Keystone
SVIZZERA
20.09.19 - 15:180

UBS e Credit Suisse, un topmanager sarebbe stato pedinato

Attivo presso Credit Suisse dal 2013, Iqbal Khan dal primo ottobre passerà a UBS. La polizia zurighese avrebbe arrestato diverse persone

ZURIGO - La polizia zurighese avrebbe arrestato diverse persone che stavano pedinando Iqbal Khan, il topmanager che il primo ottobre passerà a UBS, proveniente da Credit Suisse. Lo scrive il portale Inside Paradeplatz. L'autorità si limita a confermare l'apertura di un procedimento penale.

In un articolo odierno firmato dal noto giornalista economico Lukas Hässig, Inside Paradeplatz parla di «un giallo come a Zurigo non se ne sono mai visti». Secondo questa ricostruzione Khan - classe 1976, studi all'università di Zurigo, ex consulente Ernst & Young e attivo presso Credit Suisse dal 2013 - si sentiva pedinato e ha avvertito la polizia. Questa, con un'azione da commandos (così dice la testata) ha arrestato diverse persone, sospettate di spiare il manager. Ora gli inquirenti sarebbero alla ricerca dei mandanti.

Contattata dall'agenzia Awp, la procura zurighese si è limitata a riferire di aver avviato un procedimento penale, su denuncia del banchiere, per coazione e minaccia. «Vista l'inchiesta in corso non possiamo fornire ulteriori dettagli», ha indicato un portavoce.

A inizio luglio Credit Suisse aveva annunciato a sorpresa la partenza di Khan, responsabile delle gestione patrimoniale, per proseguire la carriera al di fuori dell'istituto. Alla fine di agosto è poi emerso che il dirigente era stato assunto dalla concorrenza: diventerà fra dieci giorni co-responsabile della gestione patrimoniale presso UBS, affiancando l'americano Tom Naratil. Il nome di Khan viene ormai già fatto anche come possibile successore del Ceo Sergio Ermotti; come peraltro quando era a Credit Suisse si era parlato del dirigente con nazionalità svizzera e origini pachistane quale potenziale nuovo presidente della direzione al posto di Tidjane Thiam.

Inside Paradeplatz sottolinea come non sia per nulla usuale che un topmanager bancario riprenda così in fretta la carriera in un altro istituto, addirittura presso un concorrente diretto. UBS ha versato a Khan anche i 4 milioni di franchi che il manager avrebbe ottenuto dal suo ex datore di lavoro Credit Suisse se vi fosse restato, mostrando quindi che voleva assolutamente averlo. Secondo il portale zurighese Khan deve aver avuto carte molto buone nei negoziati di uscita con Thiam, anche perché probabilmente il periodo di disdetta del contratto di lavoro sarebbe stato di sei mesi: Inside Paradeplatz a questo punto avanza supposizioni sul tema.

TOP NEWS Svizzera
VAUD
3 ore
Dipendenti comunali licenziati per essere riassunti
Accade a Losanna. Il nuovo contratto riduce di 10 minuti la giornata lavorativa. E ridotto è pure il salario
SVIZZERA
3 ore
Più di 2000 operatori sanitari infetti in Svizzera
È quanto stabilito da un'indagine dei principali ospedali in tutto il paese
SVIZZERA
5 ore
La disoccupazione di lunga durata raddoppierà nel 2021
Secondo un esperto del mercato del lavoro a incidere negativamente sarà la crisi del coronavirus
BERNA
6 ore
Con il coronavirus è crollata la vendita di vino
Il motivo? I ridotti contatti sociali spingono a consumare meno alcool
ZURIGO
7 ore
Addio al sogno di una casa propria per i prezzi alle stelle
Le differenze tra 20 anni fa e oggi: ora ci si può permettere la metà dello spazio
BERNA
7 ore
L'Onu critica il progetto svizzero contro il terrorismo
La questione è se una detenzione preventiva sia conforme alla Convenzione europea dei diritti dell'uomo
BERNA
9 ore
Berna assicura: i caccia costeranno meno del previsto
Armasuisse stima spese più basse anche di 6 miliardi rispetto a quanto calcolato dagli oppositori.
BERNA
11 ore
Coronavirus: l'effetto delle misure di contenimento fase per fase
Il Poli di Losanna ha studiato ciò che ha funzionato finora. Incognite sull'effetto della riapertura dei commerci.
BERNA
11 ore
Coronavirus: +17 casi in Svizzera
Non si registra alcun nuovo decesso legato al Covid-19.
BERNA
12 ore
Swisscom: «Ci saranno sempre dei guasti»
Il ceo sottolinea che ogni intervento sulla rete è come un cambio di ruote in corsa: «C'è sempre un rischio».
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile