Keystone (archivio)
Alcuni cartelloni di protesta
SAN GALLO
17.05.19 - 13:440

Dichiarata l'emergenza climatica a Wil

La cittadina sangallese ha adottato una risoluzione per ridurre a zero le emissioni di gas a effetto serra entro il 2050

WIL - Il parlamento di Wil, cittadina nel canton San Gallo dov'è cresciuta la consigliera federale Karin Keller-Sutter, ha dichiarato ieri sera lo stato di emergenza climatica. Una risoluzione per ridurre a zero le emissioni di gas a effetto serra entro il 2050 è stata approvata per 23 voti a 15.

Wil, circa 24'000 abitanti, ha seguito l'esempio di altre città svizzere come Delémont (JU) e Olten (SO), oltre che dei legislativi di Vaud e Basilea Città, che hanno di recente adottato lo stesso provvedimento.

Nel canton Zurigo, il Gran Consiglio vuole pure agire in tal senso, ma deciderà definitivamente una volta esaminato il disegno di legge governativo sul tema. All'estero, metropoli come Londra, Los Angeles e Vancouver hanno a loro volta dichiarato la crisi.

Il Consiglio di Stato sangallese ha invece rifiutato tali misure. A Wil, esecutivo e UDC si sono opposti, mentre il PLR aveva delle riserve. La risoluzione, depositata dall'ecologista Guido Wick, domandava inizialmente che la città diventasse a impatto zero entro il 2030, ma ha poi prevalso il compromesso proposto dal PPD, con il quale la scadenza è stata spostata di 20 anni.

Un centinaio di manifestanti in favore dell'ambiente si sono fatti sentire prima della seduta del parlamento di Wil. Gli attivisti si sono detti soddisfatti della dichiarazione di emergenza, ma delusi della via di mezzo per la quale hanno optato i deputati.
 
 

Commenti
 
Nmemo 4 mesi fa su tio
Nessun obbligo deriva a un privato non intenzionato ad adottare condizioni più restrittive di quelle poste con le leggi federali in materia. Sembrerebbe tanta “polvere negli occhi”, o la gare a fare il primo della classe.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
17 min

Asilo, i rifugiati arrivati nel 2015 costeranno un miliardo di franchi ai comuni

Per alcuni di essi questo comporta un aumento della spesa sociale e si rischia di dover aumentare le imposte

SONDAGGIO
SVIZZERA
1 ora

«I prodotti di Wish sono pericolosi»

Lo sostiene il Forum dei consumatori sulla base di test effettuati su diversi articoli. Si rileva anche la presenza di sostanze cancerogene

SVIZZERA
1 ora

Calmy-Rey: «Rinegoziare l'accordo quadro e aumentare la somma destinata all'Ue»

«La situazione di stallo può essere superata, ma occorre prendersi il tempo per trovare un consenso interno, questo è decisivo» ha dichiarato l'ex consigliera federale

ZURIGO
3 ore

«Mi hanno detto che mia madre è stata accoltellata»

Giovedì sera in un appartamento è stato trovato il corpo della donna. La polizia presume si tratti di omicidio

SVIZZERA
6 ore

«Non voglio tornare all'inferno»

Il giovane iraniano Farshad Ghane è fuggito in Svizzera dopo la persecuzione subita in Patria per essersi convertito al cristianesimo. Ora dovrà tornarci. Ma migliaia di persone vogliono impedirlo

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile