SVIZZERA
06.06.16 - 19:280

Gli Stati dicono "Sì" a Innosuisse

BERNA - La Svizzera disporrà di una vera e propria agenzia per promuovere l'innovazione. Dopo il Nazionale, anche il Consiglio degli Stati, con 39 voti contro 3, ha approvato l'istituzione del nuovo organo battezzato Innosuisse, che prenderà il posto dell'attuale Commissione per la tecnologia e l'innovazione (CTI). Il dossier torna alla Camera del popolo per l'esame delle divergenze.

Concretamente, Innosuisse avrà un compito in più rispetto alla CTI: attribuire borse di studio a diplomati delle università professionali che presentano una spiccata attitudine verso le innovazioni pratiche. Il fondo destinato a questo scopo - quattro milioni di franchi per tre anni - sarà proposto al Parlamento nel messaggio sui crediti per la ricerca e la formazione (FRI) 2017-2020.

Nel suo intervento, il capo del Dipartimento federale della ricerca (DEFR), Johann Schneider-Ammann, ha ricordato l'importanza del "triangolo d'oro" composto dalle Scuole universitarie professionali, dalle piccole e medie imprese e dagli specialisti della CTI. Ciò rappresenta un bene essenziale per la competitività della Svizzera, ha affermato.

Rispetto alla versione adottata dal Nazione, i "senatori" hanno effettuato dei cambiamenti solo in due punti. Al pari del Consiglio federale, la Camera dei cantoni ritiene che il mandato di ciascun rappresentante del Consiglio di innovazione - tra 15 e 25 persone - debba poter essere rinnovato una volta sola.

Il Nazionale ha invece chiesto di poterlo prolungare due volte allo scopo di evitare la perdita di competenze. Per il Consiglio degli Stati, tuttavia, il rinnovo regolare del consiglio è più importante. La decisione è stata adottata tacitamente.

La seconda divergenza con la Camera del popolo concerne le riserve. Gli Stati hanno tacitamente deciso che non possono superare il 10% del bilancio annuale, così come proposto dal governo. In questo modo verrebbero applicate le stesse regole in vigore per il Fondo nazionale. Il Consiglio nazionale aveva da parte sua portato questa quota al 15%.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
15 ore
«Questo virus non scomparirà più dalla nostra vita»
Gli esperti hanno evidenziato strategie e obiettivi della tracciabilità del virus. Obiettivo: Scoprire ogni singolo caso
SVIZZERA
16 ore
Coronavirus: 10 nuovi casi e un decesso in Svizzera
Il numero di contagi in Svizzera dall'inizio dell'emergenza sale a 30'746
FOTO
SVIZZERA
17 ore
Una promozione felina nell'esercito
Lili ha meritato le mostrine «per il suo efficiente servizio in favore della truppa».
SVIZZERA
18 ore
Gli averi a vista della BNS continuano a salire, ed è record storico
Ed è la 19esima volta di fila per il valore più elevato mai raggiunto, e non è detto che sia una cosa positiva
VAUD
19 ore
Crediti Covid trasferiti all'estero: sospetti di una frode milionaria
Il Ministero pubblico vodese ha avviato un'inchiesta. Una persona si trova in detenzione preventiva
SVIZZERA
19 ore
«Con l'auto il rischio di morte è 59 volte maggiore»
L'Ufficio federale dei trasporti ha pubblicato il suo ultimo rapporto sulla sicurezza dei trasporti pubblici
SVIZZERA
20 ore
Settore secondario: produzione ancora in crescita, cifre d’affari in calo
La pandemia ha avuto ripercussioni sui risultati di febbraio e marzo
ZURIGO
21 ore
Coronavirus e rimborsi, il direttore di Hotelplan critica Swiss
«Ha preso soldi dai clienti e poi ha bloccato unilateralmente il rimborso nei suoi sistemi»
BERNA
21 ore
«Servono più scorte mediche»
Jürg Schlup, presidente FMH, ritiene il materiale sanitario debba tornare ad essere prodotto in Svizzera ed Europa
BERNA
22 ore
Coronavirus: togliere alla lotta all'alcolismo per dare ai bar?
A Berna si pensa alla sospensione della tassa sugli alcolici. L'idea non piace alle associazioni contro le dipendenze.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile