Immobili
Veicoli
Keystone
I giudici di Mon Repos hanno confermato la decisione della giustizia bernese.
SVIZZERA
23.06.21 - 12:490

L'uomo che commissionò l'assassinio della sua compagna resta in carcere

Il Tribunale federale ha respinto il suo ricorso per ottenere la libertà condizionale: «Il rischio di recidiva è alto».

Nel 2008 a Köniz l'allora 24enne aveva fatto uccidere una donna slovacca di 31 anni con la quale intratteneva una relazione e dalla quale aspettava un figlio.

LOSANNA - L'uomo che ha fatto assassinare la sua compagna nel 2008 a Köniz (BE) non beneficerà della liberazione condizionale. Il Tribunale federale (TF) ha infatti respinto un suo ricorso e conferma la decisione della giustizia bernese.

La sezione dell'esecuzione delle pene del Canton Berna nell'agosto 2020 aveva decretato che le condizioni per una liberazione non erano soddisfatte. Una domanda in tal senso era stata inoltrata dall'uomo poiché aveva già scontato i due terzi della pena a 18,5 anni di carcere.

In una sentenza pubblicata oggi, il TF si allinea alla decisione della giustizia bernese. Fra le altre cose è emerso che il condannato ha intrattenuto e dissimulato una relazione intima con la sua terapeuta, un fatto ritenuto indizio di personalità manipolatrice.

Tutto questo, suggerisce che le motivazioni a seguire un trattamento fossero superficiali e che aspetti importanti della personalità dell'interessato non erano in precedenza affiorati. Considerando questi fatti, si teme una recidiva sul lungo termine.

L'uomo nel 2010, all'età di 26 anni, è stato condannato per aver commissionato l'assassinio della compagna, una slovacca di 31 anni incinta di tre mesi. L'autore del crimine, un 22enne che ha pugnalato la vittima su un parcheggio di Köniz, è stato condannato a 14 anni di carcere.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
I dati di migliaia di clienti Swiss Pass liberamente accessibili
A inizio gennaio è stata scoperta una falla di sicurezza nella piattaforma per la vendita dei biglietti
ZURIGO
2 ore
Da certificato Covid a documento per controllarti?
Alain Berset attende con ansia la fine del suo utilizzo, che potrebbe arrivare per marzo.
SVIZZERA
3 ore
In Svizzera la vaccinazione dei bambini stenta a decollare
La quota nazionale è del 5,2%. L'adesione più alta si registra a Basilea Campagna e Basilea Città
SVIZZERA
3 ore
L'esercito distribuisce mascherine scadenti?
Giacciono da mesi nei magazzini militari. E vengono vendute ai Cantoni a prezzo simbolico. È polemica
SVIZZERA
4 ore
Prova sirene alle porte, ecco quando non dovrete spaventarvi
Il test, essenziale per verificare il loro corretto funzionamento in caso di emergenza, avrà luogo mercoledì 2 febbraio.
SVIZZERA
6 ore
Aiuto ai media: si profila un classico Röstigraben
In Romandia le misure di sostegno statale sono viste meglio rispetto alla Svizzera tedesca
SVIZZERA / RUSSIA
15 ore
Il conflitto russo-ucraino, un rischio anche per la Svizzera
L'Europa (e anche il nostro paese) potrebbero restare senza il gas proveniente dalla Russia. Ecco gli scenari
SVIZZERA
16 ore
Liberi tutti già il mese prossimo?
Associazioni di categoria e alcuni politici chiederanno la revoca delle restrizioni in vigore già il prossimo mese.
SVIZZERA
1 gior
Boom di suicidi giovanili: «Abbiamo uno stato di emergenza»
Più 50%, rispetto al 2020, alla Clinica universitaria di psichiatria infantile e adolescenziale di Berna.
SVIZZERA
1 gior
Pierin Vincenz alla sbarra
Si aprirà martedì il processo all'ex Ceo di Raiffeisen
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile