BERNA
08.03.13 - 12:040
Aggiornamento : 30.08.18 - 09:04

Giornata delle donne, sindacati e partiti si mobilitano

Le richieste delle donne Unia: "la parità salariale, uno stipendio minimo di 4000 franchi e un rafforzamento del sistema di previdenza vecchiaia"

BERNA - In occasione della giornata delle donne, il sindacato Unia, le Donne socialiste svizzere e il Sindacato svizzero dei servizi pubblici (SSP/VPOD) sostengono diverse rivendicazioni per l'uguaglianza uomo-donna.

Le donne dell'Unia chiedono in particolare: la parità salariale, uno stipendio minimo di 4000 franchi e un rafforzamento del sistema di previdenza vecchiaia.

Da parte loro, le Donne socialiste rivendicano l'imposizione individuale. "L'imposizione del secondo salario per le persone sposate è un ostacolo alla partecipazione alla vita attiva, soprattutto delle donne", spiega Cesla Amarelle, vicepresidente delle Donne socialiste svizzere.

Il VPOD mette invece l'accento sulla custodia dei bambini. A suo avviso, la recente votazione ha mostrato che la maggioranza degli elettori è favorevole a una politica familiare attiva. Esorta quindi cantoni e comuni a migliorare le condizioni-quadro della custodia dei bambini. Si tratta in particolare di rendere le professioni più attrattive in questo ambito.

ats

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile