SVIZZERA / ITALIA
16.01.14 - 13:530
Aggiornamento : 22.11.14 - 16:15

Portò il figlio a Ginevra, ora deve riconsegnarlo al padre

Il Tribunale federale ha ordinato alla donna di lasciar ritornare in Italia il bambino, entro il 15 febbraio

BERNA - Il Tribunale federale (TF) ha ordinato oggi a una donna ginevrina - cittadina svizzera - di consegnare il figlio di nove anni al padre domiciliato in Italia entro il 15 febbraio. Nel novembre 2012, la madre, che viveva in Italia col marito da tre anni, si era recata a Ginevra per trascorrere il periodo natalizio. Aveva però in seguito informato il marito della sua intenzione di non ritornare nella Penisola.

 

A quel punto, il padre aveva preteso il ritorno del figlio. L'uomo non accettava il fatto che la madre ne avesse spostato il domicilio di sua iniziativa. Per questo motivo si era rivolto all'Autorità centrale italiana responsabile dell'applicazione della Convenzione sugli aspetti civili del rapimento internazionale di minori.

 

Applicando tale convenzione, entrata in vigore per la Svizzera il 1° gennaio 1984, la Corte di giustizia di Ginevra aveva ordinato lo scorso 31 ottobre l'immediato ritorno del bimbo in Italia. Tale decisione è ora stata confermata anche dal TF, che ha respinto il ricorso della madre.

 

Quest'ultima aveva sostenuto che il marito è sì un buon padre, ma che è però spesso assente. Per motivi professionali l'uomo non è presente al suo domicilio per quattro mesi all'anno, periodo durante il quale non può occuparsi del figlio, ha spiegato, invano, la donna.

 

Per la maggioranza dei giudici - tre contro due - il caso in questione non presenta quei motivi eccezionali necessari per derogare alla regola del ritorno fissata dalla convenzione. Va pertanto ripristinata la situazione esistente prima del trasferimento illecito.

 

Ats

Commenti
 
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 min
I Verdi «erano e rimangono pronti»
La candidata Regula Rytz ha reagito con toni battaglieri alla sconfitta di questa mattina, tracciando la via per il prossimo quadriennio: «Servirà un segnale ancora più forte»
FOTO
LUCERNA
3 ore
Beccate tre "auto-igloo"
La visibilità dai vetri dei veicoli era chiaramente insufficiente per circolare: «Prendetevi il vostro tempo. La sicurezza è fondamentale»
STATI UNITI
3 ore
UBS accusata di truffa: a giudizio negli USA
Il Dipartimento di giustizia accusa la maggiore banca svizzera di aver causato agli investitori perdite "catastrofiche" con crediti ipotecari residenziali
SVIZZERA
4 ore
Nessuna sorpresa, Cassis rimane al suo posto
Il consigliere federale ticinese è stato rieletto con 145 voti. Alla presidente dei Verdi Regula Rytz non è riuscita la scalata al Governo
SAN GALLO
4 ore
Pedone investito da un automobilista: erano entrambi ubriachi
L'incidente è avvenuto ieri sera a Oberhelfenschwil. Un 66enne è finito in ospedale
SVIZZERA
5 ore
Il Consiglio federale ha prestato giuramento
L’Assemblea federale ha riconfermato tutti i consiglieri uscenti. Sommaruga eletta presidente per il 2020. Tutte le cifre delle votazioni nel nostro live
SVIZZERA
7 ore
Ignazio Cassis resterà in Consiglio federale?
Il Parlamento procederà stamattina con l'elezione del Governo. La poltrona del ticinese è presa di mira dalla presidente dei Verdi Regula Rytz, che però difficilmente avrà i numeri per scalzarlo
FOTO
BASILEA
8 ore
«Nel mio panino alle noci c'era un dente»
L'incredibile ritrovamento di una signora basilese che ha decisamente perso l'appetito, e si indaga su come sia potuto succedere
GLARONA
19 ore
In 54 sul pullman e il conducente ha il 3 per mille
Un vero e proprio incubo quello vissuto da una comitiva di turisti cinesi, domani processeranno il conducente (ma lui non ci sarà)
BERNA
20 ore
Parla il nuovo Mister FFS: «Il Ticino vittima del suo successo»
Vincent Ducrot, nuovo CEO delle FFS: «Sono un ferroviere, ascolterò i desideri dei dipendenti». Guadagnerà il 20% in meno del suo predecessore: «Non fa niente». E sul Ticino: «Treni pieni? Parliamone»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile