keystone
Boris Zürcher
SVIZZERA
10.08.20 - 10:520

«Nessuna ondata di licenziamenti»

Il dirigente della Seco Boris Zürcher è ottimista. «Molte aziende hanno superato bene la crisi»

BERNA - Anche se la disoccupazione in Svizzera è destinata ad aumentare in autunno, il direttore della divisione lavoro presso la Segreteria di Stato dell'economia (SECO) Boris Zürcher non prevede un'ondata di licenziamenti. Egli parte dal presupposto che il tasso dei senza lavoro nell'edilizia, nel turismo o nel settore alberghiero e della ristorazione aumenterà solo leggermente e a causa di fattori stagionali.

«Secondo i dati attualmente a nostra disposizione, non ci sono indicazioni che ci sarà un'ondata di licenziamenti», ha detto Zürcher in una conferenza telefonica. Ciò si spiega con il ricorso al lavoro ridotto, uno strumento utilizzato attivamente dalle aziende.

Non è invece ancora chiaro quanti dipendenti toccati dal lavoro ridotto perderanno comunque il loro posto di lavoro. Mancano infatti termini di confronto con il passato. Zürcher è però ottimista e crede che molte aziende abbiano superato bene la crisi del coronavirus. La situazione è in via di miglioramento, soprattutto per le società che operano sul mercato interno.

Secondo i dati della SECO, il lavoro ridotto ha interessato in maggio in Svizzera circa 890'000 persone. In aprile, mese caratterizzato dal "lockdown", erano oltre un milione.

Lo strumento del lavoro ridotto costa molto denaro alla Confederazione: secondo Zürcher, da marzo sono stati versati circa 6 miliardi di franchi di indennità per lavoro a tempo parziale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
1 ora
La Posta “perde” un Rolex da 8.000 franchi
Un appassionato ha acquistato l'orologio tramite Ricardo. Ma non l'ha mai ricevuto.
FOTO
SCIAFFUSA
2 ore
Con la gru “irrompe” negli uffici della polizia
Un curioso incidente si è verificato a Sciaffusa. Non si registrano fortunatamente feriti
SPAGNA / SVIZZERA
3 ore
In vacanza col morto: «L'ho amato moltissimo»
Si chiariscono alcuni retroscena del singolare viaggio interrotto la scorsa settimana dalla polizia catalana.
SVIZZERA
3 ore
«Se l'UDC vuole essere coerente, dovrebbe lasciare il Consiglio federale»
La presidente del PLR Petra Gössi risponde all'attacco di Marco Chiesa
SVIZZERA
5 ore
Keller-Sutter a favore della Legge sul terrorismo
La consigliera federale si espressa stasera nel corso dell'assemblea straordinaria dei delegati PLR
SVIZZERA
7 ore
Oltre 59'000 firme contro il "matrimonio per tutti"
Si tratta del referendum contro il testo approvato lo scorso dicembre dalle Camere federali
SVIZZERA
8 ore
«Riaprite le terrazze dei ristoranti»
È quanto chiede l'Unione delle città svizzere in una lettera al Governo federale
BERNA
10 ore
Covid, altri 5'583 contagi in Svizzera
Sono invece 146 le ulteriori ospedalizzazioni registrate nelle ultime 72 ore.
URI
10 ore
Esplosioni dei contagi, Uri corre ai ripari
Il Cantone della Svizzera centrale ha introdotto nuove misure per fermare l'avanzata della pandemia.
SVIZZERA
11 ore
Legge Covid-19: «Un no metterebbe in pericolo gli aiuti»
Il Consiglio federale invita il popolo a bocciare il referendum in votazione il prossimo 13 giugno.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile