Tipress (archivio)
SVIZZERA
05.12.19 - 09:360

Preventivo 2020, tagli per 40 milioni nel settore dell'asilo

Il dibattito in Consiglio Nazionale è in pieno svolgimento: il Governo aveva previsto un'eccedenza di 435 milioni

di Redazione
ats

BERNA - È in pieno svolgimento al Consiglio Nazionale il dibattito sul preventivo 2020 della Confederazione. Fra le prime decisioni prese, la Camera del popolo ha apportato due tagli per complessivi 40 milioni nel settore dell'asilo.

Il budget 2020 elaborato dal Consiglio federale attesta entrate pari a 75,666 miliardi di franchi e uscite per 75,231 miliardi, con un'eccedenza di 435 milioni.

Oggi, con l'avallo del Governo, i deputati hanno tacitamente accettato di ridurre di 27 milioni i costi di gestione dei centri federali per i richiedenti asilo. Hanno inoltre sostenuto una riduzione di circa 13 milioni dell'aiuto sociale per gli asilanti, stranieri ammessi provvisoriamente e rifugiati. Queste misure sono giustificate dalla prevista diminuzione delle domande d'asilo nel 2020, ha spiegato Jacques Nicolet (UDC/VD) a nome della commissione.

Aiuto allo sviluppo - Con 140 voti contro 51, il plenum si è per contro rifiutato di fare maggiori economie nell'aiuto allo sviluppo rispetto al progetto governativo. L'UDC, con una proposta di Peter Keller (UDC/NW), avrebbe voluto ridurre di 10 milioni di franchi il credito per la cooperazione multinazionale allo sviluppo.

Sostenuta da Verdi liberali, socialisti e Verdi, Barbara Gysi (POS/SG) ha invano tentato di proporre un supplemento di 131,5 milioni di franchi in questo settore. Ma il plenum non l'ha ascoltata bocciando la proposta con 106 voti contro 84 e 1 astenuto.

Ieri vari oratori di sinistra avevano ricordato che il Parlamento ha deciso di investire nel 2011 lo 0,5% del PIL per la cooperazione allo sviluppo. Dal canto suo, Albert Vitali (PLR/LU) aveva sottolineato che la Svizzera ha raddoppiato il suo contributo ai Paesi in via di sviluppo negli ultimi dieci anni. Dal canto suo, Heinz Siegenthaler (PBD/BE), esprimendosi a nome del gruppo di centro, aveva dichiarato che non v'è motivo né di aumentare né di ridurre il budget.

Attività extrascolastiche - Al pari del Consiglio degli Stati, il Nazionale ha votato a larga maggioranza ulteriori 4 milioni per incoraggiare le attività giovanili extrascolastiche. Solo l'Unione democratica di centro vi si è opposta. Sandra Sollberger (UDC/BL) ha tentato vanamente di convincere il plenum che la Confederazione deve avere soltanto un ruolo sussidiario in questo ambito.

Dal canto suo, la sinistra non ha fatto breccia nel settore della sanità. Samuel Bendahan (PS/VD) avrebbe voluto raddoppiare da 25 a 50 milioni di franchi il contributo alla prevenzione e alla protezione della salute. Ma, per la maggioranza, i mezzi attribuiti sono sufficienti. L'UDC avrebbe voluto abolire questa spesa.

Con 126 voti contro 66, i parlamentare hanno bocciato una proposta volta ad aumentare il budget per l'Ufficio federale per l'uguaglianza fra uomo e donna. Secondo Samuel Bendahan, i mezzi assegnati non consentono all'ufficio di ridurre concretamente le disparità tra uomini e donne.

Flotta d'alto mare - Il Nazionale, anche se a malincuore, ha inoltre approvato una spesa supplementare per l'anno in corso (supplemento al preventivo 2019) di circa 129 milioni destinata al salvataggio della flotta d'alto mare. Il credito supplementare, chiesto dal Consiglio federale in ottobre per far fronte agli impegni della Confederazione, è stato sostenuto con 103 voti contro 52 (UDC) e 40 astenuti (PS).

Il nuovo stanziamento riguarda le otto navi della Massmariner SA. L'importo richiesto di 128,7 milioni corrisponde al prestito residuo garantito dalla Confederazione. Il processo di vendita delle imbarcazioni è in corso.

Fino a giovedì - I dibattiti sul preventivo della Confederazione - sono previste in totale 11 ore di discussioni - proseguono con i crediti destinati all'agricoltura e si concluderanno al più tardi lunedì con le spese riguardanti il personale federale.

Il Consiglio degli Stati si pronuncerà invece martedì in seconda lettura. Martedì la Camera dei cantoni ha aumentato le spese di 122,3 milioni di franchi (a 75,353 miliardi) rispetto alla versione del Governo. Tale incremento è destinato in particolare ai settori della formazione (+99 milioni) e dello sport (+15 milioni). Sia il disegno governativo che gli aumenti proposti rispettano le esigenze del freno all'indebitamento.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Maxy70 1 anno fa su tio
Prelevare i 40 milioni dal famoso miliardo di coesione, visto e considerato che tutti paesi europei sono ex-colonizzatori e hanno saccheggiato l’Africa per secoli, contribuendo a creare l’attuale situazione.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
CANTONE / SVIZZERA
38 min
Il primo lockdown può aver salvato fino a 35'000 vite
È quanto emerge da uno studio dell'Università della Svizzera italiana, analizzato anche dalla NZZ am Sonntag
BERNA
1 ora
La “variante inglese” mette un'altra scuola in quarantena
Martedì inizierà la formazione a distanza per i 350 allievi di Wangen an der Aare
SVIZZERA
5 ore
Covid detector in aeroporto: perché non con i cani
I risultati non sarebbero ancora sufficienti per permettere l'addestramento e l'impiego su larga scala
BASILEA CAMPAGNA
8 ore
Auto fuori strada, 18enne in ospedale
Le altre due persone presenti nell'auto hanno riportato solo ferite lievi
SVIZZERA
8 ore
La seconda ondata ha "steso" un giovane su tre
Depressione e stress in aumento tra gli svizzeri dai 14 ai 24 anni. Lo dice uno studio dell'Università di Basilea
SVIZZERA
12 ore
Berset ai ferri corti con Chiesa
Il ticinese e il consigliere federale si sono incontrati per un chiarimento. Ma le posizioni restano «inconciliabili»
BERNA
13 ore
Coronavirus: più controlli alle frontiere e più test
Sono alcune delle previsioni in merito alle decisioni di mercoledì del Consiglio federale.
FOTO
SVIZZERA
14 ore
Oggi il suffragio femminile a livello federale compie 50 anni
Ed è impossibile non domandarsi: come mai così tardi? Ma ci sono cantoni che l'hanno introdotto prima e altri dopo
SVIZZERA / ITALIA
1 gior
I figli alla scuola privata di Zurigo, ma vogliono le norme italiane
Un gruppo di genitori si è rivolto a Repubblica per denunciare l'applicazione delle misure del Cantone anziché del Dpcm
FOTO
VALLESE
1 gior
Si stacca una valanga sopra Nendaz: un morto e un ferito
La grossa slavina ha travolto una guida alpina e uno dei suoi clienti. Stavano sciando fuori-pista.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile