Keystone
SVIZZERA
13.02.19 - 19:550

Specialisti cercasi, Swisscom guarda oltre confine

Il gigante delle telecomunicazioni potrebbe creare posti di lavoro altamente specializzati all'estero

ZURIGO - Swisscom sta esaminando la possibilità di creare posti di lavoro altamente specializzati all'estero. Concretamente, potrebbe essere avviata un'unità con inizialmente 40 dipendenti nei Paesi Bassi, ha riferito all'agenzia AWP un portavoce dell'operatore delle telecomunicazioni, confermando una notizia del portale online Watson.

Il motivo che ha portato a questo test è la carenza di specialisti informatici in Svizzera. Già oggi i posti di lavoro altamente specializzati nel settore TI (acronimo di tecnologia dell'informazione) rimangono vacanti per mesi, ha detto il portavoce. Dunque - ha aggiunto - non si tratta di una delocalizzazione, anche perché pure in questo caso i posti vacanti vengono dapprima pubblicati in Svizzera.

Secondo il portavoce, in questo programma è coinvolto solo un piccolo settore che richiede esperti informatici altamente specializzati, denominato DevOps in linguaggio tecnico.
 

Commenti
 
francox 1 mese fa su tio
Swisscom fa sempre più schifo.
Danny50 1 mese fa su tio
Che cambino il nome in UEcom e se ne vadano fuori dai piedi. Andremo sunrise.
Mattiatr 1 mese fa su tio
@Danny50 Va che la Swisscom è nostra, il 51% delle azioni sono di proprietà della politica. Ciò vuol dire che il CF potrebbe intervenire sulle scelte del consiglio di amministrazione. Evidentemente se non agisce è perché non c'è alternativa nel mercato lavorativo svizzero oppure che non gli interessa.
TOP NEWS Svizzera
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report