SVIZZERA
29.11.17 - 11:560

Foie gras, casse malati e analisi: il Consiglio degli Stati in breve

Il riassunto di tutte le decisioni prese oggi dai senatori

Nella sua seduta odierna, il Consiglio degli Stati ha:

- SPRECO ALIMENTARE: tacitamente bocciato una mozione della Commissione della scienza, dell'educazione e della cultura del Nazionale (CSEC-N) che chiedeva di semplificare le basi legali allo scopo di diminuire le perdite di derrate alimentari registrate nell'industria alimentare. Per i "senatori" gli scopi dell'atto parlamentare sono già in via di realizzazione nel quadro dell'Agenda 2030, alla quale la Confederazione ha aderito;

- FOIE GRAS E COSCE DI RANA: bocciato, con 37 voti contro 4 e un'astensione, una mozione del consigliere nazionale Matthias Aebischer (PS/BE) che chiedeva il divieto dell'import di prodotti ottenuti infliggendo sofferenze agli animali. A essere presi di mira erano le importazioni di foie gras, cosce di rana e pellicce. Gli Stati hanno invece tacitamente adottato un postulato della sua Commissione della scienza e dell'educazione del (CSEC-S) che chiede al governo di presentare un rapporto che illustri come poter rafforzare la dichiarazione obbligatoria dei metodi di produzione delle derrate alimentari che non corrispondono alle norme svizzere;

- SANGUE: bocciato, con 22 voti contro 17 e un'astensione, una mozione del gruppo PBD, e approvata dal Nazionale, che chiedeva di levare le restrizioni in materia di donazioni di sangue da parte degli omosessuali. Constatando che dallo scorso luglio anche i gay, a determinate condizioni, possono donare il sangue, la maggioranza ha ritenuto l'atto parlamentare superfluo;

- ASSEGNI FAMILIARI: rinviato in commissione, con l'incarico di studiare la questione, una mozione di Isidor Baumann (PPD/UR) che chiede la completa e obbligatoria perequazione degli oneri tra le casse di compensazione per assegni familiari;

- DISABILI: approvato un postulato della sua Commissione della sicurezza sociale e della sanità (CSSS-S) che incarica il governo di esaminare i provvedimenti atti a rimuovere gli ostacoli che rendono difficile la partecipazione delle persone disabili alla politica. Al riguardo si interesserà in particolare delle barriere architettoniche, tecniche, linguistiche e comunicative;

- LPP: sospeso l'esame di una mozione della Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio nazionale (CSSS-N) che chiede una modifica della legge federale sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l'invalidità che permetta di depoliticizzare l'aliquota minima di conversione e il saggio minimo d'interesse. I "senatori" prima di occuparsi dell'atto parlamentare vogliono aspettare il progetto governativo che sostituirà la Previdenza 2020, bocciata dalle urne il 24 settembre;

- LAMAL 1: approvato, con 24 voti contro 18, una mozione della CSSS-S che chiede di modificare l'articolo 52 della legge federale sull'assicurazione malattie (LAMal) in modo tale che in futuro, analogamente a quanto già avviene per TARMED e DRG, le tariffe delle analisi effettuate dai laboratori medici siano negoziate tra i partner tariffali. Il Nazionale deve ancora esprimersi;

- LAMAL 2: bocciato, 25 voti a 14 e 2 astenuti, una mozione di Erich Ettlin (PPD/OW) che chiedeva che venissero introdotte misure obbligatorie di contenimento dei costi non appena la media annua dei costi per assicurato dell'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS) aumenta più dell'evoluzione dei salari nominali moltiplicata per il fattore 1,1;

- LAMAL 3: bocciato, con 25 voti a 16 e 2 astensioni, una mozione di Erich Ettlin che chiedeva il rimborso da parte dell'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS) delle visite mediche e ricoveri ospedalieri all'estero su base volontaria, nonché l'acquisto di medicamenti, purché vi sia una prescrizione medica al riguardo e i prezzi siano inferiori a quelli svizzeri. Prima di introdurre eventuali nuove soluzioni, ha spiegato il consigliere federale Alain Berset, è opportuno attendere la conclusione dei lavori già in corso in materia;

- LAMAL 4: rinviato in commissione, con l'incarico di studiare la questione, una mozione di Pascale Bruderer (PS/AG) che vuole dare facoltà al governo di disciplinare l'indennizzo dell'attività degli intermediari nel settore dell'AOMS, attualmente troppo elevati. L'autoregolamentazione del settore viene ritenuta dall'argoviese tutt'altro che efficace;

- LAMAL 5: tacitamente approvato un postulato di Olivier Français (PLR/VD) che chiede al governo di presentare un rapporto sulle esigenze poste agli assicuratori malattie e ai fornitori di prestazioni. Il documento tratterà in particolare della retribuzione (obbligo di pubblicare il sistema remunerativo e l'importo percepito dai membri degli organi di direzione), dell'obbligo di trasmettere dati e dell'obbligo di disporre di una buona governance e di un organo di conformità.

Ordine del giorno di domani, giovedì 30 novembre (08.15-13.00):

- Obiettivi annuali 2018 del Consiglio federale;

- Legge federale sulla trasformazione e l'ampliamento delle reti elettriche (disegno 1, divergenze);

- Iniziativa popolare «Per la promozione delle vie ciclabili e dei sentieri e percorsi pedonali (Iniziativa per la bici)» e relativo controprogetto diretto;

- diversi atti parlamentari e iniziative cantonali sul mandato della Posta;

- Sprechi alimentari e Agenda 2030 (postulato CSEC-S e iniziativa cantonale Soletta).
 

Commenti
 
TOP NEWS Svizzera
GINEVRA
11 ore
Minacce con il coltello e furti notturni, è paura in riva al lago
Diverse persone sono state derubate lo scorso mese nei pressi di un centro autogestito a Ginevra. La polizia al momento brancola nel buio
FRIBURGO
13 ore
Le donne sono considerate meno competenti degli uomini
Nessuna evoluzione in 50 anni nei campi considerati tipicamente maschili
BERNA
16 ore
Auto elettriche: un automobilista svizzero su due è interessato a comprarne una
Lo rivela un sondaggio pubblicato dal TCS. Gli interpellati sperano che l'uso di questi veicoli protegga di più l'ambiente
SVIZZERA
17 ore
«Non c'è nemmeno spazio per uno zaino»
L'associazione traffico e ambiente stima che negli ultimi anni lo spazio per i bagagli sui treni FFS sia diminuito drasticamente
SVIZZERA
19 ore
UBS: il piano di Ermotti è di rimanere in carica fino al 2021?
Completando così 10 anni da CEO. In 8 anni alla guida di Ubs il manager ha guadagnato come un ticinese in 1400 anni
SVIZZERA
20 ore
Prima disoccupati, poi precari
Una persona su due dopo la disoccupazione trova un impiego pagato peggio, a tempo parziale o su chiamata. Lo dicono i dati dell'UST
FOTO E VIDEO
SAN GALLO
21 ore
È morta la donna travolta dal Piranha dell’esercito
L’auto sulla quale si trova l’anziana si è scontrata con un blindato. Illesi invece i militari
SVIZZERA
23 ore
Se la ricerca di lavoro è lunga, ecco come farcela al meglio
Stando a uno studio recente della compagnia di recruting americana Randstad, il tempo medio di ricerca di un nuovo lavoro si attesta attorno ai 5 mesi
ZURIGO
23 ore
Guasto all'Eurocity: passeggeri evacuati e oltre 3 ore di ritardo
Il treno proveniente da Milano si è fermato poco prima delle 19.00 nei pressi di Sihlbrugg paralizzando la tratta ferroviaria tra Zugo e Thalwil
GRIGIONI
1 gior
Dramma sulle piste, grave una bimba: «Bisogna adeguare sempre la velocità»
L'incidente avvenuto sabato ad Arosa riapre il dibattito sui baby-sciatori travolti dagli adulti, l'esperto: «Divieti e limiti non servono»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile