keystone
VAUD
20.08.21 - 12:010

L'Arabia Saudita dovrà versare 300mila franchi all'ex dipendente ginevrino

La vicenda riguarda un ex dipendente, licenziato dopo 40 anni di servizio.

All'uomo, allora 73enne, era stata accordata una buonuscita di 10mila franchi, che non corrispondeva a quanto stabilito dal contratto di lavoro.

LOSANNA - L'Arabia Saudita dovrà pagare ad un ex segretario presso la sua missione permanente all'ONU a Ginevra 300mila franchi di liquidazione. Il Tribunale federale (TF) ha respinto un ricorso presentato dalle autorità del Regno, che contestavano l'esistenza di un contratto di lavoro.

La vicenda riguarda un ex dipendente, licenziato dalla missione permanente saudita alle Nazioni Unite nel 2017 dopo circa 40 anni di servizio. All'uomo, allora 73enne, era stata accordata una buonuscita di 10mila franchi.

Questo importo non corrispondeva alle disposizioni del contratto di lavoro, che è stato modificato da ultimo nel 2009. L'intesa stabiliva che la liquidazione dovesse essere pari a un mese di stipendio per ogni anno di servizio. Inoltre, se il dipendente avesse raggiunto l'età pensionabile, aveva diritto a due mesi di stipendio in più.

Le autorità del Regno sostenevano di non aver mai firmato un tale contratto. L'ex dipendente si è allora rivolto alla giustizia ginevrina, ma non è stato in grado di produrre il contratto del 2009 perché non ne aveva mai ricevuto una copia. Sulla base della testimonianza di altri dipendenti e confrontando altri contratti di lavoro, i giudici ginevrini hanno tuttavia concluso che la missione saudita aveva effettivamente firmato un documento di questo genere.

In una sentenza pubblicata oggi, il TF giunge alla stessa conclusione e respinge il ricorso presentato dall'Arabia Saudita. Quest'ultima sosteneva che una liquidazione di 300mila franchi era "esorbitante", dato l'"ottimo stipendio" di 7500 franchi percepito dal segretario.

Come la giustizia ginevrina, anche il TF sottolinea che l'ex dipendente non ha mai pagato i contributi per la previdenza professionale durante i suoi 40 anni di servizio.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Friborgo
5 ore
Abusava della figlia sin dalla sua nascita, condannato a 15 anni
Le violenze sono andate avanti per sette anni. L'uomo aveva dichiarato al suo arresto che grazie a lui «sa masturbarsi»
SVIZZERA
6 ore
Il termine “Afghanistan” blocca il versamento Twint
Un termine “sbagliato” impedisce la transazione attraverso l'app elvetica per i pagamenti. Ecco il motivo
SVIZZERA
9 ore
Omicron è ufficialmente sbarcata in Svizzera
Le due persone contagiate, che sono legate tra loro, si trovano in isolamento.
SVIZZERA
9 ore
Gli scettici vogliono creare una «società parallela»
Sfiducia nei media, rabbia verso le autorità. E ora la delusione alle urne. Gli ideologi no Vax progettano la secessione
SVIZZERA
9 ore
«Misure che equivalgono a un divieto di vita notturna»
Le decisioni del Governo sono state giudicate adeguate alla gran parte dei partiti, non da alcune associazioni.
GIURA
10 ore
Il Canton Giura chiede l'aiuto dell'esercito
Obiettivo: aumentare le capacità in vista della somministrazione del booster. C'è infatti carenza di personale formato.
SVIZZERA
11 ore
Misure già rafforzate in diversi cantoni
Basilea (Città e Campagna), Soletta, Zugo e Svitto hanno reso obbligatorie le mascherine nei luoghi pubblici.
SVIZZERA
12 ore
Covid Pass anche per incontri privati con più di dieci persone
La proposta del Governo: Covid pass anche nel privato, mascherina al chiuso, e test rapidi validi solo 24 ore.
SVIZZERA/GERMANIA
12 ore
La Svizzera apre ai pazienti tedeschi
Il Baden-Württemberg potrebbe trasferire malati di Covid nel nostro paese. «Situazione drammatica»
SVIZZERA
13 ore
«Il medico non è obbligato a procurarsi il dossier di un paziente»
Il Tribunale federale ha confermato l'assoluzione di un praticante processato per la morte di una paziente
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile