Immobili
Veicoli
Depositphotos (EmiliaU)
È stata aperta un'inchiesta penale per l'attacco ransomware a comparis.ch.
SVIZZERA
09.07.21 - 21:250

Attacco degli hacker a comparis.ch: aperta un'inchiesta penale

I malintenzionati sarebbero riusciti ad accedere ad alcuni dati rilevanti dei clienti della consociata Credaris

ZURIGO - Un'inchiesta penale è stata aperta dopo l'attacco hacker subito mercoledì mattina da comparis.ch, che ha bloccato vari sistemi informatici del portale svizzero di confronto prezzi.

La causa, come è ormai noto, è stato un attacco ransomware, ovvero una limitazione dell'accesso al sito risolvibile solo tramite il pagamento di un riscatto. La società ha comunicato di aver rifiutato di cedere al ricatto. «Nel frattempo il sito web comparis.ch è di nuovo disponibile e funziona normalmente» si legge nel comunicato stampa fatto giungere alle redazioni venerdì sera. «In base alle informazioni disponibili al momento, anche la maggior parte delle banche dati non sembra essere stata colpita».

I criminali, però, sarebbero riusciti ad accedere a determinati dati rilevanti sui clienti della consociata Credaris, i cui sistemi vengono gestiti in parte nello stesso ambiente server. «Il possibile furto di dati in un caso del genere e gli eventuali rischi connessi sono attualmente oggetto di ulteriori indagini. Credaris intende informare direttamente gli eventuali clienti interessati». 

Le due società si sono già rivolte alle autorità giudiziarie, sporgendo una denuncia contro ignoti, e collaborano a stretto contatto con specialisti in criminalità informatica. «Gli specialisti interni di Comparis continuano a lavorare con specialisti esterni di cybersicurezza per ripristinare completamente tutti i sottosistemi.  La reperibilità tramite e-mail e hotline clienti potrebbe quindi ancora essere limitata. Ci scusiamo per i disagi derivanti dall’attacco».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Omicron ha ribaltato la graduatoria fra i cantoni
Appenzello virtuoso, Ginevra un flop. I cantoni della Svizzera orientale ora sono i meno toccati dal coronavirus.
SVIZZERA
2 ore
«Relazioni stabili con l'Ue, ma nessun accordo quadro 2.0»
L'intervento del presidente Ignazio Cassis al raduno dell'UDC zurighese all'Albisgüetli.
BERNA
7 ore
Un "virus" che dalla Svizzera si è diffuso in Cina
Fino al 1. maggio al Museo Alpino Svizzero di Berna saranno esposte fotografie in netto contrasto fra loro.
GRIGIONI
8 ore
Il WEF avrà luogo a fine maggio
Gli organizzatori hanno confermato che l'evento, procrastinato a causa di Omicron, si terrà nella località grigionese.
SVIZZERA
10 ore
Campagna vaccinale: nuove raccomandazioni
Le autorità sanitarie hanno aggiornato le raccomandazioni nell'ambito della campagna vaccinale.
SVIZZERA
10 ore
Omicron non cede: i nuovi casi sono 37'992
Sono 138 le persone ospedalizzate nelle ultime 24 ore. Il bollettino dell'Ufsp.
SAN GALLO
10 ore
Rubano un'auto, provocano un incidente e fuggono
Due dei tre presunti protagonisti dello scontro di Oberuzwil sono già stati arrestati dalla polizia.
SVIZZERA
12 ore
I Paesi dell'Africa australe fuori dalla lista nera
La SEM toglierà il blocco d'ingresso che era in vigore dal mese di novembre per contrastare la diffusione di Omicron.
GRIGIONI
13 ore
Ucciso un lupo, si avvicinava troppo all'uomo
Per le autorità grigionesi era "un pericolo potenziale per l'essere umano"
ZURIGO
15 ore
Una nuova variante può riportarci al punto di partenza?
Per l'epidemiologo Jürg Utzinger sono corrette le manovre del Consiglio federale decise da qui a marzo.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile