keystone
SAN GALLO 
20.05.21 - 14:470

Coppa Svizzera: anche San Gallo rinuncia alla festa

Le restrizioni legate alla pandemia non permetteranno bagordi.

La decisione, indica una nota odierna, è stata presa al termine di un consulto fra le autorità comunali, la polizia cittadina e il club

SAN GALLO  - Non si sa ancora chi alzerà il trofeo lunedì, ma quello che è certo è che non ci saranno festeggiamenti ufficiali per la squadra vincitrice della Coppa Svizzera di calcio.

Dopo Lucerna, oggi anche la città di San Gallo, l'altra contendente, ha comunicato che le restrizioni legate alla pandemia non permetteranno bagordi.

La decisione, indica una nota odierna, è stata presa al termine di un consulto fra le autorità comunali, la polizia cittadina e il club. Le attuali regole in vigore per contenere la diffusione del coronavirus non consentono infatti alcun festeggiamento pubblico nell'eventualità che il San Gallo vinca la partita.

Per eventi o riunioni, viene ancora applicato il limite massimo di 15 partecipanti. Inoltre, i locali interni di bar e ristoranti continuano a essere chiusi, mentre le aree esterne possono rimanere aperte non oltre le 23.00. Impossibile quindi pensare a una notte intera di baldoria.

La finale di Coppa Svizzera è in programma per il pomeriggio del lunedì di Pentecoste allo stadio Wankdorf di Berna. Il Lucerna, vincitore due volte nella propria storia, non si impone più dal 1992 e ha perso le ultime quattro finali disputate, mentre il San Gallo è al suo quinto atto conclusivo ma si è intascato il trofeo solo nel lontano 1969.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
«La Confederazione paghi i test»
Lo chiedono gli studenti universitari, in una lettera diffusa oggi
SVIZZERA
2 ore
Il detenuto Carlos è quasi un brand
Sul web si vendono magliette dedicate a lui. Giocattoli e altri gadget. L'iniziativa di un collettivo di artisti
SVIZZERA
2 ore
Infezioni e ricoveri: «La situazione si sta calmando»
Si è tenuta oggi la conferenza stampa degli esperti della Confederazione sull'evoluzione epidemiologica in Svizzera.
BERNA
3 ore
1'235 nuovi positivi e quattro vittime
Continua a calare la pressione sugli ospedali e anche nelle unità di terapia intensiva.
SVIZZERA
5 ore
Reddito di base, ci riprovano
Dopo la bocciatura del 2016, un comitato referendario torna alla carica proponendo tasse più alte su finanza e hi-tech
SVIZZERA
7 ore
Turismo degli acquisti presto più caro?
Chi si reca oltre confine dovrebbe pagare l'IVA a partire dai 50 franchi di acquisti al posto degli attuali 300.
SVIZZERA
8 ore
Su questo treno si sale solo con certificato Covid
Sul treno panoramico Glacier Express si viaggia solo se in possesso di un Covid-pass. Ma si può stare senza mascherina.
SVIZZERA
11 ore
Cosa fare quando vedi una scena simile?
Apriamo gli occhi sulla violenza all'interno di una coppia. Partecipa al sondaggio.
LUCERNA
17 ore
Le sottrasse diversi milioni, condannata una guaritrice
Una 66enne di Glarona è stata ritenuta colpevole di una lunga serie di reati, tra cui l'appropriazione indebita.
SVIZZERA
18 ore
La percentuale dei non vaccinati in cure intense? Molto alta
Tra il 19 luglio e il 15 agosto erano l'89% del totale. C'è preoccupazione per i tanti giovani malati
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile