Depositphotos (Kzenon)
SVIZZERA
29.09.20 - 10:560

Bisognerà “insegnare” la guida automatizzata ai neopatentati (e non solo)

Lo sostiene l'upi in uno studio recente: «Un cambiamento che non avverrà dall'oggi al domani»

BERNA - La crescente automazione dei veicoli ha il potenziale di aumentare la sicurezza stradale. Ma tale sviluppo necessita anche la formazione dei conducenti, principianti o sperimentati. L'Ufficio prevenzione infortuni (upi) ha pubblicato un nuovo studio sul tema.

Il nuovo studio contiene raccomandazioni rivolte per esempio all'Ufficio federale delle strade (USTRA) e all'associazione dei maestri di guida. L'obiettivo è di sensibilizzarli meglio sulla questione, ha spiegato il portavoce dell'upi Nicolas Kesser.

I sistemi di guida “intelligenti” rappresentano una nuova sfida per la circolazione stradale. Capita spesso che i giovani conducenti disattivino i sistemi di assistenza alla guida per mancanza di conoscenze o che persone alla guida di un veicolo automatizzato diminuiscano l'attenzione.

È quindi importante, secondo l'upi, integrare nella formazione nuove competenze. I maestri dovrebbero insegnare le varie opzioni di assistenza alla guida. Se le diverse funzionalità fossero utilizzate in maniera ottimale, anche la sicurezza aumenterebbe.

Gli utenti dovrebbero inoltre conoscere i limiti di queste tecnologie. Ogni conducente rimane in effetti responsabile del proprio veicolo. Deve sempre essere pronto a reagire a situazioni critiche. Malgrado l'aiuto dei sistemi di assistenza, è fondamentale che i conducenti mantengano in qualsiasi momento la padronanza del veicolo.

Per il momento, l'insegnamento delle nuove tecnologie è ancora ai primi balbettii e dipende dall'interesse del maestro di guida. Secondo l'upi, occorre riflettere a misure più estese per tutta la categoria.

Seguire l'evoluzione tecnologica

«Il cambiamento non avverrà dall'oggi al domani», ha rassicurato Kessler. Le vetture al 100% automatizzate non saranno pronte prima di diverse decine di anni. Si tratta semplicemente di seguire l'evoluzione tecnologica e integrarla nella formazione.

L'insegnamento delle nuove funzionalità non dovrebbe limitarsi ai nuovi conducenti, ma essere rivolto a tutte le categorie d'età e di esperienza. La formazione di base relativa alle regole della circolazione stradale rimane sempre centrale.

 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
9 min
«Nostra madre dovrà lasciare la Svizzera dopo 39 anni»
A una donna congolese non verrà rinnovato il permesso di soggiorno a causa di alcune fatture non pagate.
SVIZZERA
2 ore
Oggi 750mila dosi di Moderna, lunedì arriverà anche Pfizer
Le nuove forniture permetteranno di mantenere alto il ritmo delle vaccinazioni.
FRIBURGO
2 ore
L'esercito sta disturbando gli animali selvatici friburghesi?
Un'esercitazione ha avuto luogo in un'area in cui ci sono severe restrizioni anche per gli escursionisti.
ZERMATT
4 ore
Precipita 25 metri nel crepaccio, muore un 31enne
L'escursionista è stato colto di sorpresa dal cedimento di un ponte di neve. Con lui c'erano altre sei persone.
SVIZZERA
6 ore
Future pandemie: i Cantoni chiedono un comitato specializzato
L'idea è di creare un organo composto in modo paritetico da rappresentanti dei Cantoni e della Confederazione.
FOTO
SVIZZERA
7 ore
1000 persone in marcia a Urnäsch
Il corteo era in programma a Zurigo ma all'ultimo momento è stato spostato nella località appenzellese.
NEUCHÂTEL 
8 ore
Contagiato il 23% degli allievi di una scuola
Un secondo test di massa sarà effettuato martedì tra le persone in quarantena che sono risultate negative
ZURIGO
8 ore
Donna spinta sui binari, «Ho tenuto a terra il responsabile»
Arrestato un 27enne di origini eritree. Il testimone: «Lui si è comportato come se non fosse successo niente».
SVIZZERA
9 ore
«Niente più caramelle vicino alle casse dei supermercati»
La proposta è stata accolta con favore dal Consiglio federale
TURGOVIA
12 ore
15enni su una moto rubata si scontrano con un'auto
I due adolescenti sono finiti in ospedale
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile