Immobili
Veicoli
SVIZZERA
18.10.18 - 09:000
Aggiornamento : 14:55

Heidi Z'graggen si candida alla successione di Leuthard

La consigliera di Stato punta ad essere la prima urana eletta in Consiglio federale. «Sono pronta». I senatori Erich Ettlin (UR) e Isidor Baumann (OW) hanno invece deciso di non presentarsi

ALTDORF - La consigliera di Stato urana Heidi Z'graggen ha annunciato oggi che sarà candidata alla successione di Doris Leuthard in Consiglio federale. I "senatori" Isidor Baumann (UR) ed Erich Ettlin (OW) invece, dopo lunga riflessione, hanno deciso di non presentarsi.

«Sono pronta a contribuire a plasmare la politica nazionale», come cittadina del canton Uri e della Svizzera centrale, ma anche come membro di lunga data di un governo cantonale, ha indicato Z'graggen in una nota odierna della sezione urana del PPD. La 52enne vanta 14 anni di esperienza nell'esecutivo urano e dirige attualmente il dipartimento della giustizia.

La ministra, contattata da Keystone-ATS, si dice serena ora che la sua disponibilità a correre per la successione di Doris Leuthard è ufficiale. La sua candidatura è stata "ben considerata" e nelle ultime settimane ha analizzato e discusso con i suoi colleghi questa mossa. «Mi chiedevo se avessi il bagaglio necessario per questo lavoro impegnativo. La risposta è sì», ha aggiunto.

Z'graggen non è sposata e non ha figli, ma da dieci anni ha una relazione con Bruno Dobler, membro del Consiglio di banca della Banca cantonale di Zurigo (ZKB) e rappresentante dell'UDC zurighese. La 52enne è insegnante di formazione, nel tempo libero pratica sport e attualmente vive a Erstfeld (UR). È consigliera di Stato dal 2004 e tra il 2014 e il 2016 ha ricoperto la carica di Landamano, ossia di presidente del governo.

La 52enne, presidente della sezione cantonale del PPD dal 2000 al 2005, è tra le altre cose anche presidente della commissione di pianificazione del governo. È dunque responsabile del progetto turistico e dello sviluppo del comprensorio sciistico dell'investitore egiziano Samih Sawiris ad Andermatt.

Secondo il PPD urano, la presenza di Z'graggen nell'esecutivo federale "sarebbe un vantaggio per la Svizzera centrale e la Svizzera intera". Il Canton Uri, nei 170 anni di storia dello Stato federale, non ha mai avuto un consigliere federale.

Baumann ed Ettlin rinunciano - Negli scorsi giorni era stata ventilata un'eventuale candidatura del "senatore" urano Isidor Baumann. Tuttavia, secondo il comunicato stampa diramato dalla sezione cantonale, il 63enne ha preferito non candidarsi alla successione di Doris Leuthard. Tra i motivi della rinuncia anche la questione dell'età.

«Dopo un attento esame», anche Erich Ettlin ha deciso di non partecipare alla corsa per un seggio in governo; vuole continuare a rappresentare Obvaldo alla Camera dei Cantoni, in cui siede dal 2015. Il 58enne, esperto di fiscalità, sarà dunque candidato anche nel 2019 per il Consiglio degli Stati.

Finora Peter Hegglin è l'unico candidato ufficiale PPD di una sezione cantonale del partito. La sua nomina è stata formalizzata ieri in serata a Zugo. Questa sera il PPD di Basilea Campagna dovrà esprimersi sulla nomina della consigliera nazionale Elisabeth Schneider-Schneiter.

 

Il termine è il 25 ottobre - Le sezioni cantonali del Partito popolare democratico hanno tempo fino al 25 ottobre per proporre dei candidati alla successione di Doris Leuthard in Consiglio federale. Sul ticket finale dovrà inoltre figurare almeno una donna.

In un primo tempo toccherà a una commissione ad hoc di sette persone - tra cui il capogruppo PPD in Parlamento Filippo Lombardi - esaminare le candidature e procedere alle prime audizioni dal 26 ottobre al 16 novembre. In seguito spetterà al gruppo parlamentare del PPD ascoltare le persone che hanno annunciato la propria disponibilità il 16 e il 17 novembre e designare il/la o i candidati ufficiali. Dal 27 novembre al 4 dicembre si terranno le audizioni degli altri gruppi parlamentari. L'elezione del nuovo consigliere federale avverrà il 5 dicembre.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Pepperos 3 anni fa su tio
Uri....? Di bene in peggio!
Tato50 3 anni fa su tio
Quella quando parla fischia ;-))
LAMIA 3 anni fa su tio
Pori nüm
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
11 min
Una falla di sicurezza nel portale clienti di AutoPostale
Tra maggio 2021 e gennaio 2022 oltre 1'700 dati non erano protetti. Ora il problema è stato risolto
SVIZZERA
2 ore
Nel 2021 la terra ha tremato oltre mille volte
Tre sismi su suolo elvetico hanno avuto una magnitudo pari o superiore a 4.0: «Un numero più alto del solito».
SVIZZERA
3 ore
Lavoro ridotto, Berna proroga le misure fino a marzo
Il Consiglio federale ha adeguato l'ordinanza Covid-19 a sostegno delle imprese
SVIZZERA
4 ore
Record assoluto di casi in Svizzera: oltre 43mila in 24 ore
In discesa, con il 24,9%, il tasso di occupazione dei pazienti Covid in terapia intensiva.
ZURIGO
5 ore
Nessuna settimana dei "super contagi": «Le misure vanno revocate»
La Task Force aveva previsto una «settimana di super infezioni» per la fine di gennaio.
BASILEA CITTÀ
7 ore
Il mistero dei “cubi” arancioni
Si tratta di geofoni per la localizzazione di fonti di acqua termale per la realizzazione di un impianto geotermico
ZURIGO
18 ore
Cresce la paura della guerra: la Svizzera deve mediare?
Si fa sempre più tesa la situazione tra Ucraina e Russia. L'occidente teme ormai un'invasione
SVIZZERA
21 ore
La variante Omicron... e i test Covid
Non mancano i dubbi attorno ai test Covid. Ecco le principali risposte
SVIZZERA
23 ore
«Le visite agli strip club erano per motivi di lavoro»
L’ex amministratore delegato di Raiffeisen Pierin Vincenz giustifica le spese pazze addebitate alla banca.
SVIZZERA
1 gior
Le “firme” nel sistema immunitario di chi rischia il Long Covid
Uno studio zurighese ha identificato i fattori di rischio immunologici
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile