Depositphotos (scovad)
Sulla scia del coronavirus gli svizzeri ambiscono ad alloggi più grandi.
SVIZZERA
13.10.20 - 09:570
Aggiornamento : 10:58

A causa del Covid si cercano alloggi dalle dimensioni più ampie

Le quota delle ricerche di unità di 3,5 locali è aumentata del 4%, quella dei 5,5 locali del 15%

ZURIGO - Sulla scia del coronavirus gli svizzeri ambiscono ad alloggi più grandi: stando a un'analisi del portale web immobiliare ImmoScout24 a partire da aprile le ricerche di appartamenti monolocali sono scese del 18%, mentre sono aumentate quelle di soluzioni a 4 stanze, che hanno ormai superato quelle a 3 locali.

L'indagine ha messo a confronto la situazione di questi mesi con i corrispondenti dati del 2019 e il risultato appare evidente. «Constatiamo un chiaro spostamento dell'interesse verso alloggi più grandi», afferma Martin Waeber, direttore di ImmoScout24, citato in un comunicato odierno. «La flessione più impressionante è quella dei monolocali e rappresenta un buon esempio di quanto sia diventato importante l'aspetto abitativo».

Le quota delle ricerche di appartamenti di 3,5 locali è aumentata del 4%, quella dei 5,5 locali del 15%. L'incremento maggiore è stato registrato per gli appartamenti con 6 o più stanze: +29% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

Secondo Waeber la ragione di questo sviluppo è da ricercare soprattutto nelle conseguenze della pandemia. Vero è che già all'inizio dell'anno si era registrata una leggera tendenza all'aumento dell'interesse per gli appartamenti più grandi. «Dopo il blocco, tuttavia, il cambiamento è stato estremo e sta continuando», sottolinea lo specialista. Le persone passano più tempo a casa e danno quindi più importanza al loro modo di vivere. Inoltre con la crisi è diventato più popolare il telelavoro, con conseguente necessità di nuovi ambienti. «Chi lavora parecchio a casa vuole avere anche il necessario arredamento, cosa che spesso richiede più spazio», spiega Waeber.

Stando all'esperto, considerata la costante crescita di prezzo degli appartamenti nelle località centrali, chi non può permettersi un alloggio più grande dovrebbe interessarsi alle periferie e alle zone più rurali. «Le forme di lavoro flessibili stanno diventando sempre più importanti e questo è un grande vantaggio quando si cerca un alloggio», sottolinea il direttore di ImmoScout24. Per le persone che lavorano sempre più da casa, il sogno di avere più spazio potrebbe così realizzarsi anche avendo a disposizione un budget ridotto.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
albertolupo 1 mese fa su tio
Alla faccia di chi vuole farci vivere in 30mq a testa.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SONDAGGIO
BERNA
13 min
«Parlarne. Trovare aiuto»: la salute mentale ai tempi del coronavirus
Il 10 dicembre si terrà una giornata per richiamare l'attenzione sulla delicata e quanto mai attuale tematica.
BERNA
53 min
C'è la conferma: primo gatto con il Covid in Svizzera
Sono diversi i casi registrati nel mondo, ma restano comunque molto rari
SVIZZERA
1 ora
Niente “pressioni estere”, stop a ulteriori restrizioni sulle piste
Il Consiglio nazionale adotta la dichiarazione contro «condizioni impraticabili»
SVIZZERA
1 ora
«Non sta andando come sperato»
Il consigliere federale Alain Berset non è contento dei numeri dell'epidemia. La "via svizzera" è in crisi?
SVIZZERA
2 ore
Orologi e gioielli, la Svizzera resta un leader indiscusso
Nel 2019, i tre gruppi elvetici più grandi erano Richemont, Swatch e Rolex.
SVIZZERA
2 ore
Materiale medico per 686 milioni
Tanto ha speso la Farmacia dell'esercito sino alla fine di agosto. Ora è attiva sul fronte dei vaccini
SVIZZERA
2 ore
In Svizzera 4'455 nuovi casi di coronavirus
Lo conferma il consueto bollettino giornaliero dell'UFSP, 80 invece i decessi e 194 i ricoveri
SVIZZERA
3 ore
Pil svizzero: quest'anno meglio del previsto, l'anno prossimo peggio
Settore farmaceutico e commercio all'ingrosso contribuiscono a migliorare le previsioni per il 2020, spiega Raiffeisen.
ZURIGO
3 ore
Sgominata una banda spacciatori nigeriani, 200 gli arresti
L'operazione si è protratta per un periodo di 5 anni.
VALLESE
3 ore
Ristoranti e bar riaprono il 14 dicembre
Consentiti anche i mercatini di Natale e le stazioni sciistiche potranno rimanere aperte con piani di protezione
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile