Keystone
SVIZZERA
05.12.19 - 14:570

«BNS? Gli utili vadano agli svizzeri, sono bravi alle urne»

È l'opinione di Kurt Schiltknecht, ex capo economista della stessa banca

di Redazione
ats

ZURIGO - «Se il franco è diventato attrattivo, è anche grazie al comportamento alle urne degli svizzeri: gli utili della Banca nazionale (BNS) vanno quindi distribuiti fra la gente, e non stoccati nei caveau dell'istituto o peggio usati per progetti vari». Lo sostiene Kurt Schiltknecht, ex capo economista della stessa banca.

«Sarebbe ingiusto attribuire gli enormi guadagni della BNS unicamente alla politica monetaria orientata alla stabilità», afferma Schiltknecht in un contributo pubblicato oggi dal settimanale Weltwoche. Altrettanto importante è stata la politica fiscale ed economica praticata dal paese. «Anche il comportamento del cittadino votante elvetico, ben orientato nei confronti dell'economia e contrario ai colpi di testa, ha contribuito all'attrattiva del franco».

Secondo lo specialista - che è stato anche docente universitario, presidente del consiglio di amministrazione di Bank Leu e collaboratore dell'Ocse - fino a quando le riserve di divise rimarranno al livello attuale (quasi 780 miliardi a fine ottobre), pur tenendo conto delle variazioni dei corsi la BNS dovrebbe essere in grado di realizzare un utile di oltre 10 miliardi all'anno (nei primi nove mesi del 2019 il profitto è stato di 51 miliardi). «Questi guadagni devono andare a beneficio di larghe cerchie della popolazione», si dice convinto il 78enne.

Una possibilità sarebbe quella di far confluire il denaro, sotto forma di titoli esteri, in un fondo di riserva AVS o in un altro fondo di riserva statale. Questo sarebbe giustificato anche dal fatto che l'attuale politica espansiva della BNS e gli interessi negativi hanno portato a un'immotivata ridistribuzione di redditi e patrimoni: dei tassi bassi o sotto zero approfittano infatti in primo luogo i proprietari immobiliari e gli azionisti, nonché i debitori, mentre i risparmiatori vengono gabbati.

Completamente sbagliato, secondo Schiltknecht, sarebbe per contro usare gli utili della BNS per un qualunque progetto statale o per finanziare la spesa corrente, sia anche quella dell'AVS: il finanziamento di questa opera previdenziale deve infatti poggiare su basi solide a lungo termine. Questo perché prima o poi arriveranno i tempi in cui gli investitori stranieri faranno scendere le loro posizioni in franchi.

Errato sarebbe pure lasciare i profitti alla BNS: per Schiltknecht farli al contrario confluire in fondi di riserva dello stato destinati a far fronte a eventi imprevisti permetterebbe di mostrare ai cittadini quanto sia importante rimanere ancorati a una politica economica e monetaria stabile. Sarebbero anche più chiari i rischi che si assumerebbero abbandonando la rotta per lasciarsi andare all'attivismo in campo fiscale, economico o di protezione del clima, conclude l'esperto.

Commenti
 
Led Swan 1 mese fa su fb
Non mi risulta sia stato il popolo a decidere di imporre il cambio a 1.20 a suo tempo e neppure che la popolazione abbia potuto esprimersi riguardo al continuo acquisto di carta straccia (euro) per mantenere l'attuale cambio attorno al 1.10. In realtâ si sta semplicemente favorendo le industrie di esportazione le quali, da quanto si può vedere, trasferiscono parte o tutta la produzione in altri paesi perchê non sarâ il cambio 1.10 o 0.90 che potrà entrare in concorrenza con i salari dei paesi dell'est Europa.....
Gus 1 mese fa su tio
Visto che dice cose sensate non lo seguirà nessuno, soprattutto PS ( che vuole sempre più tasse) e UDC (che vuole sempre meno uscite)
Mattiatr 1 mese fa su tio
La banca nazionale Svizzera è una SA di proprietà di privati, cantoni, e banche cantonali. Di conseguenza non spetta alla confederazione richiedere gli utili della stessa.
Arminda Armi 1 mese fa su fb
L opinione del Sig. Schittknechtn ,penso che sia condivisa da una grande fetta della popolazione , ma ,? -ci sono tanti ma, a cominciare , dai partiti politici, agli imprenditori, ai cantoni, ai comuni ,da chi da sempre si aspetta e conta su una parte di questi utili ,per finanziare le spese correnti,e ha già messo in preventivo una somma consistente e in mancanza della stessa non è in grado di far quadrare i conti. Poi ci sono gli altruisti che vorrebbero aumentare i contributi a fondo perso da destinare all estero . In poche parole al cittadino Svizzero tocchera sempre il 2 di picche , pagare e stare a guardare.. 🥺.
GI 1 mese fa su tio
tutto bene nella misura in cui questi utili non siano quelli realizzati sulla carta (valutazione degli attivi/passivi) come spesso è il caso !!
Sandro Curcio 1 mese fa su fb
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
38 min
Givaudan: vendite e utili in crescita anche nel 2019
Agli azionisti verrà proposto un dividendo di 62 franchi, 2 in più che per l'esercizio precedente
ZURIGO
1 ora
Nel corso del processo scatta la rissa
Il padre di un 35enne accusato di omicidio avrebbe tirato un pugno all'altro imputato durante una pausa
SVIZZERA/CINA
8 ore
Le multinazionali elvetiche in Cina: «Lavorate da casa e lavate le mani»
Le aziende stanno monitorando attentamente la diffusione del virus della nuova polmonite cinese
ZURIGO
12 ore
«La neve industriale è comune vicino agli inceneritori»
A tu per tu con una meteorologa sul fenomeno che stamani ha interessato la regione di Zurigo: fiocchi di neve, che però non erano di vera neve
FOTO E VIDEO
SVIZZERA
13 ore
Ecco la più piccola moneta d'oro del mondo
Realizzata dalla zecca federale, ha un diametro inferiore ai tre millimetri e pesa solo 63 milligrammi
ARGOVIA
13 ore
Figlia sottratta alla madre, pene sospese per il padre e la nonna
La vicenda era balzata alla ribalta della cronaca nel maggio del 2015 quando la bimba fu rintracciata in Francia con la donna
ZURIGO
17 ore
Proteste anti-WEF, poliziotto ferito
Un agente zurighese è stato colpito all'occhio da un razzo pirotecnico, riportanto lesioni «non irrilevanti»
ZURIGO
19 ore
Ragazza investita mentre attraversava le strisce
La giovane di 17 anni è rimasta gravemente ferita ieri sera a Horgen
VAUD
21 ore
Ogni giorno 50'000 spinelli fumati, ma la cocaina rende di più
Uno studio permette «di capire l'universo in cui vivono i consumatori di droga»
FOTO
ZURIGO
22 ore
Sulla Limmat il risveglio è bianco... ma è un fake
Si tratta di "neve industriale". Affinché si formi, sono necessarie temperature fredde, nebbia alla giusta altezza e ciminiere industriali
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile