BERNA
25.04.16 - 14:490

Immigrazione, forum di politica estera propone via per uscire dall'impasse

L'iniziativa "Fuori dal vicolo cieco" non suscita grandi entusiasmi.

BERNA - L'iniziativa "Fuori dal vicolo cieco", nota anche con la sigla tedesca RASA ("Raus aus der Sackgasse"), che ha l'obiettivo di abrogare dalla Costituzione federale le disposizioni del testo UDC "Contro l'immigrazione di massa", non suscita grandi entusiasmi. Ora il Forum di politica estera (Foraus) ha deciso di presentare un controprogetto diretto allo scopo di adattare l'articolo costituzionale approvato dal popolo il 9 febbraio 2014, anziché revocarlo.

Diversamente dall'iniziativa democentrista, il controprogetto - presentato oggi a Berna dal Think Tank di politica estera - salvaguarderebbe la libera circolazione delle persone. Il numero degli immigrati dipenderebbe dai bisogni del mercato e non da contingenti o da preferenze nazionali.

Le persone che vorrebbero venire in Svizzera dovrebbero soddisfare determinate condizioni, come per esempio possedere un permesso di lavoro o dimostrare che guadagnano abbastanza per essere autosufficienti. In questo modo, la Confederazione potrebbe gestire in modo autonomo l'immigrazione, rispettando la decisione di popolo e cantoni.

L'obiettivo dell'iniziativa RASA è invece di eliminare la reintroduzione dei contingenti per gli stranieri. Il testo è volutamente molto conciso: chiede semplicemente che le disposizioni introdotte il 9 febbraio 2014 (art. 121a e 197n. 11) vengano abrogate.

Secondo il Foraus, questo testo si spinge troppo lontano. Approfittando dell'iniziativa RASA, Consiglio federale e Parlamento hanno l'opportunità di proporre un controprogetto, che sarebbe una via mediana tra le iniziative "Contro l'immigrazione di massa" e "Fuori dal vicolo cieco". Secondo il Think Tank, da un lato si ridurrebbe l'immigrazione e dall'altro si rispetterebbero gli accordi bilaterali.

Per partiti è una "buona base di riflessione" - Gli autori del controprogetto hanno invitato oggi rappresentanti di PS, PPD, Verdi, Verdi liberali e PBD, affinché diano un parere sulla proposta. Annunciato in un primo tempo, un esponente del PLR ha declinato l'invito.

Secondo il consigliere agli Stati socialista Daniel Jositsch (ZH), il testo presentato è una "buona base di riflessione". Esso non contiene più il termine "contingente", che aveva suscitato le ire di Bruxelles, ma precisa che la Svizzera può gestire la sua immigrazione in funzione degli interessi economici.

Per il consigliere nazionale Beat Flach (PVL/AG), il controprogetto ha un "grosso potenziale", perché ristabilisce una sicurezza giuridica necessaria all'economia. Sulla stessa lunghezza d'onda si è espressa la sua collega popolare democratica Elisabeth Schneider-Schneiter (BL): "il controprogetto consente di gestire l'immigrazione senza mettere in discussione gli accordi bilaterali".

Tutti i parlamentari presenti hanno tuttavia affermato che occorre aspettare l'esito della votazione su un'eventuale uscita della Gran Bretagna dall'Ue - la cosiddetta Brexit - il prossimo 23 giugno, prima di portare la proposta di Foraus davanti al Parlamento.

TOP NEWS Svizzera
FOTO
SAN GALLO
20 min
Dispersi nella Thur: «Per loro non ci sono più speranze»
I corpi del 30enne e della 26enne sono verosimilmente intrappolati sotto la cascata situata fra Brübach e Henau.
SVIZZERA
1 ora
Richiamate le mountain bike «Rocky Mountain»
I triangoli anteriori potrebbero incrinarsi e dare luogo a incidenti
SVIZZERA
1 ora
Il lockdown è un ricordo, ma lo stress non se ne va
Diversi svizzeri dicono di essere più stressati rispetto a prima della pandemia.
GINERVA
2 ore
Il PLR ginevrino fa fuori Pierre Maudet
Antagonista di Ignazio Cassis nel 2017, è stato escluso dalla sezione cantonale del partito
SAN GALLO
4 ore
Trascinati via dalla corrente, riprese le ricerche
Due persone stavano attraversando la Thur, ieri, quando sono state portate via dalle acque.
ZURIGO
12 ore
Primo attacco mortale di una tigre in Svizzera, ma Irina è salva
La struttura riaprirà i battenti lunedì, ma l'area circostante il recinto delle tigri sarà momentaneamente inaccessibile
SVIZZERA
14 ore
Da lunedì obbligo di mascherina sui voli Swiss
La quasi totalità dei viaggiatori già la indossava
FOTO
SAN GALLO
14 ore
I sub alla ricerca di due persone scomparse
Sul posto è presente anche un elicottero della Rega
SOLETTA
16 ore
Se ne frega della quarantena e va al (suo) bar
Il gerente è stato pizzicato dalla polizia mentre effettuava la contabilità nel retro del suo locale di Grenchen.
GIURA
17 ore
Quarantena per 410 persone
Il periodo della limitazione è di 10 giorni dall'ultimo contatto con una persona infetta
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile