keystone
BERNA
06.10.21 - 12:210

Claude D. deve restare nell'unità di sicurezza rafforzata

Per il Tribunale federale la misura restrittiva è legittima.

L'assassino della 19enne Marie aveva chiesto il suo trasferimento in un settore "normale" o a "lunga durata".

BERNA - Claude D., l'uomo che nel maggio 2013 uccise la 19enne Marie nei pressi di Payerne (VD), continuerà ad essere detenuto nell'unità di sicurezza rafforzata della prigione di Thorberg (BE). Lo ha deciso il Tribunale federale (TF) respingendo due ricorsi in materia.

Claude D. era stato trasferito dalla prigione di La Croisée (VD) a Thorberg a fine luglio 2019. A tal proposito, in una sentenza pubblicata due settimane fa lo stesso TF aveva respinto un ricorso di Claude D. contro lo spostamento.

La richiesta di trasferimento - A Thorberg, il suo soggiorno nel settore di sicurezza rafforzata ("Sicherheitsvollzug B") è stato prolungato più volte di sei mesi in sei mesi dall'Ufficio vodese dell'esecuzione delle pene (OEP). Nei suoi ricorsi contro queste proroghe, l'assassino ha chiesto il suo trasferimento in un settore "normale" o a "lunga durata", a Thorberg o in un altro carcere situato in Romandia. In due sentenze molto dettagliate pubblicate oggi, il TF respinge le argomentazioni di Claude D.

Non è "massima sicurezza" - La Corte di diritto penale fa notare che secondo la legge bernese il collocamento in una zona di sicurezza rinforzata - meno severa della zona di massima sicurezza ("Sicherheitsvollzug A") - deve essere rinnovato e motivato almeno ogni sei mesi. Visto che Claude D. soggiorna in una struttura situata nel canton Berna, l'OEP può applicare la legislazione bernese, precisa "Mon Repos".

Contrariamente a quanto sostenuto da Claude B., la sua detenzione in una struttura di sicurezza rafforzata non viola inoltre la Convenzione europea dei diritti dell'uomo (CEDU). Il codice penale fornisce una base giuridica sufficiente per l'isolamento, che è relativo in quanto il condannato incontra regolarmente altri detenuti. Dispone inoltre nella sua cella di un computer e un telefono.

I fatti - Claude D. il 13 maggio 2013 - quando si trovava agli arresti domiciliari dopo essere stato rilasciato di prigione - costrinse la giovane Marie, conosciuta a suo dire su internet, a salire sulla propria automobile e la portò in un bosco di Torny-Le-Grand (FR), vicino a Payerne (VD), dove la strangolò nottetempo. L'uomo venne arrestato il giorno seguente dopo un inseguimento da parte della polizia.

Nel settembre del 2018, il tribunale cantonale vodese ha condannato l'uomo all'ergastolo per assassinio, privazione della libertà, sequestro, coazione sessuale e altri reati. Inoltre è stata ordinata la detenzione ordinaria.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Friborgo
4 ore
Abusava della figlia sin dalla sua nascita, condannato a 15 anni
Le violenze sono andate avanti per sette anni. L'uomo aveva dichiarato al suo arresto che grazie a lui «sa masturbarsi»
SVIZZERA
6 ore
Il termine “Afghanistan” blocca il versamento Twint
Un termine “sbagliato” impedisce la transazione attraverso l'app elvetica per i pagamenti. Ecco il motivo
SVIZZERA
8 ore
Omicron è ufficialmente sbarcata in Svizzera
Le due persone contagiate, che sono legate tra loro, si trovano in isolamento.
SVIZZERA
9 ore
Gli scettici vogliono creare una «società parallela»
Sfiducia nei media, rabbia verso le autorità. E ora la delusione alle urne. Gli ideologi no Vax progettano la secessione
SVIZZERA
9 ore
«Misure che equivalgono a un divieto di vita notturna»
Le decisioni del Governo sono state giudicate adeguate alla gran parte dei partiti, non da alcune associazioni.
GIURA
9 ore
Il Canton Giura chiede l'aiuto dell'esercito
Obiettivo: aumentare le capacità in vista della somministrazione del booster. C'è infatti carenza di personale formato.
SVIZZERA
11 ore
Misure già rafforzate in diversi cantoni
Basilea (Città e Campagna), Soletta, Zugo e Svitto hanno reso obbligatorie le mascherine nei luoghi pubblici.
SVIZZERA
11 ore
Covid Pass anche per incontri privati con più di dieci persone
La proposta del Governo: Covid pass anche nel privato, mascherina al chiuso, e test rapidi validi solo 24 ore.
SVIZZERA/GERMANIA
12 ore
La Svizzera apre ai pazienti tedeschi
Il Baden-Württemberg potrebbe trasferire malati di Covid nel nostro paese. «Situazione drammatica»
SVIZZERA
13 ore
«Il medico non è obbligato a procurarsi il dossier di un paziente»
Il Tribunale federale ha confermato l'assoluzione di un praticante processato per la morte di una paziente
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile