KEYSTONE
Togliere il divieto di prestiti ipotecari per PostFinance, come proposto dal Consiglio federale, così come il suo progetto di privatizzazione parziale, non raccolgono la maggioranza dei consensi.
SVIZZERA
25.09.20 - 17:240

PostFinance divide destra e sinistra

Solo l'ala destra del PS, la Piattaforma riformista, si allinea in toto con il progetto del Consiglio federale

BERNA - Togliere il divieto di prestiti ipotecari per PostFinance, come proposto dal Consiglio federale, così come il suo progetto di privatizzazione parziale, non raccolgono la maggioranza dei consensi.

La destra è per una privatizzazione totale, mentre la sinistra sostiene il progetto, ma non la privatizzazione.

Visto il momento difficile, il governo valuta necessario aumentare la capacità di rendimento di PostFinance togliendo il divieto di elargire prestiti ipotecari. La procedura di consultazione sul tema si conclude oggi.

PLR, UDC e Verdi liberali, così come organizzazioni quali economiesuisse e Associazione dei banchieri, respingono la revisione parziale della Legge sull'organizzazione della Posta (LOP). Sarebbero favorevoli a un permesso di elargire ipoteche solo nel caso di una privatizzazione totale.

Uno dei timori, sottolineato anche dalla Conferenza dei direttori cantonali delle finanze, è quello che vi sia una distorsione dei mercati e della concorrenza. A suo dire, la creazione di una banca universale nelle mani della Confederazione non è giustificata.

PS e Verdi accettano dal canto loro la fine del divieto dei prestiti, ma solo se PostFinance limita le ipoteche a progetti rispettosi del clima. Per gli ecologisti, questo punto non può limitarsi a una semplice formulazione facoltativa.

I socialisti si dicono invece contrari alla privatizzazione parziale, poiché la metà di quelli che definiscono magri benefici, dovrebbero essere versati agli investitori privati sotto forma di dividendi. Il pericolo, è che i rischi vadano sulle spalle della Confederazione, mentre gli utili nelle tasche degli investitori privati.

Solo l'ala destra del PS, la Piattaforma riformista, si allinea in toto con il progetto del Consiglio federale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
LUCERNA
4 ore
Solidarietà per il medico "corona-scettico": a Lucerna sfilano in 350
La sospensione di un professionista di Ebikon decretata dal Cantone non è andata giù a diverse persone.
BERNA
4 ore
Piccole tracce di TNT nelle acque sotterranee di Mitholz
Si tratta comunque di concentrazioni ampiamente al di sotto dei valori limite.
LUCERNA
9 ore
Medico si oppone alle misure anti-covid: non può più esercitare
L'autorizzazione gli è stata temporaneamente revocata perché ha violato i suoi doveri professionali.
FOTOGALLERY
SVIZZERA
10 ore
Quante code "non necessarie" fuori dai negozi
Le immagini dei lettori da un capo all'altro della Svizzera: code anche di 500 metri
SVIZZERA
11 ore
Covid fonte di stress per gli infermieri
Un'indagine condotta su 4100 infermieri ha evidenziato che durante la pandemia lo stress è notevolmente aumentato.
SVIZZERA
13 ore
Covid-19: 2'560 casi nel weekend svizzero
Sono 16 i decessi registrati da venerdì a causa del virus.
SVIZZERA
14 ore
Posta «affidabile» nel 2020: i mesi più difficili, però, non sono stati nemmeno conteggiati
In primavera e in autunno Berna aveva dispensato il Gigante giallo dai vincoli, per garantire i servizi indispensabili.
ARGOVIA
14 ore
Cadavere trovato un anno fa in una grotta: «Fu omicidio»
Il corpo, ritrovato senza vita il 5 aprile 2020 vicino a Brügg, apparteneva a un 24enne zurighese scomparso nel 2019.
SVIZZERA
15 ore
Una pandemia di donne arrabbiate
In Svizzera il Covid ha colpito l'occupazione femminile. Ma le relazioni coniugali ne hanno beneficiato
SVIZZERA
16 ore
«Vogliono zittire la scienza»
I Verdi lanciano un appello in difesa della task-force Covid
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile