Immobili
Veicoli
AFP
+2
VAUD
11.12.21 - 17:140

Manifestanti incatenati contro le Olimpiadi a Pechino

La protesta ha avuto luogo oggi a Losanna, davanti alla sede del Comitato olimpico internazionale

LOSANNA - Una decina di attivisti per il Tibet hanno manifestato oggi a Losanna contro l'organizzazione delle Olimpiadi invernali a Pechino.

Cinque persone si sono incatenate fra loro nell'ingresso della sede del Comitato Olimpico Internazionale (CIO), altre due hanno fatto altrettanto davanti all'edificio, agli anelli olimpici, fino all'intervento della polizia.

Membri della Tibetan Youth Association in Europe ("Associazione della Gioventù Tibetana in Europa"), in gran parte provenienti dalla regione di Zurigo, i dimostranti sventolavano bandiere tibetane. Hanno denunciato la politica cinese in Tibet e accusato il CIO di chiudere un occhio di fronte alla situazione.

La polizia è giunta rapidamente sul posto e ha cercato di negoziare con gli attivisti, che si sono rifiutati di partire. Con dei tronchesi gli agenti li hanno separati. Sei manifestanti sono stati portati alla stazione di polizia per l'identificazione, ha precisato Antoine Golay, portavoce delle forze dell'ordine di Losanna, all'agenzia di stampa Keystone-ATS.

L'organizzatore della manifestazione, non autorizzata, sarà denunciato. Anche altri potrebbero esserlo. Occorre prima chiarire il confronto avvenuto tra gli attivisti e il servizio di sicurezza del CIO, ha spiegato Golay.

In una nota, il CIO condanna l'azione, sostenendo di aver parlato a più riprese con manifestanti pacifici, ma di non voler discutere con attivisti che hanno usato violenza per entrare nell'edificio del CIO. Un addetto alla sicurezza è stato leggermente ferito quando gli attivisti hanno forzato l'ingresso.

AFP
Guarda tutte le 6 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 min
Dalla fine di maggio, più posti per gli ucraini
Per sette mesi saranno disponibili 250 alloggi in più nell'ex ospedale di Flawil
ARGOVIA
20 min
Stessa sorte per aggressore e aggredito
La sparatoria avvenuta il 30 ottobre 2020 dopo un tentato furto a un negozio d'armi di Wallbach è a un punto di svolta.
VALLESE
2 ore
Ha sbranato 28 animali: ordinato l'abbattimento di un lupo
L'animale si aggira nell'Alto Vallese, fra i comuni di Ergisch e Unterbäch.
ZURIGO
2 ore
Nessuna bomba all'aeroporto di Zurigo
Nel velivolo di Helvetic Airways non è stato trovato nulla di sospetto.
FOTO
URI
3 ore
"Ucrainizzato" il monumento a Aleksandr Suvorov
L'opera si trova nelle Gole della Schöllenen e dal 1899 ricorda l'alto ufficiale russo.
BERNA
6 ore
Schiacciato da una balla di fieno, muore un 29enne
L'uomo è deceduto in ospedale a causa delle gravi ferite riportate.
VALLESE
7 ore
La Rega vuole spiccare il volo anche in Vallese
Attualmente solo Air-Glaciers e Air Zermatt sono autorizzate a soccorrere con gli elicotteri.
SVIZZERA
9 ore
Eliminati 227 proiettili inesplosi
Resta alto il numero di segnalazioni. L'aumento sarebbe da ricondurre alla pandemia
SVIZZERA
11 ore
Il sì a Frontex? «È un segno di attaccamento all'Europa»
I giornali commentano i risultati usciti dalle urne ieri, soffermandosi sul (difficile) rapporto tra Svizzera e UE.
FOTO
SVIZZERA
12 ore
Fulmini, vento e grandine a Nord delle Alpi
I forti temporali si sono abbattuti in particolare nell'Oberland bernese e sulla Svizzera centrale.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile