Tipress
SVIZZERA
05.06.20 - 09:590

In maggio fallimenti in calo, ma si attende uno tsunami

Il fenomeno è dovuto al fatto che durante la pandemia le aziende non hanno potuto dichiarare bancarotta

BERNA - La crisi del coronavirus non si è ancora tradotta in fallimenti: nel mese di maggio, così come nei primi 5 mesi del 2020 sommati, il numero di aziende che hanno chiuso i battenti in Svizzera è a livelli più bassi rispetto allo scorso anno. Tuttavia, secondo il servizio di informazioni economiche Bisnode D&B, a breve si attende uno tsunami.

In maggio, il numero di fallimenti aziendali registrati nella Confederazione è diminuito del 32% a 502. Tale fenomeno, si spiega, è dovuto al fatto che le imprese non hanno potuto dichiarare la bancarotta durante questo periodo di coronavirus, così come ordinato dal Consiglio federale. Dall'inizio dell'anno, indica Bisnode in una nota odierna, a chiudere i battenti sono state 2365 aziende, in calo del 23%.

I prestiti ottenuti dalla Confederazione e il rallentamento delle attività nel periodo di crisi hanno contribuito a creare un quadro ingannevole. La situazione non è infatti positiva e ci si attende uno «tsunami di fallimenti» in Svizzera. La questione, spiega Bisnode, non è se, ma quando ciò accadrà.

A riflettere la situazione di incertezza e difficoltà è dunque il numero di nuove società: nei primi cinque mesi dell'anno il calo è stato del 9% rispetto al 2019, con una diminuzione nel solo mese di maggio del 14%.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
1 ora
Esce di strada per la neve, in auto anche il neonato
La 28enne stava percorrendo una strada sterrata quando il veicolo ha sbadato sulla carreggiata innevata
FOTO
SVIZZERA
1 ora
Record di neve in Vallese, diversi incidenti nei Grigioni
A Montana sono stati misurati 25 centimetri di manto fresco, a Davos quasi 30
FRIBURGO
12 ore
Tragedia stradale nel canton Friburgo: muore una mamma e il suo bimbo è ferito grave
La donna era finita nell'altra corsia durante una curva e ha preso in pieno un camion
SVIZZERA
13 ore
«Anche se hanno raffreddore e mal di gola, i bambini possono andare a scuola»
L'infettivologo Cristoph Berger commenta le raccomandazione dell'UFSP: «I tamponi siano solo l'ultimissima risorsa»
SONDAGGIO
SVIZZERA
15 ore
Berna in cerca di vaccini (che non ci sono)
Anche l'influenza normale dà da pensare all'Ufficio federale di sanità. Le case farmaceutiche hanno il fiato corto
SVIZZERA
16 ore
Il presidente del PS si mette in quarantena
Christian Levrat ha precauzionalmente annullato tutti i suoi impegni in attesa del risultato del test.
SVIZZERA
17 ore
Sarebbe stata la figlia a sparare e uccidere il padre
Ricostruita la dinamica della violenta lite di ieri: la ragazza è stata arrestata
SVIZZERA
17 ore
Clorato nel filetto di pangasio vietnamita surgelato, richiami in tutta la Svizzera
Il provvedimento riguarda anche un punto vendita ticinese
SVIZZERA
19 ore
Nuove raccomandazioni per i bambini sotto i 12 anni
L'UFSP ha pubblicato nuove direttive. In caso di positività al test, la procedura sarà la stessa usata per gli adulti
ZURIGO
20 ore
Cade dalla finestra di un bordello e muore
I motivi della caduta al momento non sono chiari. Ma non è la prima volta che succede.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile