keystone (archivio)
BERNA
05.09.19 - 07:570
Aggiornamento : 10:43

Il Pil svizzero ha rallentato nel secondo trimestre

Dello 0,1% rispetto ai primi tre mesi del 2019, la causa un terziario altalenante, meno investimenti e costruzioni

BERNA - La crescita economica svizzera è rallentata nel secondo trimestre del 2019, con una progressione del prodotto interno lordo (Pil) pari allo 0,3% - dopo lo 0,4 % (rivisto) del periodo gennaio-marzo. Lo indica una nota odierna della Segreteria di Stato dell'economia (SECO). Come in altri Paesi europei la domanda domestica ed estera si è sviluppata debolmente. Ne hanno risentito in particolare i rami del terziario.

Gli analisti consultati dall'agenzia AWP prevedevano uno stallo del Pil (0,0%) o una crescita dello 0,4%.

Tornando ai dati resi noti dalla SECO e scendendo nei dettagli, nel periodo in rassegna i consumi privati sono aumentati dello 0,3%, seppur un po' al di sotto della media, complici le spese per la sanità, l'abitazione e l'energia. Deboli invece i consumi dello Stato (+0,1%), mentre sono mancati stimoli sul fronte degli investimenti nelle costruzioni (-0,1%). Di rimando, la creazione di valore nel ramo edilizio ha praticamente marciato sul posto (+0,1%), precisa la SECO.

Sviluppo negativo anche per gli investimenti nei beni di equipaggiamento, che hanno dovuto accusare il colpo (-1,0%). Gli investimenti in macchinari, in particolare, sono nuovamente diminuiti: un clima di incertezza pesa infatti sulle attività di investimento delle imprese.

Frenati dalla domanda interna generalmente debole e dal leggero calo delle esportazioni di servizi (-0,2%), nel secondo trimestre alcuni rami importanti del terziario hanno perso dinamicità. Dopo un inizio anno positivo la creazione di valore nel commercio è di nuovo rallentata (-0,3%), come del resto nel ramo dei servizi alle imprese (-0,1%). Dal canto loro, il settore alberghiero e della ristorazione (+2,6%) e il ramo finanziario (+0,7%) hanno guadagnato terreno.

A differenza di altri Paesi europei, da aprile a giugno il settore industriale ha apportato un contributo significativo alla crescita del Pil. Nel settore manifatturiero (+1,3%) la creazione di valore è quasi riuscita a ritrovare la crescita dinamica del trimestre precedente, sottolinea ancora la SECO.

Sono aumentati, in particolare, i fatturati e le esportazioni del settore chimico-farmaceutico. Viceversa altri rami industriali, come quelli dei macchinari o dei metalli, hanno subìto un contraccolpo, in linea con i più recenti sviluppi a livello internazionale. Complessivamente le esportazioni di beni (esclusi oro non monetario e oggetti di valore) sono leggermente calate (-0,8%). Nello stesso tempo sono diminuite anche le importazioni di beni e servizi (-0,6%).

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SONDAGGIO
ZURIGO
6 ore
Animali domestici, quanto mi costano?
Cani, gatti o cavalli: possederli richiede tempo e denaro.
GRIGIONI
11 ore
Cerca di fermare i cavalli, bimba perde parte del dito
Stava tenendo una cordicella di recinzione, quando uno degli animali ha sfondato l'ostacolo
BERNA
11 ore
Fanno esplodere un bancomat, ripresi da un cellulare
Tre esplosioni per arrivare al distributore automatico dei soldi. Due ladri per un colpo perfetto
ZURIGO
13 ore
Identificato l'uomo caduto dalla finestra di un bordello
È un giovane di 28 anni la vittima dell'incidente avvenuto venerdì mattina nel centro storico di Zurigo.
SVIZZERA
13 ore
Posto di lavoro: aumenta l'incertezza fra gli over 50
Lo conferma un sondaggio effettuato dallo specialista del settore Rundstedt
SVIZZERA
15 ore
Altri 782 casi, 26 ricoveri e 2 decessi in 72 ore
Il 3.4% dei tamponi effettuati tra venerdì e domenica è risultato positivo al Covid-19.
SVIZZERA
16 ore
L'ex tassista ai vertici della Seco
Boris Zürcher ha fatto una carriera fuori dal comune. Oggi guida la Divisione lavoro a Berna. Lo abbiamo intervistato
SVIZZERA
16 ore
Congedo paternità, per UBS sono quattro settimane
Il colosso bancario si vuole dimostrare un datore di lavoro attrattivo
VAUD
17 ore
Deraglia un treno alla stazione di Echallens
Fortunatamente non c'erano passeggeri a bordo, ma non sono mancati i disagi.
SVIZZERA
17 ore
Le donne avrebbero abbattuto i jet
Il 55% delle votanti di sesso femminile avrebbe fatto a meno dell'acquisto dei nuovi aerei militari.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile