SVITTO
04.07.14 - 18:220
Aggiornamento : 30.08.18 - 09:14

Un milione di franchi all'anno da marchio "Swiss Army"

SVITTO - Il marchio "Swiss Army" contribuisce in misura decisiva al successo mondiale dei prodotti di Victorinox. Per utilizzarlo nella commercializzazione di coltelli da tasca, orologi, profumi, valige e abbigliamento l'azienda svittese paga all'esercito una licenza di quasi un milione di franchi all'anno, a seconda del volume d'affari.

L'ammontare è stato svelato da Carl Elsener junior, che guida l'impresa dal 2007, in un'intervista pubblicata oggi da "20 Minuten". Il valore aggiunto di "Swiss Army" è importante per il coltellino militare svizzero, famoso e richiesto in tutto il mondo, ha notato.

Victorinox fornisce all'esercito svizzero da 20'000 a 25'000 coltelli da tasca all'anno. Con il marchio Swiss Army Knives ne produce circa 28'000 al giorno, cui si aggiungono 32'000 altri attrezzi multifunzionali nonché quasi 60'000 coltelli da cucina o professionali. Il 90% della produzione è esportato. L'azienda dà lavoro a 19000 persone in tutto il mondo e nel 2013 ha realizzato un fatturato di 500 milioni di franchi.

Il marchio è stato registrato nel 1996 dall'allora Dipartimento militare federale (DMF). Nel 2009, il Dipartimento federale della difesa (DDPS) e armasuisse (l'impresa di armamento di proprietà della Confederazione) hanno poi concluso un contratto di licenza con Victorinox.

Attualmente almeno 41 aziende possono utilizzare i marchi "Swiss Army", "Swiss Military" o "Swiss Air Force"; alcune appartengono alla Confederazione altre a privati.



ATS
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
33 min

Lo sciopero ha fatto breccia, gli Stati vogliono più donne nelle grandi aziende

La Camera dei cantoni ha accolto l'idea (27 voti a 13) di introdurre delle "quote rosa" anche nelle direzioni delle imprese quotate in borsa e non solo nei CdA

VAUD
2 ore

La nonna non se ne capacita: «Solo qualche giorno fa stavano bene...»

Regna l'incomprensione fra i parenti della famiglia belga trovata morta ad Apples. Nel frattempo proseguono le indagini per capire cosa abbia portato al decesso di Michaël, Agnès e Ryan

GINEVRA
3 ore

Morta nel Lemano durante il nubifragio, era amica dei reali di Svezia

La 68enne svedese si trovava su una barca che sabato è affondata al largo del porto di La Belotte, a Vésenaz. È grande il cordoglio in patria

VAUD
4 ore

Le cimici dei letti aggrediscono il battaglione di zappatori carristi

Una trentina di militari presenta le punture tipiche

FOTO
GRIGIONI
4 ore

Le fiamme distruggono la stalla ma risparmiano il castello

Un violento incendio è divampato stamattina nel pressi del Castello di Ortenstein. I danni ammontano a centinaia di migliaia di franchi

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report