Depositphotos (archivio)
Il 25 dicembre - festeggiato dal 95% della popolazione - è soprattutto atteso per passare del tempo in famiglia.
SVIZZERA
15.12.19 - 10:450
Aggiornamento : 11:47

I regali di Natale sono «poco importanti» per gli svizzeri

Solo il 3% della popolazione tra 16 e 74 anni li attende con impazienza. E uno svizzero su 10 pensa che vadano soppressi

di Redazione
ats

BERNA - Quasi tutti gli svizzeri festeggeranno il Natale, ma sono in pochi a non vedere l'ora di scartare i propri pacchi. Secondo un sondaggio dell'istituto di ricerche di mercato GfK, solo il 3% della popolazione tra 16 e 74 anni dice di attendere con impazienza le festività per ricevere i regali, mentre due su tre li trova simpatici ma non obbligatori. Un po' più del 10% pensa addirittura che vadano soppressi.

Per il 20% i regali sono indissociabili dal Natale, si legge in una nota. Al contrario, il 14% lo trascorre senza il minimo pacco, una percentuale che scende al 9% per i romandi e sale al 16% tra gli svizzero tedeschi.

Il 25 dicembre - festeggiato dal 95% - è soprattutto atteso per passare del tempo in famiglia, come evidenzia il 56% degli interrogati. Uno su cinque è invece ansioso di poter beneficiare di tempo libero lontano dal lavoro.

Circa un terzo afferma che i regali migliori sono quelli fatti dal partner. Gli uomini (42%) si sentono viziati dalla propria compagna, mentre non sempre il discorso vale anche in senso opposto (21%). In pochissimi apprezzano particolarmente i doni dei nonni (1,6%).

Sulla lista dei regali meno graditi figurano le candele profumate (18%), le calze (15%), gli utensili da cucina e i bagnoschiuma, entrambi attorno al 10%. Inevitabilmente alcuni pensieri, come i CD, sono benvoluti da chi ha almeno 50 anni, ma meno dai più giovani.

Gli svizzeri sono inoltre piuttosto reticenti a chiedere di cambiare un regalo mancato. Quattro su cinque ammettono in effetti di accettarlo in silenzio.

L'indagine di GfK è stata condotta all'inizio di dicembre presso 1002 svizzeri e non ha tenuto in considerazione il Ticino. Tre quarti degli intervistati sono svizzero tedeschi e un quarto romandi.

Commenti
 
87 1 mese fa su tio
Aspetto il 07 gennaio così tolgono lucine e addobbi vari ovunque. Noi partiamo il 23.12 per rientrare il 27 giusto per evitare il Natale e gli scambi di regalie ''obbligatorie'' non richieste. Se non fai doni e gli altri sì, non te lo dicono ma te lo fanno pesare e ti fanno passare come brutta persona. Io i regali preferisco farli durante l'anno, quando mi va e non quando me lo impone una sciocca tradizione cattolica, rimanendo coerente al mio credo religioso (ateismo). Natale festeggiato il 25 dicembre senza un vero motivo, se non il tentativo di sfruttare una festività celtica legata al solstizio di inverno, quando le giornate iniziano ad allungarsi. Anche la balla della stella cometa non regge, in quanto i nostri astronomi indicano che non ci sono comete o altri corpi celesti che transitavano dalle nostre parti nel periodo dell'anno zero (presunta nascita di Gesù).
Wunder-Baum 1 mese fa su tio
Soliti sontaggi oltralpe. Da ticinese, ma con mentalità mooooolto aperta, sono invece dell'opinione che il regalo, piccolo o grande che sia, è e fa parte della magia del Natale. I Re Magi portarono doni al bambino nella culla, forse ci si sta dimenticando anche di questo dettaglio ?
miba 1 mese fa su tio
@Wunder-Baum Sono d'accordo con te ma a metà.... Hai indubbiamente ragione ma la magia del Natale viene sempre meno a scapito del business... La magia del Natale quest'anno i supermercati l'anno avviata già a metà ottobre....
El Jardinero 1 mese fa su tio
Balle, quanta ipocrisia!
Elena Rusconi 1 mese fa su fb
Di questo articolo quello che mi fa arrabbiare che parlano degli svizzeri e dicono che non sono ststi presi in condiderazione i ticinesi che sia forse che facciamo parte del Burundi???? Assurdo neanche per una cosa cosi il Ticino è preso in considerazione...
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
ZURIGO
26 min
Sulla Limmat il risveglio è bianco... ma è un fake
Si tratta di "neve industriale". Affinché si formi, sono necessarie temperature fredde, nebbia alla giusta altezza e ciminiere industriali
SVIZZERA
1 ora
Così gli aeroporti svizzeri si preparano per il coronavirus
Tutte le misure messe in atto, soprattutto a Zurigo, anche se per ora siamo lontani dagli scanner di temperatura di Stati Uniti e Cina
SVIZZERA
1 ora
La moneta di Roger Federer torna in vendita
Swissmint ne mette a disposizione altri 37mila esemplari, il sito di vendita è subito k.o.
VAUD
3 ore
Aereo si schianta al suolo: due morti
L'incidente è avvenuto al confine con il canton Friborgo
SONDAGGIO 20 MINUTI
4 ore
Alloggi e omofobia: come voterete il 9 febbraio?
Tra poco più di due settimane i cittadini saranno chiamati alle urne. Partecipate al nostro sondaggio
SVIZZERA
10 ore
Un accordo con Trump: cosa porterebbe alla Svizzera?
Nell’ambito del WEF Simonetta Sommaruga ha spiegato che la Confederazione è interessata al libero scambio con gli Stati Uniti
BERNA
11 ore
Offre mille franchi a chi gli ha rubato la targa, gliela riportano
Il trentunenne vittima del furto è legato sentimentalmente a quel numero, tanto da non voler denunciare il ladro
ZURIGO
12 ore
«Make Trump small again»
È il messaggio che un cittadino ha scritto a grandi lettere sul suo prato. Nel frattempo il presidente USA è ripartito
FOTO
ZURIGO
14 ore
Proteste contro il WEF: poliziotto ferito da un razzo
Diverse centinaia di persone sono scese in piazza per una manifestazione autorizzata organizzata da giovani socialisti e giovani verdi
BERNA
14 ore
Ruba 106'000 franchi per darli a un truffatore del web
L'impiegata di banca dell'Oberland ha sottratto la cospicua somma dal conto di un buon conoscente. È stata condannata a 24 mesi con la condizionale
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile