Keystone (archivio)
SVIZZERA
29.03.19 - 17:040
Aggiornamento : 17:24

Accordo quadro, per Verdi e socialisti è un «sì, ma...»

L'idea di un'intesa con l'Ue raccoglie consensi, ma il modello attualmente in consultazione lascia troppe questioni in sospeso

BERNA - I Verdi svizzeri dicono un "sì" sul principio di un accordo quadro tra la Svizzera e l'UE, ma "no" su quello attualmente in consultazione. Secondo gli ecologisti, troppe questioni rimangono aperte e andrebbero chiarite in tempi brevi dal Consiglio federale.

Per i Verdi, l'accordo istituzionale negoziato non è ancora soddisfacente. Il partito ecologista «vuole soluzioni durevoli e costruttive per meglio collaborare con i nostri vicini europei», si legge in una nota odierna.

«La Svizzera deve lottare maggiormente contro il dumping fiscale al fine di ottenere una migliore protezione dal dumping salariale», scrivono i Verdi nella loro presa di posizione.

I Verdi si aspettano dal Governo «che si metta finalmente al lavoro, che chiarisca le numerose e importanti questioni in sospeso e che concluda con successo questi caotici negoziati».

Il PS scrive al Governo - Una posizione in linea con quella espressa dai socialisti. Il PS ha confermato quanto già sostenuto nelle scorse settimane: l'accordo quadro può essere una cosa buona e può garantire relazioni stabili e profonde con l'Unione europea (Ue). Tuttavia, è impossibile portare avanti un vero dibattito finché il Consiglio federale non presenterà un trattato interamente negoziato e parafato.

Proprio per questo i socialisti hanno inviato una missiva al governo, contenente numerose domande che devono imperativamente essere chiarite nel quadro della consultazioni in corso, è stato spiegato ai media a Berna.

«La politica deve essere pratica e seria. Quella presentata dal Consiglio federale non è una base sufficiente per una presa di posizione argomentata e fondata a favore o contro il progetto d'accordo», ha dichiarato il presidente del partito Christian Levrat. «Per questo le domande in sospeso devono essere chiarite con urgenza», ha aggiunto.

I quesiti posti dal PS al governo sono numerosi e toccano diversi temi: dagli aiuti di Stato fino ai trasporti pubblici, dalla libera circolazione dei cittadini comunitari fino alle assicurazioni sociali, passando per le misure d'accompagnamento e per la risoluzione dei contenziosi.

In particolare, come già sostenuto in passato, il partito ritiene fondamentale la protezione dei salari e delle condizioni di lavoro in Svizzera. In questa posizione è sostenuto «dai socialisti e dai sindacati di tutta Europa».

Il PPD ribadisce la propria posizione - Il PPD ha ribadito oggi la propria posizione in merito all'accordo quadro istituzionale tra la Svizzera e l'Unione europea. Stando al partito di Gehrard Pfister, quattro ambiti necessitano di una discussione più approfondita e di chiarimenti.

Si tratta della direttiva sulla cittadinanza europea, della procedura da adottare in caso di risoluzione dei conflitti, degli aiuti sociali e delle misure di accompagnamento.

Secondo il PPD, senza i dovuti chiarimenti su questi punti, sarà difficile trovare una maggioranza in Parlamento e in un'eventuale votazione popolare. Per i popolari-democratici, che in una nota odierna ribadiscono il loro sostegno alla via bilaterale, attualmente le incognite sono troppe.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
roma 1 anno fa su tio
...e se ne stanno accorgendo anche in Svizzera interna cosa vuol dire la libera circolazione e gli accordi bilaterali proprio al momento giusto. Ottimo, buon segno.
Evry 1 anno fa su tio
è chiaro che i "sinistroidi" sono d'accordo, stanno svendendo la Svizzera
Danny50 1 anno fa su tio
Bla bla bla accordo ciofeca per inchiappettare gli svizzerotti
LAMIA 1 anno fa su tio
Mi dispiace per figli e nipoti che vivranno in una Svizzera di M
Nmemo 1 anno fa su tio
La libera circolazione delle persone è una questione non negoziabile per l’EU. Il rospo, difficile da ingoiare, sarà fatto ingoiare. Il Ticino (4%), potrà strillare quanto vuole in disaccordo, ma l’effetto non sarà altro che un contributo a caricare il pianeta di CO2.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
1 ora
Qui i principali focolai del virus mutato
Variante britannica o sudafricana. Si moltiplicano le segnalazioni in Svizzera.
GRIGIONI
2 ore
«Caviale e champagne sono a pagamento, la zuppa di aragosta è gratuita»
Ecco cosa significa stare in quarantena in un albergo a cinque stelle: una testimonianza da St.Moritz
SVIZZERA
4 ore
Hotelplan: 75 agenzie restano chiuse
Il provvedimento vale sino alla fine di febbraio a causa dell'obbligo di telelavoro
VALLESE
4 ore
Un altro morto sotto una valanga
Un 29enne è morto in Vallese: con altre due persone si trovava nella regione del Col des Gentianes
BERNA
7 ore
Chi riconosce questo tatuaggio?
Una donna senza vita è stata trovata nelle acque del lago di Thun. Si sospetta l'omicidio
VALLESE
7 ore
Dieci sciatori sotto una valanga: un morto
È successo stamani nel comprensorio di Verbier. Le persone travolte si trovavano fuori pista
SVIZZERA
8 ore
La scuola reclute a distanza è partita col piede sbagliato
Molti non sono riusciti a connettersi al sistema per colpa di un problema tecnico.
BERNA
9 ore
Sugli sci in barba alle disposizioni
Code e assembramenti si sono verificati in molti comprensori sciistici questo fine settimana.
GRIGIONI
10 ore
La variante sudafricana è sbarcata a St. Moritz, test a tappeto per tutti
Individuati una dozzina di casi in due hotel. Scuole chiuse a tempo indeterminato.
SVIZZERA
10 ore
Con l'app in quarantena prima degli altri
Uno studio dell'Università di Zurigo ha confermato l'efficacia dell'app SwissCovid.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile