Keystone
SVIZZERA
18.01.18 - 16:300
Aggiornamento : 17:41

Gioco d’azzardo, depositato il referendum

Quasi 60’000 firme sono state depositate contro la nuova legge federale sui giochi in denaro, che prevede un blocco generalizzato degli accessi a pagine straniere di giochi online

BERNA - Il referendum contro la nuova legge federale sui giochi in denaro (LGD) è stato depositato oggi alla Cancelleria federale con quasi 60'000 firme, ha annunciato oggi uno dei tre comitati referendari.

Gli svizzeri potrebbero quindi essere presto chiamati a pronunciarsi sulla legge che prevede un blocco generalizzato degli accessi a pagine straniere di giochi online in denaro per meglio proteggere gli utenti e favorire i gestori di strutture legali basate in Svizzera. La normativa permette inoltre ai casinò svizzeri di proporre giochi anche online.

Secondo il comitato formato da Giovani liberali radicali svizzeri, Giovani Verdi Liberali e Giovani UDC, mediante tale legge il Parlamento accetta la censura su Internet e l'isolamento digitale. Il gruppo denuncia inoltre che la normativa è stata scritta principalmente dai casinò a protezione dei rispettivi interessi.

«La legge sui giochi in denaro è il classico lupo travestito da agnello. I diritti personali e la libertà dei cittadini vengono ampiamente ridotti con la scusa di proteggere i giocatori e garantire l'AVS», afferma citato nella nota Benjamin Fischer, copresidente del comitato, sostenuto dalle due associazioni di categoria simsa (Swiss Internet Industry Association) e Swico (associazione dei fornitori ICT) e da un gruppo di fornitori internazionali dei giochi in denaro.

Con la nuova legge non vi sarebbe alcuna regolazione intelligente e i giocatori non verrebbero protetti adeguatamente, al contrario gli interessi del settore dei casinò verrebbero riversati in un unica legge, ha detto Fischer. Inoltre, lo Stato vieterebbe siti Internet legali e metterebbe a disposizione dei cittadini un elenco di offerte interne diventando un'agenzia di marketing per i casinò.

La norma non permetterebbe di dare concessioni ad aziende confederate, comprese le start-up online, ad eccezione dei casinò, ha precisato il copresidente del comitato nonché presidente dei giovani liberali-radicali Andri Silberschmidt.

«Sfrutteremo il dibattito per dimostrare che l'AVS può beneficiare di una regolamentazione liberale intelligente e che chi desidera una vera tutela dei giocatori deve respingere questa legge», ha aggiunto dal canto suo la copresidente Anaïs Grandjean.

Contro la nuova legge si battono anche altri due comitati, quello parlamentare interpartitico e quello dei Giovani Verdi. Alcuni dei loro argomenti divergono, ma tutti e tre i comitati si battono per la libertà di Internet.

In una nota, la Federazione Svizzera dei Casinò, Loterie Romande e Swisslos denunciano che la raccolta firme è riuscita con «un ingente sostegno finanziario fornito dagli organizzatori di giochi in denaro illegali che agiscono dall'estero».

Commenti
 
Valyria 1 anno fa su tio
Non vedo nessun problema in questo progetto di legge, l'iniziativa è troppo confusa. Le casse della Confederazione trarrebbero un vantaggio economico significativo se solo le case da gioco svizzere potessero essere accessibili anche online. Censurare siti basati all'estero e gestiti in modo ambiguo sarebbe solo positivo.
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
34 min
Nessun "effetto Greta", gli svizzeri volano in vacanza
Kuoni, Hotelplan, ITS Coop Travel e Knecht Reisen confermano il trend. E sono ancora molto poche le compensazioni di CO2 tramite Myclimate
VIDEO
BERNA
34 min
Il video della tempesta di neve che ha bloccato 200 persone
Venti a 180 chilometri orari. Il racconto di chi si è trovato nella tormenta
SVIZZERA
2 ore
Ex allenatore di Swiss-Ski diventa CEO di un aeroporto
Martin Rufener torna nel mondo dell'aviazione
FOTO
LUCERNA
3 ore
La tettoia finisce sui binari e il treno la centra
L'incidente si è verificato questa mattina a Escholzmatt. La causa potrebbe essere il forte vento che soffiava sulla regione
BERNA
4 ore
In 200 bloccati dalla tempesta di neve
Hanno trascorso la notte in un ristorante di montagna.
GRIGIONI
5 ore
Colpito da un cassero, gravi ferite per un operaio
Il 31enne è rimasto schiacciato sotto un peso di 250 chilogrammi
SVIZZERA
21 ore
Le chat di Whatsapp restano criptate
La Confederazione non intende obbligare i fornitori di servizi di messaggeria a rendere i dati accessibili alle autorità giudiziarie
SVIZZERA
21 ore
Accordo quadro: «Nessuna firma se non si chiariscono i punti in sospeso»
Il Consiglio federale risponde all'interrogazione inoltrata da Marco Chiesa dopo le dichiarazioni dell'ambasciatore Matthiessen
SVIZZERA
23 ore
«Malgrado le opposizioni, il 5G non è a rischio»
Il CEO di Swisscom ritiene di poter coprire entro la fine dell'anno oltre il 90% del Paese con la rete mobile di nuova generazione
SVIZZERA
23 ore
Autopostale: «Vigilanza lacunosa da parte di Berna»
La Commissione della gestione del Consiglio degli Stati punta il dito contro il Consiglio federale: «È evidente che si dovrà aumentare la vigilanza sulle aziende parastatali»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile