DepositPhotos
SVIZZERA
31.05.19 - 09:380

Commercio al dettaglio, si continua con il "segno meno"

Le vendite svizzere continuano a calare. Si conferma la tendenza in atto da novembre

BERNA - Aprile leggermente negativo per i negozi svizzeri, che hanno visto le vendite continuare a calare, confermando una tendenza in atto da novembre: nel quarto mese del 2019 il giro d'affari del commercio al dettaglio è sceso su base annua dello 0,1% in termini nominali.

Prendendo in considerazione i giorni di vendita e i giorni festivi, il fatturato nel periodo di riferimento è diminuito dello 0,7% in termini reali (cioè tenendo conto del rincaro) rispetto ad aprile 2018, ha indicato l'Ufficio federale di statistica (UST) in una nota odierna. In confronto a marzo il volume delle vendite destagionalizzato è invece cresciuto dello 0,4% in termini reali.

Escludendo i distributori di benzina e tenendo conto delle correzioni in base all'effetto dei giorni di vendita e di quelli festivi, in aprile il giro d'affari è diminuito dello 0,2% (-0,6% in termini reali) rispetto allo stesso periodo del 2018.

La vendita di derrate alimentari, bevande e tabacchi ha però registrato una progressione dell'1,9% in termini nominali (+0,9% in termini reali). Il comparto non alimentare nel periodo di riferimento ha invece segnato una diminuzione del 2,1% (-2,0% in termini reali).

La statistica, fornita mensilmente dall'UST, si basa sui dati di un campione di circa 4000 aziende attive nel settore del commercio al dettaglio in Svizzera. Le imprese più piccole vengono invece consultate a intervalli trimestrali in merito al loro fatturato mensile.

Commenti
 
anndo76 4 mesi fa su tio
per forza con i prezzi assurdi e ingiustificati che fanno.....ovvio che si va' oltre confine, amazon etc
matteo2006 4 mesi fa su tio
Giusto l'altro ieri mi chiedevo chissà che non uscirà qualcuno a lamentarsi dei giorni festivi proprio di giovedì con apertura fino alle 21 e il mancato introito.
rav4fun 4 mesi fa su tio
Parole sante! ogni paesino, regione, nazione, continente.... e pianeta (perché no?!)......, ha i suoi deficienti!
Tato50 4 mesi fa su tio
Adesso con quello che danneggia le auto ticinesi davanti al Bennet, ci sarà una ripresa ;D Quell'imbecille non ha capito che molti portano soldi che aiutano l'economia del Belpaese ? Spero che i danneggiati facciano riparare le auto in Ticino per "compensazione" ;-((
miba 4 mesi fa su tio
@Tato50 Ciao Tato50, secondo me però e da vedere PERCHÉ
Tato50 4 mesi fa su tio
@miba Ciao "miba"; ho seguito poco la faccenda e non ho ancora capito le motivazioni che portano quell'individuo a fare tutto questo. Ho letto diverse versioni ma nessuna coincideva. Quel giorno che lo beccheranno ne sapremo di più. La mia, davanti a Supermercati italiani non la righerà mai ! Magari me la ritrovo oggi danneggiata nei posteggi della Migros-;))
miba 4 mesi fa su tio
@Tato50 Né lo condivido né tanto meno lo giustifico (ci mancherebbe!!!) però ultimamente leggo spesso di automobili targate TI in posti per disabili ed i cui conducenti si dimostrano anche arroganti e prepotenti.... Per carità, ora non apriamo un dibattito se i conducenti sono nostrani oppure no... :):):)
Tato50 4 mesi fa su tio
@miba L'arroganza e la maleducazione non hanno nazionalità ;-))
gmogi 4 mesi fa su tio
@miba Provate a stare un po’ davanti alla posta di Stabio e vedrete quante auto targate Italia si fermano nei posteggi per disabili. Anche auto sempre (It) con il cartellino, ma quando scendono probabilmente sono disabili solo nel cervello o lo usavano per portare in giro il bisnonno. Quindi ogni mondo è paese basta essere fuori dal proprio
curzio 4 mesi fa su tio
@miba Nei paesi civili, se un'auto è posteggiata dove non potrebbe o se viene commessa un'infrazione, viene comminata una multa oppure l'auto viene rimossa su ordine delle autorità competenti. Nei paese incivili si procede con la giustizia sommaria, atti di vandalismo, vendette personali ecc. Vedi, non è questione di nazionalità. È questione di civiltà e mentalità.
miba 4 mesi fa su tio
@curzio Hai ragione, infatti mi risulta che a Corcapolo quando c'è la stagione dei funghi le auto con targhe italiane si ritrovano periodicamente le gomme tagliate. Ma comunque tütt a posct, Ticino paese di civili, il resto del mondo è incivilizzato rispetto a noi. Grazie per il tuo prezioso contributo.... :):):)
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VAUD / ZURIGO
50 min
Aggredì un'operatrice con una roncola: pena confermata
La 38enne ivoriana dovrà scontrare 18 anni. Il fatto avvenne in un centro per richiedenti asilo di Embrach nel 2015
GINEVRA
1 ora
Curdo si cosparge di benzina e si dà fuoco
È successo davanti all'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. L'uomo è stato ricoverato al CHUV di Losanna
SVIZZERA
2 ore
Stop alla triturazione dei pulcini vivi
La decisione è stata presa oggi dal Consiglio federale. La procedura sarà vietata a partire dal prossimo 1° gennaio
SVIZZERA
2 ore
San Gallo ristruttura i suoi ospedali
Cinque dei nove nosocomi a vocazione locale saranno ridotti a centri per urgenze con alcuni letti. 60-70 posti saranno cancellati, ma il taglio dovrebbe avvenire tramite fluttuazioni naturali
SVIZZERA
3 ore
È così che l'assassino Zoran P. ha ingannato le autorità svizzere
Fuggito dal carcere in Bosnia, si era rifatto una vita in terra confederata. I vicini sono scioccati
BERNA
4 ore
Da Coop niente più sacchetti di plastica gratis
L'iniziativa interessa Coop Edile+Hobby, Coop City, Interdiscount, Fust, Coop Vitality e Import Parfumerie
SVIZZERA
6 ore
Assassino plurimo latitante da 24 anni, viveva in incognito in Svizzera
In Bosnia aveva rapinato e ucciso una famiglia negli anni '90, era evaso e fuggito nella Confederazione dove si era sposato. Lunedì è stato rimpatriato
LIECHTENSTEIN
13 ore
Una Ferrari rubata rispunta dopo dieci anni
La vettura, sparita nel 2009 nel principato, è stata ritrovata a Londra
ITALIA / LUCERNA
15 ore
Cristiano Ronaldo? No, un 25enne lucernese
Il video che ritrae il "giocatore" a Torino ha totalizzato quasi quattro milioni di visualizzazioni. «L'idea mi è venuta questa estate, quando due ragazze mi hanno scambiato per CR7»
FRIBORGO
18 ore
La fattura (milionaria) che Migros contesta
Il colosso della distribuzione ha pagato 1,7 milioni di franchi all'imprenditore Damien Piller. Ma ora vuole indietro i soldi
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile