Keystone
SVIZZERA
16.08.19 - 18:520

Svizzeri all'estero per una rapida introduzione del voto elettronico

L'OSE chiede che il voto elettronico diventi realtà per tutti gli Svizzeri espatriati al più tardi entro le elezioni federali del 2023

BERNA - L'Organizzazione degli Svizzeri all'estero (OSE) chiede l'introduzione in tempi rapidi del voto elettronico per tutti i cittadini elvetici che vivono al di fuori dei confini nazionali. Una risoluzione in tal senso, sottoscritta da 98 membri del suo Consiglio, è stata approvata oggi a Montreux (VD).

L'OSE chiede che il voto elettronico diventi realtà per tutti gli Svizzeri espatriati al più tardi entro le elezioni federali del 2023. L'e-voting è infatti l'unico canale che permette loro di partecipare senza problemi alle votazioni e alle elezioni federali, visto che i documenti di voto inviati per posta spesso arrivano a destinazione troppo tardi.

La cosiddetta Quinta Svizzera è delusa per l'arresto dei sistemi di voto elettronico nel canton Ginevra e da parte della Posta nonché per la sospensione dell'e-voting a livello federale a causa della scarsa sicurezza.

Secondo l'OSE, attualmente 172'000 Svizzeri all'estero su 760'000 si sono iscritti per votare alle prossime elezioni federali di ottobre. Raccolte online, provengono da 150 paesi. Tale numero corrisponde agli aventi diritto di voto dei cantoni Ticino e Vallese. Il voto degli espatriati potrebbe quindi giocare un ruolo considerevole durante gli scrutini a livello federale.

Commenti
 
Gabriella Tallone 1 mese fa su fb
Spero arrivi presto!
Cinzia Schianchi 1 mese fa su fb
Come in Italia!!!!
Luca Mer 1 mese fa su fb
Mai e poi mai! Oltre all’ impossibile garanzia di correttezza nei sistemi informatici, non si vede perché queste persone che NON pagano le imposte in Svizzera dovrebbero decidere sulle nostre leggi. Nella maggior parte dei casi, le decisioni da prendere in votazione non si applicheranno a queste persone che vivono all’estero o che addirittura, in tante, non hanno mai vissuto in Svizzera.
Galium 1 mese fa su tio
Hanno completamente ragione. Potrebbe inoltre essere un'ottimo banco di prova per introdurlo eventualmente anche per i residenti in Svizzera
Valerio Castellani 1 mese fa su fb
Benedetto Craco 1 mese fa su fb
E una truffa
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
LUCERNA
5 ore

L'aggressore 23enne affronta la Polizia. La vittima: «Non vedo più da un occhio»

Il 21 settembre aveva letteralmente spaccato la faccia a un 33enne incontrato in stazione. La polizia, quindi, aveva diffuso le immagini della video sorveglianza

VALLESE
6 ore

Chamoson, l'auto trovata nel Rodano è quella della tragedia

I cadaveri dei due dispersi non sono stati per contro ritrovati nell'abitacolo

SVIZZERA / SPAGNA
9 ore

Gli indipendentisti catalani in Svizzera: «Viste da qui, queste sentenze sono inconcepibili»

Per la sezione elvetica dell'Assemblea Nacional Catalana, le condanne di oggi sono «uno scandalo nell'Europa democratica»

GINEVRA
9 ore

A processo il vicepresidente di Exit Romandia: «Ha aiutato un'86enne a morire»

I fatti risalgono all'aprile del 2017: la donna, in buona salute, aveva chiesto di poter lasciare questo mondo insieme al marito gravemente malato

FOTO
ZURIGO
11 ore

Ruba l'auto, forza il posto di blocco e investe una poliziotta

Un'agente di 39 anni è rimasta ferita gravemente. Il conducente, un cittadino svizzero, è stato fermato e arrestato

FOTO
BASILEA CITTÀ
12 ore

Bus frena bruscamente per evitare una bicicletta, sette feriti

Diversi passeggeri sono caduti a terra a causa della frenata d'emergenza del mezzo. Il ciclista non si è fermato sul luogo dell'incidente. La polizia cerca testimoni

LOSANNA
12 ore

Il Politecnico di Losanna rinuncia al concorso di Elon Musk

I ricercatori intendono concentrarsi sull'aspetto ecologico di questo tipo di trasporto del futuro

VIDEO
ZURIGO
13 ore

Un'enorme pozza di sangue sul tram, è mistero sulle cause

La vicenda è avvenuta attorno alla mezzanotte di domenica sul tram numero 2 della città di Zurigo. La compagnia di trasporti: «Oltre 2000 orme insanguinate». La polizia: «Stiamo indagando»

ZURIGO
15 ore

I costi della salute crescono? Ha la febbre e chiama l’ambulanza

L'uomo, che aveva 37,8, ha aspettato i soccorritori sulla porta di casa ed è subito montato sul mezzo di soccorso. «Ho preso una pastiglia, ma la temperatura non scendeva»

GRIGIONI
16 ore

Precipita per 200 metri sotto gli occhi del marito

La vittima è una 52enne che stava scalando la cima del Piz Arlos, sopra Savognin

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile