Immobili
Veicoli
Cambiamenti in vista anche per la "lista rossa"
Keystone (archivio)
SVIZZERA
28.10.20 - 13:220
Aggiornamento : 17:17

Cambiamenti in vista anche per la "lista rossa"

L'incidenza di casi in Svizzera è più alta di alcuni paesi inclusi nell'elenco, come Spagna, Francia e Regno Unito

Attualmente viene incluso ogni territorio che presenta un valore superiore ai 60 casi ogni 100'000 abitanti (e noi siamo a 762).

BERNA - La cosiddetta "lista rossa", ovvero l'elenco degli Stati e delle regioni con rischio elevato di contagio stilato dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), è da qualche settimana al centro delle discussioni. La Svizzera infatti, nella sua attuale situazione, risulta messa peggio di molti Paesi inclusi nella suddetta lista. E ora il "ministro" della sanità elvetico, Alain Berset, intende porre degli aggiustamenti.

Secondo quanto anticipato ieri dal Blick, il Consiglio federale intende modificare il criterio utilizzato per determinare la pericolosità di una regione, al momento fissato a 60 casi ogni 100'000 abitanti (con l'eccezione riservata alle zone di confine). Una cifra che in Svizzera abbiamo superato ormai da settimane.

La nuova formula - che potrebbe essere comunicata nell'attesa conferenza stampa di oggi pomeriggio - si chiamerebbe "CH+60" che, in parole semplici, significa che a essere inclusi nella "lista rossa" saranno i paesi che, sull'arco di 14 giorni, presentano un'incidenza che supera di 60 quella attualmente registrata in Svizzera. Traducendo il tutto in numeri: con gli attuali 762 casi su 100'000 abitanti registrati nel nostro paese, il valore per essere inclusi nella lista salirebbe a 822.

In questo modo, molte delle nazioni europee che attualmente popolano l'elenco* sarebbero rimosse. È il caso di Francia (629), Spagna (446), Gran Bretagna (416) e Portogallo (323). Tra i paesi del Vecchio continente solamente il Belgio (1'391) e la Repubblica Ceca (1'380) resterebbero nella lista. Non va però scordato che in questa possono essere inserite anche singole regioni a rischio.

Nessun cambiamento sarebbe invece previsto, scrive inoltre il Blick, sul fronte della quarantena, che resterebbe fissata a dieci giorni.

*La lista è stata aggiornata l'ultima volta lo scorso 12 ottobre.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Party, vodka e caviale: perché al Wef di Davos si sentirà la mancanza dei miliardari russi
La rappresentativa, ufficialmente non grata, era solita portare nella città grigionese feste esclusive ed esosissime
FRIBURGO
7 ore
Ciclista deceduto sul ciglio della strada
Il 69enne era stato trovato privo di sensi, i tentativi di rianimarlo sono stati inutili
BASILEA CITTÀ
8 ore
Incidente in piscina, bimba in condizioni critiche
Sono stati due ragazzi a estrarre la piccola dall'acqua
VAUD
9 ore
Kitesurfer gravemente ferito dall'elica di una barca
L'incidente al largo di Montreux, un 21enne è stato trasportato in ospedale
SVIZZERA
12 ore
Vaiolo delle scimmie, c'è il primo caso in Svizzera
Stando all'UFSP è stato riscontrato nel canton Berna, l'allerta non è alta: «Monitoriamo la situazione»
ZURIGO
14 ore
Accoltellamento all'alba, due arresti
In manette un 18enne e un 19enne, uno dei colpiti è in gravi condizioni
BERNA
15 ore
Un altro bancomat fatto brillare nel Giura Bernese
Lo scoppio nel cuore della notte nei pressi di una Coop di Reconviller che oggi rimarrà chiusa
GRIGIONI
16 ore
Il flop della camminata del clima di oggi contro il WEF
Due anni fa erano 1'000 quest'anno una cinquantina scarsa, le motivazioni secondo chi l'ha organizzata
ARGOVIA
19 ore
Schianto fatale contro il portale della galleria
L'incidente è avvenuto la scorsa notte a Küttigen, nel canton Argovia
ZURIGO
1 gior
È salito sulla gru perché «pensava che qualcuno lo volesse uccidere»
La sorella: «Sapevo che a un certo punto la situazione sarebbe degenerata, da tempo chiedevamo un ricovero forzato»
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile