Immobili
Veicoli
Keystone (archivio)
Quel giorno la giovane Johanna Gapany (PLR) aveva sorprendentemente sconfitto l'uscente Beat Vonlanthen (PPD).
FRIBURGO
20.01.20 - 17:390

Panne al ballottaggio: «Il sistema non è in discussione, ma bisogna fare meglio»

Il Governo friburghese ha pubblicato oggi un rapporto sul disguido informatico che aveva provocato un ritardo di sette ore nella proclamazione dei risultati lo scorso 10 novembre

di Redazione
ats

FRIBURGO - Il Governo friburghese ha pubblicato oggi un rapporto sul disguido informatico che aveva provocato un ritardo di sette ore nella proclamazione dei risultati del ballottaggio per il Consiglio degli Stati lo scorso 10 novembre. Il sistema non viene rimesso in discussione, ma - scrive l'esecutivo - in futuro occorrerà fare meglio.

Lo scrutinio si era concluso con l'elezione a sorpresa della giovane Johanna Gapany (PLR), che con 138 voti di scarto aveva sconfitto l'uscente Beat Vonlanthen (PPD), e la comoda riconferma del socialista Christian Levrat.

Durante la sessione di novembre del Gran Consiglio friburghese, tutti i partiti si erano tuttavia lamentati per il ritardo con il quale la Cancelleria cantonale aveva comunicato i risultati ufficiali: questi erano stati resi noti solo verso le 21.15, quando in corsa c'erano soltanto tre candidati per due posti. Avevano inoltre rilevato un problema di fiducia verso le istituzioni, in particolare la cancelleria, e chiesto al Governo di stilare un rapporto affinché una simile domenica di elezioni non si ripeta.

Nella sua risposta odierna, il Consiglio di Stato friburghese ricorda che i problemi tecnici hanno interessato solo la trasmissione dei risultati del secondo turno, e non il conteggio dei voti. Deplora tuttavia «che l'incidente abbia perturbato lo scrutinio e reso difficile il compito di tutti gli attori della giornata elettorale».

Elezioni comunali - La causa della panne è stata identificata dalla cancelleria, che ha redatto il rapporto per il Governo. È dovuta alla concomitanza di sette elezioni comunali, accanto allo scrutinio per la Camera dei cantoni, che ha provocato in taluni comuni ritardi fino a 40 minuti nella comunicazione dei risultati.

È la prima volta che tale problema si verifica da quando è stato introdotto il sistema, e quello del 10 novembre era il 32esimo appuntamento elettorale nel quale è stato utilizzato il software di gestione delle elezioni e delle votazioni.

Nei test effettuati prima degli scrutini tale disfunzione non era stata constatata, poiché le varie elezioni erano state simulate una dopo l'altra e non nella stessa giornata. Ciò ha provocato un sovraccarico inedito del sistema. Da notare che lo stesso software è utilizzato anche nel canton Neuchâtel.

Scarti minimi - La cancelleria si è detta dispiaciuta per i problemi informatici, di gestione di crisi e di comunicazione. La percezione della gravità della situazione da parte di politici e media è stata tuttavia "verosimilmente esacerbata" dallo scarto minimo dei voti tra due candidati e dalla correzione del risultato l'indomani.

In un primo tempo la differenza tra Johanna Gapany e Beat Vonlanthen era di 158 voti, scesi poi il lunedì a 138 voti, quando sono stati comunicati i risultati definitivi. La Cancelleria si è detta dispiaciuta di non averne tenuto abbastanza conto, quando ha comunicato l'esito del ballottaggio.

Dal canto suo, il Consiglio di Stato ha chiesto un audit per verificare la performance del software, che dovrebbe pure consentire di apportare i miglioramenti attesi al sistema.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
7 ore
Boom di suicidi giovanili: «Abbiamo uno stato di emergenza»
Più 50%, rispetto al 2020, alla Clinica universitaria di psichiatria infantile e adolescenziale di Berna.
SVIZZERA
8 ore
Pierin Vincenz alla sbarra
Si aprirà martedì il processo all'ex Ceo di Raiffeisen
SVIZZERA
9 ore
SUV sulle nostre strade? Sempre più pericolosi
In caso di incidente incrementano il rischio di morte nell'auto più leggera del 50%.
SVIZZERA
10 ore
Con l'estate le restrizioni statali non serviranno più
L'ex membro della Task force Marcel Tanner spiega che sarà fondamentale puntare sulla responsabilità individuale
ZURIGO
10 ore
La polizia interrompe un raduno di auto modificate
Sette appassionati sono stati denunciati: le loro vetture presentavano modifiche non autorizzate
BERNA
1 gior
Morto schiacciato da un albero
L'uomo stava tagliando del legname in una zona boschiva.
SVIZZERA
1 gior
«Quasi nessun Omicron-contagiato in cure intense»
È ancora Delta, secondo quanto riportato da alcuni ospedali svizzeri, a causare i decorsi più gravi.
FOTO
BERNA
1 gior
"Libertà!" e bandiere svizzere nella capitale
La manifestazione, non autorizzata, è stata sorvegliata da vicino delle forze dell'ordine.
ZURIGO
1 gior
18enne gravemente ferito da un 17enne
L'aggressore è stato arrestato a casa sua dagli agenti della polizia cantonale
SVIZZERA
1 gior
Long Covid: pendenti 1'800 richieste all'AI
Al momento non sono però noti casi in cui la rendita di invalidità è stata effettivamente concessa.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile