SVIZZERA
06.11.17 - 12:310

«Cambiare la definizione di genocidio non serve»

È la posizione della Commissione degli affari giuridici del Nazionale che, con 15 voti contro 8, propone di non dare seguito a un'iniziativa parlamentare sul tema

 BERNA - Non è necessario adeguare la definizione di genocidio specificando la necessità di accertamenti da parte di un tribunale internazionale competente. È la posizione della Commissione degli affari giuridici del Nazionale che, con 15 voti contro 8, propone di non dare seguito a un'iniziativa parlamentare sul tema.

La commissione, si legge in un comunicato odierno dei Servizi del Parlamento, condivide il parere dell'omologa degli Stati e, riferendosi a una sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo, giunge alla conclusione che quest'ultima non considera problematica la criminalizzazione della negazione di genocidio presente nella legge.

I riferimenti del tribunale di Strasburgo erano infatti solamente nei confronti di un caso specifico e non in generale contro la definizione di genocidio.

Per tale ragione, la commissione non ritiene opportuno mettere in discussione le disposizioni vigenti. L'iniziativa depositata da Yved Nidegger (UDC/GE) verrà ora trattata dal Consiglio nazionale.

Commenti
 
occhiaperti 1 anno fa su tio
Per commettere un genocido ci vogliono un sacco tanto di soldi. Perché non prevedere di perseguire non solo chi ha commesso/ordinato il genocido ma ANCHE CHI 'HA DATO I SOLDI O LE GARANZIE FINANZIARE PER COMMETTERLO????
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
48 min

Poliziotta investita, chiesta una punizione esemplare

Secondo la Federazione Svizzera dei Funzionari di Polizia, il 20enne «ha preso in conto la morte della agente»

BERNA
1 ora

Quaranta gatti sono troppi, potrà tenerne sei al massimo

Nell'appartamento c'erano grandi quantità di escrementi, l'aria era impregnata di ammoniaca, alcuni animali erano malnutriti e la loro riproduzione avveniva incontrollata

SVIZZERA
1 ora

Apple Pay accessibile anche con Visa e Mastercard

La possibilità di usufruirne viene offerta anche a chi possiede una carta di debito, una prima in Svizzera

VAUD
1 ora

Abusò della moglie, l'imam deve lasciare la Svizzera

Davanti al TF l'uomo ha invocato la protezione della sfera privata, garantita dalla Convenzione europea dei diritti dell'uomo. Ma il kosovaro non ha assimilato i valori sociali e giuridici

SAN GALLO
2 ore

Abusi, liberato l'allenatore delle ginnaste

L'uomo è sospettato di reati sessuali nei confronti di una 17enne

SVIZZERA
3 ore

Anche con un pomodorino o un chicco d'uva si può morire

L'Ufficio prevenzione infortuni mette in guarda sul rischio di soffocamento dovuto ad alimenti di piccole dimensioni per i bambini

SVIZZERA
4 ore

Evolve il mercato dell'auto: si guarda alle vendite online e al noleggio

Gli esperti analizzano il settore dopo l'introduzione di alcune novità da parte dell'azienda Auto Kunz di Wohlen

SVIZZERA
5 ore

Libra: avanti con 21 membri, firmata la carta e determinati i vertici

La missione è costruire una migliore rete di pagamento, ampliare l'accesso ai servizi finanziari essenziali e ridurre i costi per miliardi di persone che ne hanno più bisogno

SVIZZERA
5 ore

I ghiacciai raggiungono un nuovo record (negativo)

I ghiacciai svizzeri sono diminuiti del 10% in cinque anni, secondo l'Accademia svizzera di scienze naturali. Una perdita mai osservata prima

ZURIGO
8 ore

Le prostitute recensite non ci stanno: «Anche alcuni clienti sono disgustosi»

Non piacciono a tutte i forum dove si valutano le prestazioni. Ma c'è chi apprezza: «Una buona recensione significa un buon lavoro»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile