Immobili
Veicoli
BirdLife
BERNA
25.01.22 - 10:100
Aggiornamento : 16:45

Un'aquila reale finisce contro le pale di una turbina eolica e muore

L'incidente è avvenuto nel mese di novembre sul Mont-Soleil, nel Giura bernese.

Secondo BirdLife le centrali eoliche sulle creste dell'Arco giurassiano rappresentano una «grave minaccia» per la specie, che da poco è tornata a popolare la regione. L'azienda elettrica: «Siamo dispiaciuti, ma non lo sapevamo».

BERNA - Un'aquila reale ha urtato le pale di una turbina eolica del sito del Mont-Soleil, nel Giura bernese. Secondo l'associazione di protezione della natura e degli uccelli BirdLife, l'incidente, fatale al grande rapace, costituisce il primo caso documentato in Svizzera.

A inizio novembre, un escursionista ha assistito alla scena e ha trovato l'aquila morta ai piedi della turbina, ha indicato oggi in una nota l'associazione. «La foto poi trasmessa a BirdLife certifica che si tratta di un uccello adulto, probabilmente un membro di una coppia che nidifica regolarmente sullo Chasseral (BE)», viene precisato nel comunicato.

BirdLife ritiene che l'aquila reale, come tutti i grandi rapaci, sia «particolarmente vulnerabile» sul suo territorio. Secondo l'associazione, la proliferazione di progetti di centrali eoliche sulle creste dell'Arco giurassiano rappresenta una «grave minaccia» per la specie, che ha da poco fatto ritorno nella regione.

Nel giugno 2018 l'aquila reale era infatti tornata a nidificare anche nell'Arco giurassiano: coppie erano segnalate nei cantoni Soletta, Berna (proprio nella regione dello Chasseral) e Neuchâtel (Creux-du-Van), dove il maestoso volatile era scomparso alla fine del XVIII secolo.

BKW non al corrente
Interrogata dall'agenzia Keystone-ATS, l'azienda elettrica bernese BKW - che gestisce il sito di Mont-Soleil - ha espresso il suo «profondo» rincrescimento per l'episodio di cui il gruppo è venuto a conoscenza oggi tramite il comunicato di BirdLife. Nessuna autorità competente in materia «ci ha informato dello sfortunato incidente che sarebbe avvenuto più di due mesi fa», scrive BKW.

L'azienda elettrica invita le persone che dovessero trovare un animale selvatico sofferente, ferito o morto a informare le guardie forestali. Tuttavia, «allo stato attuale, per mancanza d'informazioni, non possiamo prendere posizione», ha aggiunto il gruppo.

Condanna da associazione ambientalista
Non si è invece fatta attendere la reazione di Paysage Libre Suisse (Freie Landschaft Schweiz in tedesco). In una nota, l'associazione ambientalista chiede «una moratoria immediata di dieci anni sui progetti di centrali eoliche che minacciano le specie di uccelli protetti e distruggono la biodiversità in Svizzera».

La sua sezione regionale di Berna, Giura e Neuchâtel, Paysage Libre BEJUNE, ha a sua volta deplorato l'accaduto: «È la prova che le misure prese dai promotori degli impianti eolici destinate a evitare le collisioni con uccelli nidificanti sono inefficaci, nonostante le belle promesse».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Mat78 3 mesi fa su tio
Eolic sucks
Dalu 3 mesi fa su tio
Mi piacerebbe leggere uno studio su quanti animali muoiono a causa del nostro inquinamento derivato dalla combustione dei combustibili fossili…
Tato50 3 mesi fa su tio
Antiestetiche e pure pericolose e se vanno come quelle sul Gottardo difficilmente un uccello si uccide, a meno che sia cieco. Son quasi ferme ;-(
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GINEVRA
2 min
Il negazionista finisce in cella
Tesi razziste sui social network: un membro del Front National Suisse condannato a tre mesi di carcere
SVIZZERA
1 ora
Altri milioni per proteggere il bestiame dal lupo
La Confederazione mette a disposizione fondi supplementari a sostegno dell'economia alpestre tradizionale
SVIZZERA
1 ora
L'imposta sulla benzina non si tocca (per ora)
Il Governo ritiene che al momento non sia necessario adottare provvedimenti. Ma la situazione è sotto osservazione
SVIZZERA
2 ore
Stati Uniti impressionati dalle sanzioni svizzere
La dedizione delle autorità svizzere nell’applicare le sanzioni contro fondi russi ha riscosso l'ammirazione americana.
SVIZZERA
3 ore
«La comunità politica Ue è un'opzione per la Svizzera»
Il presidente del Centro Gerhard Pfister invita il Consiglio federale a valutare la proposta di Emmanuel Macron
FRANCIA / SVIZZERA
12 ore
«Complice di crimini contro l'umanità». Socia di Holcim sotto accusa
Avrebbe versato diversi milioni nelle casse dello Stato Islamico e ad altre organizzazioni per un impianto di cemento
SVIZZERA
17 ore
Superata la soglia dei 50'000 profughi ucraini in Svizzera
Continua incessante l'esodo di persone in fuga dalla guerra. La SEM: «401 iscrizioni nelle ultime 24 ore».
SVIZZERA
21 ore
Black-out di guerra: ecco il piano
Interruzioni prolungate dell'elettricità avrebbero «conseguenze devastanti» sulla Svizzera. Il governo vuole prevenirle
SVIZZERA
22 ore
Acquisto F-35, Berna non perde tempo (e non aspetta il voto)
Il Consiglio federale, preoccupato del «deterioramento della situazione in materia di sicurezza», corre ai ripari.
FRIBURGO
1 gior
Certificati Covid: chi li regalava, chi li vendeva, chi se li teneva
Le persone interpellate lavoravano tutte al centro di depistaggio di Granges-Paccot.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile