Keystone
SVIZZERA
29.05.19 - 10:300

Richemont, di lusso anche le paghe dei dirigenti: oltre 5 milioni al Ceo

Complessivamente le nove persone che hanno fatto parte della direzione hanno ricevuto 30,4 milioni di franchi, a fronte dei 26,8 milioni dell'esercizio precedente

GINEVRA - Anche le paghe sono di lusso presso il gruppo Richemont, perlomeno nei piani alti dell'azienda: nell'esercizio 2018/2019 (chiuso a fine marzo) Jérôme Lambert, il manager 50enne franco-svizzero che ha assunto in autunno la guida della società e che prima era capo operativo (Coo), ha incassato compensi per 5,4 milioni di franchi.

La retribuzione più elevata, pari a 5,6 milioni, è stata però quella di Cyrill Vigneron, manager alla testa di Cartier, il marchio più importante e più conosciuto del conglomerato che nella sua "scuderia" propone altri cavalli di razza quali per esempio Dunhill, Montblanc o Piaget. Remunerazioni principesche sono andate anche al responsabile delle finanze Burkhart Grund (5,4 milioni) e a Nicolas Bos (4,9 milioni), che guida il marchio di gioielli Van Cleef&Arpels.

Complessivamente le nove persone che hanno fatto parte della direzione hanno ricevuto 30,4 milioni di franchi, a fronte dei 26,8 milioni dell'esercizio precedente. Nel consiglio di amministrazione vi è stata invece una netta diminuzione dei compensi totali, passati da 12 a 7,6 milioni, in quanto l'organo è stato decisamente ridotto. Al presidente e azionista di maggioranza della società Johann Rupert - 69enne cittadino sudafricano - sono stati attribuiti 2,7 milioni.

L'esercizio 2018/2019 si è concluso con un forte incremento delle vendite, salite del 27% a 14 miliardi di euro (il rapporto sulle remunerazioni è in franchi, ma la contabilità finanziaria è nella moneta Ue), grazie in particolare ad acquisizioni. L'utile è stato di 2,8 miliardi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
1 ora
Kuster: «Morto il primo bambino contagiato da Coronavirus»
I dati odierni: «32 nuovi casi. Il numero più alto della settimana»
SVIZZERA
4 ore
La crisi affligge anche il cioccolato, licenziamenti da Läderach
La chiusura dei negozi e l'assenza di turisti hanno pesato molto sul fatturato dell'azienda
BERNA
4 ore
Duplice omicidio di Spiez: «L'autore sarà internato»
Nel 2013 l'uomo uccise barbaramente il direttore di un istituto pedagogico minorile e la sua compagna.
ZURIGO
5 ore
«Segnalare un problema non è tradimento»
Il Cda dell'ospedale universitario ha deciso di creare una struttura esterna per proteggere i dipendenti che denunciano.
SVIZZERA
7 ore
«In arrivo un'ondata di fallimenti»
È cupa la previsione di Heinz Karrer, Presidente di economiesuisse
GLARONA
7 ore
La terra trema ripetutamente nelle Alpi glaronesi
La scossa più forte è stata avvertita nella giornata di martedì
GINEVRA
7 ore
«Covid-19 come la peste, non finirà mai»
«La medicina ha fatto una figuraccia; sbagliato dare agli scienziati un credito illimitato».
VAUD
15 ore
Con l'app di tracciamento l'attenzione sulla Svizzera è alta
Il sistema decentralizzato DP-3T attira l'attenzione di molti paesi per la protezione della privacy
SVIZZERA
17 ore
Telelavoro: detective a caccia di dipendenti indisciplinati
Non mancano le aziende che chiedono ad agenzie investigative di sorvegliare i propri collaboratori
SVIZZERA
23 ore
"Mister Covid-19" esce di scena: «È un buon momento per partire»
Dopo alcuni mesi di "lavoro straordinario", Daniel Koch va in pensione «con sentimenti positivi».
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile