Keystone
SVIZZERA
19.09.18 - 09:200

Assegni familiari: sì alla compensazione degli oneri

Con la perequazione degli oneri, chiesta dalla mozione, le aliquote sarebbero ripartite più equamente fra tutte le CAF di un cantone

BERNA - I cantoni dovrebbero avere un sistema di compensazione integrale degli oneri tra le casse per gli assegni famigliari. Con 137 voti contro 33 e 3 astenuti, il Nazionale ha trasmesso al governo una mozione in tal senso del consigliere agli Stati Isidor Baumann (PPD/UR).

Le casse di compensazione (CAF) versano ogni anno complessivamente 5,8 miliardi di franchi a 1,1 milioni di persone. Tuttavia gli assegni famigliari sono finanziati attraverso una percentuale del salario prelevata dal datore di lavoro, che non è fissata in modo uniforme, ma varia in modo considerevole (tra lo 0,10 e il 3,36% del salario soggetto all'AVS), da qui la necessità di prevedere una compensazione.

Con la perequazione degli oneri, chiesta dalla mozione, le aliquote sarebbero ripartite più equamente fra tutte le CAF di un cantone.

Attualmente la decisione di introdurre tale perequazione per gli assegni familiari è lasciata ai Cantoni: in 16 hanno deciso di introdurla parzialmente o integralmente, mentre 7 hanno scelto di non adottarla. In Ticino e a Berna la sua introduzione è già stata decisa ma non ancora realizzata, mentre a Zurigo e a Basilea Città sono in corso discussioni, ha spiegato il ministro della sanità Alain Berset.

Il consigliere federale ha tentato invano di convincere il plenum come a livello federale non vi fosse bisogno di legiferare in questo ambito. Berset ha invocato il federalismo: a suo avviso, i Cantoni devono avere la libertà di introdurla (anche parzialmente) o no.

Ma la maggioranza del plenum non lo ha seguito e ha deciso di accogliere la mozione. Nel marzo scorso gli Stati avevano fatto altrettanto, seppur di misura con 20 voti contro 18.

TOP NEWS Svizzera
FOTO
BASILEA CITTÀ
1 ora

Maxi rissa a Basilea, quattro feriti

La polizia ha arrestato sette persone di età compresa tra i 19 e i 44 anni: due kosovari, due algerini, un macedone, un serbo e un libico

ZUGO
2 ore

Quando il bottino ammonta a 1'200 bastoni di hockey

Strana rapina giovedì notte nel canton Zugo. Due malviventi hanno assaltato un negozio di sport a Baar, ma non sono riusciti a fuggire con il malloppo per l'intervento della polizia

VIDEO
BERNA / VALLESE
4 ore

Una valanga di nebbia sul Grimsel, la natura è affascinante

Secondo il meteorologo «sono create da masse di aria fredda sufficientemente umide e vento che soffia perpendicolare a una catena montuosa»

BASILEA /THAILANDIA
15 ore

Pedofilo basilese viene graziato dal Re thailandese e si volatilizza

L'uomo era stato condannato a 5 anni e 11 mesi di carcere. Ma la grazia ricevuta nel Paese asiatico, in cui vive da 20 anni, non è valida in Svizzera

GRIGIONI
17 ore

Tragico incidente: muore motociclista 19enne "con la L"

Il ragazzo è caduto mentre affrontava una curva, andando a schiantarsi con violenza contro la barriera di sicurezza

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile