Immobili
Veicoli
BirdLife
BERNA
25.01.22 - 10:100
Aggiornamento : 16:45

Un'aquila reale finisce contro le pale di una turbina eolica e muore

L'incidente è avvenuto nel mese di novembre sul Mont-Soleil, nel Giura bernese.

Secondo BirdLife le centrali eoliche sulle creste dell'Arco giurassiano rappresentano una «grave minaccia» per la specie, che da poco è tornata a popolare la regione. L'azienda elettrica: «Siamo dispiaciuti, ma non lo sapevamo».

BERNA - Un'aquila reale ha urtato le pale di una turbina eolica del sito del Mont-Soleil, nel Giura bernese. Secondo l'associazione di protezione della natura e degli uccelli BirdLife, l'incidente, fatale al grande rapace, costituisce il primo caso documentato in Svizzera.

A inizio novembre, un escursionista ha assistito alla scena e ha trovato l'aquila morta ai piedi della turbina, ha indicato oggi in una nota l'associazione. «La foto poi trasmessa a BirdLife certifica che si tratta di un uccello adulto, probabilmente un membro di una coppia che nidifica regolarmente sullo Chasseral (BE)», viene precisato nel comunicato.

BirdLife ritiene che l'aquila reale, come tutti i grandi rapaci, sia «particolarmente vulnerabile» sul suo territorio. Secondo l'associazione, la proliferazione di progetti di centrali eoliche sulle creste dell'Arco giurassiano rappresenta una «grave minaccia» per la specie, che ha da poco fatto ritorno nella regione.

Nel giugno 2018 l'aquila reale era infatti tornata a nidificare anche nell'Arco giurassiano: coppie erano segnalate nei cantoni Soletta, Berna (proprio nella regione dello Chasseral) e Neuchâtel (Creux-du-Van), dove il maestoso volatile era scomparso alla fine del XVIII secolo.

BKW non al corrente
Interrogata dall'agenzia Keystone-ATS, l'azienda elettrica bernese BKW - che gestisce il sito di Mont-Soleil - ha espresso il suo «profondo» rincrescimento per l'episodio di cui il gruppo è venuto a conoscenza oggi tramite il comunicato di BirdLife. Nessuna autorità competente in materia «ci ha informato dello sfortunato incidente che sarebbe avvenuto più di due mesi fa», scrive BKW.

L'azienda elettrica invita le persone che dovessero trovare un animale selvatico sofferente, ferito o morto a informare le guardie forestali. Tuttavia, «allo stato attuale, per mancanza d'informazioni, non possiamo prendere posizione», ha aggiunto il gruppo.

Condanna da associazione ambientalista
Non si è invece fatta attendere la reazione di Paysage Libre Suisse (Freie Landschaft Schweiz in tedesco). In una nota, l'associazione ambientalista chiede «una moratoria immediata di dieci anni sui progetti di centrali eoliche che minacciano le specie di uccelli protetti e distruggono la biodiversità in Svizzera».

La sua sezione regionale di Berna, Giura e Neuchâtel, Paysage Libre BEJUNE, ha a sua volta deplorato l'accaduto: «È la prova che le misure prese dai promotori degli impianti eolici destinate a evitare le collisioni con uccelli nidificanti sono inefficaci, nonostante le belle promesse».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Mat78 3 mesi fa su tio
Eolic sucks
Dalu 3 mesi fa su tio
Mi piacerebbe leggere uno studio su quanti animali muoiono a causa del nostro inquinamento derivato dalla combustione dei combustibili fossili…
Tato50 3 mesi fa su tio
Antiestetiche e pure pericolose e se vanno come quelle sul Gottardo difficilmente un uccello si uccide, a meno che sia cieco. Son quasi ferme ;-(
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 min
Iperattività da record: in aumento la richiesta di farmaci
Cinque anni fa il 50% di persone in meno veniva trattato con Ritali o principi attivi simili
BERNA
2 ore
I biker di Putin che rombano sulle strade svizzere
I Lupi della notte hanno ricevuto un riconoscimento da parte dell'ambasciata russa a Berna per il loro sostegno a Mosca
SVIZZERA
2 ore
Premio alla generosità per il terzo più ricco della Svizzera
Il miliardario 87enne Hansjörg Wyss ha ricevuto oggi il Gallatin Award da parte del consigliere federale Guy Parmelin.
SVIZZERA
6 ore
Nelle cure intense elvetiche ci sono 44 pazienti Covid
In Svizzera nell'ultima settimana sono stati accertati 10'788 casi, 12 decessi e 150 ricoveri
FOTO
GLARONA
7 ore
Il camion si ribalta, ferito un 22enne
Il braccio dell'autogru ha fatto rovesciare il mezzo.
SVIZZERA
9 ore
Gli svizzeri chiedono di tagliare l'imposta sulla benzina
È quanto emerge da un sondaggio rappresentativo di 20 minuti e Tamedia. Un gruppo di lavoro sta cercando soluzioni
SVIZZERA
11 ore
Sempre più svizzeri faticano ad arrivare a fine mese
Caritas chiede aiuti statali più sostanziosi per i nuclei familiari fragili.
SVIZZERA
11 ore
Mountain bike: «Il casco da solo non basta»
In Svizzera, ogni anno, 400 bikers si feriscono gravemente e quattro-cinque persone perdono la vita.
SVIZZERA
13 ore
Criminali espulsi dalla Svizzera? Oltre il 40% resta
Sono molti i rinvii revocati dal Ministero pubblico o dai giudici.
SVIZZERA
15 ore
Uno svizzero su tre non intende donare gli organi
Con la nuova legge sui trapianti, saranno tutti donatori. Il 36% dei cittadini vuole dichiarare di rifiutare l'espianto
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile