Deposit
SVIZZERA
11.06.19 - 11:410

Banche: disparità salariali in aumento tra uomini e donne

Le impiegate degli istituti di credito svizzeri guadagnano in media il 23,6% in meno dei colleghi maschi, denuncia l'Asib

ZURIGO - Gli impiegati di banca guadagnano di più oggi che due anni or sono, ma degli aumenti in busta paga approfittano più fortemente gli uomini che le donne. Ciò rafforza ulteriormente la già elevata disparità salariale nel settore.

Nel 2019 la retribuzione mediana - bonus inclusi - ammonta a 115'000 franchi, 3'250 in più del 2017, secondo l'ultimo sondaggio condotto dall'Associazione svizzera degli impiegati di banca (ASIB) assieme all'istituto onlineumfragen.com cui hanno partecipato 4'725 addetti.

In Ticino essa si attesta a 108'047 franchi, in progressione solo dell'1% a causa di una contrazione del 35,2% dei bonus. A titolo di confronto, a Zurigo la remunerazione mediana complessiva è di 128'500 franchi (+2,8%) e a Ginevra di 129'000 franchi (-2,1%).

Dal 2009 ad oggi si nota una chiara tendenza al rialzo, che riguarda diversi livelli gerarchici, regioni e categorie bancarie. Ma si delineano anche grandi divergenze tra uomini e donne: queste ultime guadagnano in media il 23,6% in meno dei colleghi maschi, un valore che supera di quasi dieci punti percentuali la media svizzera, che secondo l'Ufficio federale di statistica (UST) si attesta al 14,6% nel settore privato.

Tra i salari fissi la differenza è salita dal 20,7 al 22,2%: un'inversione di tendenza spiacevole, afferma l'ASIB in un comunicato odierno. Nel 2017 la disparità salariale era infatti ancora diminuita rispetto a due anni prima.

Complessivamente tra il 2017 e il 2019 gli stipendi fissi sono cresciuti del 2,9% o 3'000 franchi. Ma gli aumenti sono avvenuti soprattutto su base individuale: quasi due terzi degli interrogati ha indicato di non essere stato confrontato a variazioni.

Anche i bonus sono saliti, ma pure questi sono stati attribuiti in maniera molto individuale. Il 31,8% dei partecipanti al sondaggio ha ricevuto bonus più elevati, il 28,2% più bassi. La ripartizione è incomprensibile per molti dipendenti, rileva l'ASIB.

Ed è proprio per i bonus che la disuguaglianza tra uomini e donne è maggiore: i primi hanno ottenuto in media il 36% in più delle seconde, a fronte di un divario del 30,8% nel 2017.

Le divergenze salariali nel settore bancario crescono con l'aumento dell'età e degli anni di servizio: uomini che hanno lavorato per oltre 20 anni presso lo stesso istituto ricevono quasi il 40% di bonus in più di donne con la stessa esperienza.

I risultati del sondaggio non rappresentano una prova scientifica di disparità salariali discriminatorie, afferma l'associazione. Tuttavia si riconoscono tendenze chiare in linea con quelle di altre indagini, ad esempio dell'UST.

Le banche devono fornire una spiegazione su tali differenze, scrive l'ASIB, secondo cui le analisi salariali che le aziende saranno obbligate ad effettuare dal prossimo anno dovranno essere trasparenti e comprensibili.

Dal sondaggio emerge anche che il 36,7% dei partecipanti si sente esaurito dopo una giornata di lavoro e che un quarto non riesce a rigenerarsi veramente nel tempo libero e ha paura per il suo futuro - una situazione cui i dipendenti delle grandi banche sono maggiormente confrontati che quelli delle altre categorie di istituti. Si tratta anche di un tasso molto più elevato che in altri settori economici: secondo la Segreteria di stato dell'economia (SECO) solo il 12% dei lavoratori in Svizzera afferma di essere insoddisfatto delle proprie condizioni di lavoro.
 
 

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
11 min
Stop alla triturazione dei pulcini vivi
La decisione è stata presa oggi dal Consiglio federale. La procedura sarà vietata a partire dal prossimo 1° gennaio
SVIZZERA
18 min
San Gallo ristruttura i suoi ospedali
Cinque dei nove nosocomi a vocazione locale saranno ridotti a centri per urgenze con alcuni letti. 60-70 posti saranno cancellati, ma il taglio dovrebbe avvenire tramite fluttuazioni naturali
SVIZZERA
56 min
È così che l'assassino Zoran P. ha ingannato le autorità svizzere
Fuggito dal carcere in Bosnia, si era rifatto una vita in terra confederata. I vicini sono scioccati
BERNA
2 ore
Da Coop niente più sacchetti di plastica gratis
L'iniziativa interessa Coop Edile+Hobby, Coop City, Interdiscount, Fust, Coop Vitality e Import Parfumerie
SVIZZERA
4 ore
Assassino plurimo latitante da 24 anni, viveva in incognito in Svizzera
In Bosnia aveva rapinato e ucciso una famiglia negli anni '90, era evaso e fuggito nella Confederazione dove si era sposato. Lunedì è stato rimpatriato
LIECHTENSTEIN
11 ore
Una Ferrari rubata rispunta dopo dieci anni
La vettura, sparita nel 2009 nel principato, è stata ritrovata a Londra
ITALIA / LUCERNA
13 ore
Cristiano Ronaldo? No, un 25enne lucernese
Il video che ritrae il "giocatore" a Torino ha totalizzato quasi quattro milioni di visualizzazioni. «L'idea mi è venuta questa estate, quando due ragazze mi hanno scambiato per CR7»
FRIBORGO
16 ore
La fattura (milionaria) che Migros contesta
Il colosso della distribuzione ha pagato 1,7 milioni di franchi all'imprenditore Damien Piller. Ma ora vuole indietro i soldi
FOTO
VALLESE
16 ore
Il San Bernardo con una madrina molto speciale
Karin Keller-Sutter quando ha visto Zeus, 70 centimetri per 45 chili, ha detto «è il mio cane»
SVIZZERA / ITALIA
17 ore
Turista svizzera scomparsa e ritrovata «in stato confusionale»
La giovane aveva mandato un messaggio vocale in cui chiedeva aiuto a un'amica. Qualche ora dopo è stata ritrovata in stato di shock. Non si esclude che abbia subito violenze
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile