Archivio Depositphotos
SVIZZERA
06.04.20 - 12:200

Due associazioni chiedono misure urgenti per le persone più povere

Avenir Suisse e ATD Quarto Mondo hanno lanciato un'iniziativa per aiutare le persone in difficoltà

ZURIGO - La sospensione temporanea delle bollette per le persone che non possono pagare l'elettricità, e l'invito agli operatori telefonici a rendere gratuiti gli abbonamenti del cellulare e di internet per assicurare a tutti la possibilità di comunicare.

Sono due delle rivendicazioni richieste da un'iniziativa lanciata oggi in una nota congiunta dal "think tank" liberale Avenir Suisse e da ATD Quarto Mondo, organizzazione non governativa che lotta contro la grande povertà. Il progetto è sostenuto anche da 28 altre associazioni, molte delle quali a carattere religioso.

Secondo i due gruppi, la situazione attuale mette in evidenza le disuguaglianze esistenti, ed è quindi necessario aiutare le persone povere ad affrontare la crisi legata al coronavirus. L'obiettivo è quello di assicurare i bisogni esistenziali di tutti.

Le due associazioni chiedono anche di garantire un aiuto finanziario d'emergenza - non burocratico e facilmente accessibile - e di offrire alloggi e servizi alle persone senza una dimora permanente, nonché istituire punti di contatto per madri single e fornire un ulteriore sostegno ai centri di accoglienza per le donne vittime di violenza.

In aggiunta, in caso di contagio da coronavirus è necessario «garantire la copertura completa da parte delle cassa malattia delle spese mediche e delle cure (compresa la franchigia) per le persone e le famiglie a basso reddito», spiegano Avenir Suisse e ATD Quarto Mondo.

Per prevenire l'aggravarsi delle disuguaglianze sociali si invitano anche le autorità a sospendere - su scala nazionale - l'obbligo di cercare lavoro per le persone che beneficiano dell'aiuto sociale e a offrire un sostegno supplementare agli studenti delle famiglie più povere.

Oltre a queste misure concrete nell'immediato, le organizzazioni chiedono una riflessione a lungo termine per garantire un'azione solidale nei confronti delle persone che si trovano a convivere con la povertà.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Zico 1 mese fa su tio
ma prima come facevano? vogliamo aiutare chi? chi è purtroppo in assistenza riceve quello che riceveva prima. chi è in disoccupazione riceve quello che riceveva prima. gli altri chi sono? sarebbe bello che le associazioni lo chiarissero per correttezza. o le associazioni qui menzinate lo fanno pro publicitas mea?
Patrick Stana Ranzoni 1 mese fa su fb
Magari almeno toglie tutte spese extra messi nelle bollette e pagare solo l uso di corrente.
tazmaniac 1 mese fa su tio
più che altro sarebbe carino, visto che si è obbligati a stare a casa, magari a mettere le tariffe notturne su tutto l'arco della giornata...
seo56 1 mese fa su tio
Ma va!!
Equalizer 1 mese fa su tio
Sospendere non serve a nulla, sospendere creerà solo un mucchio di precetti in futuro, che rovineranno di più la gente che non un sacrificio oggi.
Luther C-bass 1 mese fa su fb
Più che sospendere, per poi ritrovarsi in futuro con mille bollette da pagare, non sarebbe il caso di fare uno sconto sulle fatture acqua e luce? In questo periodo i consumi sono altissimi per nucleo familiare come altissimi gli introiti per l’Azienda. Alta richiesta, prezzi più bassi.
Luca Rino 1 mese fa su fb
Tutti che vogliono lucrare e scroccare il più possibile 🤣🤣
Gladys Je 1 mese fa su fb
Luca Rino bom va da sè che ci sono molte persone alla soglia della povertà. Vanno aiutate sicuramente, ma non so se così sia utile, dato che poi dovrebbero pagarle comunque dopo.
Elviana Ella 1 mese fa su fb
Sospendere tutte le bollette..
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 min
«Con l'auto il rischio di morte è 59 volte maggiore»
L'Ufficio federale dei trasporti ha pubblicato il suo ultimo rapporto sulla sicurezza dei trasporti pubblici
SVIZZERA
1 ora
Settore secondario: produzione ancora in crescita, cifre d’affari in calo
La pandemia ha avuto ripercussioni sui risultati di febbraio e marzo
ZURIGO
2 ore
Coronavirus e rimborsi, il direttore di Hotelplan critica Swiss
«Ha preso soldi dai clienti e poi ha bloccato unilateralmente il rimborso nei suoi sistemi»
BERNA
2 ore
«Servono più scorte mediche»
Jürg Schlup, presidente FMH, ritiene il materiale sanitario debba tornare ad essere prodotto in Svizzera ed Europa
BERNA
3 ore
Coronavirus: togliere alla lotta all'alcolismo per dare ai bar?
A Berna si pensa alla sospensione della tassa sugli alcolici. L'idea non piace alle associazioni contro le dipendenze.
SVIZZERA
16 ore
Turismo: la situazione è tesa, urgono meno restrizioni
Si è tenuto oggi il secondo vertice sul turismo dall'inizio dell'emergenza coronavirus.
GINEVRA
17 ore
Altra partitella "selvaggia", allontanate 300 persone
La polizia cantonale è intervenuta oggi al centro sportivo di Vessy.
SVIZZERA
19 ore
L'ufficio di casa te lo paga il datore di lavoro
Una recente decisione del Tribunale federale potrebbe fare scuola.
SVIZZERA
21 ore
Coronavirus: 11 casi in più, nessun decesso
Il numero dei casi positivi accertati nel nostro Paese sale a 30'736. I morti restano 1'641
SVIZZERA
22 ore
«Tenere aperto così non è redditizio»
Lo sostiene un sondaggio effettuato da GastroSuisse durante la prima settimana di riapertura.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile