Keystone
ZUGO
04.12.20 - 17:380
Aggiornamento : 21:32

Glencore, obiettivo emissioni zero nel 2050

Il Ceo Ivan Glasenberg l'anno prossimo lascerà il timone a Gary Nagle

ZUGO - Glencore vuole essere più verde: il colosso delle materie prime si è fissato l'obiettivo di ridurre le emissioni di CO2 del 40% entro il 2035, rispetto a quelle del 2019. Per il 2050 la dirigenza punta invece a emissioni zero.

«Stiamo seguendo un percorso in linea con l'accordo sul clima di Parigi», ha affermato oggi il Ceo Ivan Glasenberg in occasione di una conferenza con gli investitori che si è svolta attraverso internet.

L'obiettivo ambientale sarà raggiunto riducendo la produzione di carbone e spostando l'attenzione su altri minerali. Saranno importanti anche un minore consumo di energia nell'estrazione, nella lavorazione e nel trasporto, così come l'uso di energia a zero emissioni di CO2.

Glasenberg - che l'anno prossimo lascerà il timone a Gary Nagle: è notizia di oggi - si aspetta che la produzione di carbone del gruppo diminuisca costantemente nei prossimi anni. L'impresa si ritiene ben posizionata per gestire la transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio: materie prime come rame, cobalto, zinco, nichel e alluminio sono indispensabili in questo mutamento, ha detto il manager. Sono necessarie per costruire batterie, veicoli elettrici, reti elettriche efficienti, nonché impianti eolici e solari.

«L'obiettivo di decarbonizzare la nostra economia e la nostra società sarà raggiungibile solo con l'uso delle materie prime prodotte da Glencore», ha concluso Glasenberg.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
33 min
Frontale a Mulegns, in tre in ospedale
Fortunatamente nessuno ha riportato ferite gravi.
SVIZZERA
33 min
Covid in Svizzera: le cifre continuano a scendere
L'UFSP ha tracciato un bilancio complessivo della terza settimana di gennaio.
GRIGIONI
1 ora
La variante inglese mette "in quarantena" Arosa
Fino al 6 febbraio il collegamento con gli impianti sciistici di Lenzerheide verrà sospeso.
SVIZZERA
2 ore
Gestione della pandemia nel mondo: ecco dove si situa la Svizzera
Secondo uno studio basato su sei criteri è la Nuova Zelanda ad aver gestito meglio l'emergenza covid. Ultimo il Brasile
BERNA 
3 ore
Gas serra ridotti del 90% entro il 2050
È la strategia climatica adottata ieri dal Consiglio federale.
VIDEO
SVIZZERA
4 ore
«Condotta di volo ad alto rischio dietro lo schianto dello Ju-52»
Lo indica il rapporto finale sull'incidente, costato la vita a venti persone nel 2018, pubblicato oggi dal SISI.
FOTO
SAN GALLO
4 ore
Donna morta su un bus
Una 69enne si è sentita male ieri mattina nei pressi di San Gallo. Inutili i tentativi di salvarle la vita.
ZURIGO
14 ore
La 31enne già vaccinata, ed è subito polemica
La donna ha esibito il certificato di vaccinazione sui social. Ma ci sono over 80 ancora in attesa.
GRIGIONI
15 ore
Nuova variante identificata a scuola: pronti i test a tappeto
L'istituto sarà chiuso fino al 6 febbraio, mascherina obbligatoria nel comune
SVIZZERA
16 ore
Ritardi anche per Moderna
Lo ha confermato l'UFSP, che non ha però specificato l'effetto dei ritardi sulle forniture elvetiche
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile