Keystone (archivio)
SVIZZERA
12.03.19 - 14:300

Il Consiglio nazionale in breve

Nella seduta odierna, la Camera bassa ha, fra le altre cose, deciso di mantenere invariata a 110 franchi per chilowatt lordo (fr./kWl) l'aliquota massima dei canoni d'acqua annui fino al 2024

BERNA - Nella sua seduta odierna, il Consiglio nazionale ha:

- CANONI D'ACQUA: deciso - con 187 voti favorevoli e 2 contrari - di mantenere invariata a 110 franchi per chilowatt lordo (fr./kWl) l'aliquota massima dei canoni d'acqua annui fino al 2024. I cantoni, in particolare quelli di montagna, possono quindi tirare un sospiro di sollievo. In un primo tempo, il Governo proponeva di ridurla a 80 fr./kWl dal 2020. Oggi una minoranza eterogenea ha tentato invano di riproporre una riduzione da 110 a 80 fr./kWl, ma il suo tentativo è fallito con 133 voti contro 53 e 2 astenuti. Il dossier ritorna agli Stati per una divergenza minore;

- DEDUZIONI CURA FIGLI: approvato - con 131 voti a 48 e 14 astensioni - un progetto governativo secondo cui genitori dovrebbero poter aumentare - da 10'100 a 25'000 franchi - il tetto massimo delle deduzioni fiscali per la cura dei figli complementare alla famiglia. Il progetto, che concerne unicamente l'imposta federale diretta (IFD), mira a migliorare la conciliabilità tra lavoro e famiglia e si iscrive nell'iniziativa nata per contrastare la penuria di personale indigeno qualificato. Il dossier passa ora agli Stati;

- PREVIDENZA: tacitamente approvato una mozione del gruppo PLR, e modificata dagli Stati, che chiede al governo di elaborare una modifica della legge federale sull'imposta federale diretta (LIFD) e della legge federale sull'armonizzazione delle imposte dirette dei Cantoni e dei Comuni (LAID) al fine di adeguare la quota forfettaria di reddito per tutte le prestazioni (prestazioni periodiche, riscatto, rimborso) delle rendite vitalizie e delle relative assicurazioni in funzione delle condizioni dell'investimento in questione;

- CONDONO IMPOSTE FEDERALI: approvato, con 118 voti contro 65, una mozione di Matthias Jauslin (PLR/AG), e modificata dagli Stati, che chiede al governo di armonizzare gli interessi nei casi di condono delle imposte federali in modo da fissare un interesse di mora e uno rimunerativo di validità generale;

- AMMINISTRAZIONE FEDERALE: approvato, con 128 voti contro 55 e 4 astenuti, una mozione di Hans-Ulrich Bigler (PLR/ZH), e modificata dagli Stati, che chiede di ridurre dell'4% all'anno per i prossimi tre anni le uscite per l'attribuzione di mandati di consulenza esterna all'Amministrazione federale;

- PERSONALE CONFEDERAZIONE 1: deciso, con 98 voti contro 94 e 1 astenuto, di non archiviare una mozione adottata nel 2015 che chiedeva di porre un tetto massimo ai dipendenti della Confederazione. La Camera del popolo non ha così seguito il parere del governo e degli Stati, secondo cui il controllo dei costi è più efficace di una soglia massima dei posti di lavoro. L'atto parlamentare ritorna alla Camera dei cantoni;

- PERSONALE CONFEDERAZIONE 2: accolto, con 100 voti contro 83, una mozione che domanda di mantenere il personale dell'Amministrazione federale entro i limiti del preventivo 2019. Gli Stati devono ancora esprimersi;

- INNO NAZIONALE: affossato - con 97 voti contro 85 e 3 astenuti - un'iniziativa parlamentare del "senatore" Thomas Minder (Indipendente/SH) che chiedeva di ancorare nella legge il "Salmo svizzero" di Alberich Zwyssig e Camillo Valsangiacomo come inno nazionale. Per la maggioranza, non occorre prendere misure in merito: attualmente è il Governo ad avere tale competenza.

Ordine del giorno di domani, mercoledì 13 marzo 2019 (08.00-13.00 e 15.00-19.00):

- Modifica della Legge federale sul Tribunale federale;

- Approvazione della Convenzione multilaterale per l'attuazione di misure relative alle convenzioni fiscali finalizzate a prevenire l'erosione della base imponibile e il trasferimento degli utili;

- Mozione Peter Keller che vuole obbligare gli impiegati federali a fornire tutto o parte del reddito ricavato da attività a favore di terzi (divergenze);

- Interventi parlamentari di competenza del DFF;

- Iniziative parlamentari.
 
 

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 ore
L'ex ceo della Posta Susanne Ruoff è passata ad Ascom
Sarà membro esterno di un gruppo di lavoro incaricato di accelerare la trasformazione del gruppo tecnologico zughese
GRIGIONI
5 ore
Nei Grigioni toccato il record: 71 cm a Müstair
Bisogna andare indietro fino al novembre del 1959 quando la nevicata di novembre si fermò a 65 centimetri
GRIGIONI
7 ore
Scontro sugli sci, grave una bambina di cinque anni
L'incidente è avvenuto sulle piste di Arosa e ha coinvolto anche un 57enne
SVIZZERA
7 ore
«Voglio restare agli affari esteri altri 10 anni»
Un cambio di dipartimento non è nei pensieri di Ignazio Cassis, ma nemmeno (a suo dire) in seno all'esecutivo federale. Ma il fatto di essere ticinese lo sfavorisce
SVIZZERA
19 ore
Raiffeisen, nuove strutture per voltare pagina
Le singole banche potranno fare sentire maggiormente la loro voce presso la sede centrale. Ogni banca disporrà di un voto nelle future assemblee generali
VAUD
21 ore
In Romandia arriva il “tutor” e il web s’infiamma
La polizia ha annunciato la messa in servizio di un radar che controlla la velocità su una porzione della semi-autostrada tra Orbe e Vallorbe (VD)
SVIZZERA
1 gior
Se fai il macchinista ti diamo 10mila franchi in più
Per far fronte alla carenza di macchinisti, le FFS hanno lanciato una campagna di promozione. Che prevede ad esempio un ritocco verso l'alto della busta paga durante la formazione
FOTO E VIDEO
GINEVRA
1 gior
Attivisti per l'ambiente bloccano il terminal dei jet privati
«Vogliamo denunciare questo mezzo di trasporto assurdo», urlano a gran voce. «Un aereo privato emette CO2 per passeggero venti volte superiori a quelle di un normale aereo di linea»
SVIZZERA
1 gior
Presidenza del Nazionale, nel 2022 toccherà ai Verdi
È quanto hanno deciso ieri i capigruppo in Parlamento dei differenti partiti. Saranno i popolari-democratici a saltare il turno
ARGOVIA
1 gior
Tredici ladri arrestati, uno è scomparso nel Reno
Circa 130 agenti hanno collaborato al fermo di alcuni presunti scassinatori. A Frick gli occupanti di un'auto sono fuggiti tuffandosi nel Reno. Di uno di loro si sono perse le tracce
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile