Keystone
FRANCIA
21.05.19 - 12:030

L'OCSE rivede al ribasso le previsioni di crescita del PIL svizzero

L'istituzione si attende una progressione dell'1,5%, 0,1% punti percentuali in meno delle ultime previsioni

PARIGI - L'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) ha rivisto al ribasso le stime di crescita della Svizzera, in relazione al rallentamento congiunturale mondiale. Il prodotto interno lordo (PIL) dovrebbe aumentare quest'anno dell'1,0%, a fronte di un +1,6% previsto lo scorso novembre

Per il 2020, l'istituzione con sede a Parigi si attende una progressione dell'1,5%, 0,1% punti percentuali in meno delle ultime previsioni. Nel 2018 la crescita si era attestata al 2,5%.

Mentre i consumi privati dovrebbero restare solidi con tassi di espansione di rispettivamente l'1,2 e l'1,5%, le esportazioni dovrebbero stagnare quest'anno prima di salire del 3,4% il prossimo.

L'incremento dei prezzi dovrebbe restare modesto: l'inflazione è attesa a +0,5% nel 2019 e a +0,7% nel 2020, ben al di sotto degli obiettivi della Banca nazionale svizzera (BNS) di un +2% circa.

"Una progressione più debole della domanda esterna peserà sulle esportazioni e gli investimenti", indica l'OCSE nelle sue prospettive economiche. Per gli esperti parigini i consumi delle economie domestiche aumenteranno invece grazie alla solidità del mercato dell'impiego e all'aumento dei salari.

La penuria di manodopera qualificata, in particolare nei settori tecnici, scientifici e informatici, resta un problema per le aziende e il numero dei posti vacanti continua a salire. Al contempo l'immigrazione rallenta e la popolazione invecchia.

Per rimediare a questa situazione, l'OCSE raccomanda di incoraggiare le donne a formarsi di più nelle materie scientifiche, tecnologie e nell'ingegneria e di facilitare l'immigrazione in provenienza da paesi non membri dell'Unione europea.

Come altri istituti di previsione, gli economisti dell'OCSE non si attendono un inasprimento della politica monetaria da parte della BNS prima della fine del 2020. Le tensioni geopolitiche potrebbero rafforzare l'attrattiva del franco quale valuta rifugio e dunque pesare sulle esportazioni.

Le tensioni legate al commercio internazionale dovrebbero pesare sulla congiuntura mondiale. Dopo una crescita del 3,5% nel 2018, l'OCSE pronostica un aumento del PIL mondiale del 3,2% quest'anno e del 3,4% il prossimo, "nettamente al di sotto dei tassi di crescita degli ultimi tre decenni".

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
2 ore
La Confederazione teme attentati ai consiglieri federali
I componenti dell'esecutivo figurano tra i funzionari particolarmente minacciati. Secondo l'esperto, una scorta fissa sarà presto necessaria
BERNA
9 ore
Rapina a mano armata alla biglietteria FFS
Ladri in azione alla stazione di Burgdorf, nella capitale. È in corso una caccia all'uomo
ZURIGO
12 ore
Uomo gravemente ferito da colpi d'arma da fuoco
Il 32enne aveva chiamato la polizia dicendo di essere inseguito. Ancora da chiarire la dinamica dell'accaduto
SVIZZERA
15 ore
L'epica spedizione di Mike Horn e Børge Ousland è finita
Dopo quasi tre mesi fra i ghiacci dell'Artico, i due sono stati recuperati dalla nave Lance. Nonostante qualche gelone, sono in buona salute
ARGOVIA
15 ore
Incendi dolosi a Merenschwand: carcere preventivo per uno dei sospettati
Si tratta di un 37enne svizzero. Venerdì erano state fermate dieci persone
SVIZZERA
16 ore
«Gli standard sulla verdura dei supermercati sono irrealistici»
Lo sfogo di un coltivatore Bio che deve buttare metà delle sue patate perché “troppo grandi”, lui: «Nessuno si lamenta: hanno paura»
BERNA
19 ore
Sciare sulla Jungfrau non sarà per tutti
Le Jungfraubahnen intendono limitare l'accesso alle piste sopra a Wengen e Grindelwald. Questione di tutela ambientale e marketing
BERNA
20 ore
Iniziativa "Più abitazioni a prezzi accessibili": «L'opuscolo contiene errori»
L'Associazione svizzera degli inquilini chiede al Consiglio federale una rettifica urgente. Si vota il 9 febbraio
SVIZZERA
21 ore
I genitori al pronto soccorso "sclerano", sicurezza rafforzata
I numeri sulle aggressioni negli ospedali sono impressionanti: in un anno 1500 al CHUV di Losanna, 1200 all'Inselspital di Berna, 900 all'ospedale di Zurigo e 5000 all'HUG di Ginevra
SVIZZERA
21 ore
Poco spazio per lavorare: i dipendenti di Swiss protestano
Sui nuovi A320 Neo la superficie a disposizione nelle cucine di bordo sarà ancora più limitata, lamentano gli assistenti di volo. La compagnia relativizza
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile