enne in seguito a un alterco aveva giustiziato un uomo in una sala da tè
SVIZZERA
21 ore
Nuove misure anti-Covid: la soddisfazione di bar e club
Il Consiglio federale «ci ha ascoltati» si legge in un comunicato, che parla di «segnale importante» per il settore
SVIZZERA
22 ore
Ecco le nuove misure decise dal governo
Nuove restrizioni contro il Covid: è iniziata la conferenza stampa da Palazzo Federale. Segui la diretta
SVIZZERA
22 ore
I contagi in Svizzera rimangono sotto i 10mila
A livello nazionale il 75,03% della popolazione over 12 è completamente vaccinato
SVIZZERA/GERMANIA
23 ore
La Svizzera è nella black-list tedesca
La decisione di Berlino: quarantena di dieci giorni per i non vaccinati in arrivo dalla Confederazione
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile