keystone
LOSANNA / ZURIGO
30.04.21 - 14:260

Pedofilo 74enne. «Dovrà restare in carcere»

Negata la libertà dopo 27 anni di carcere. Per il Tribunale amministrativo potrebbe essere recidivo

LOSANNA / ZURIGO - Il Tribunale amministrativo di Zurigo ha negato a giusta ragione la liberazione condizionale ad un pedofilo di 74 anni, anche se l'uomo si trova in carcere da 27 anni. Il Tribunale federale ha sentenziato che nonostante l'età del condannato, il potenziale di recidiva rimane troppo alto.

Nel 2003, l'uomo è stato condannato in via definitiva a quattro anni e quattro mesi di prigione per atti sessuali con fanciulli e per ripetuta coazione sessuale. Nel 2005 la pena è stata sospesa in favore della misura dell'internamento, ricorda il Tribunale federale (TF) in una nota.

I fatti per cui è stato condannato risalgono agli Anni '90 e comprendono rapporti sessuali con ragazzi in età prepuberale, compresi due figliastri. Un primo ricorso del detenuto contro il rifiuto di accordargli la liberazione condizionale era già stato respinto del Tribunale federale nel 2016.

Nella sentenza pubblicata oggi, i giudici di Losanna sottolineano come non sia stato ancora possibile, in base alle perizie, fare passare all'interessato il messaggio di evitare qualsiasi contatto con fanciulli in età prepuberale. Visto che rifiuta una terapia orientata ai reati commessi, non c'è motivo di attendersi un cambiamento di comportamento.

Secondo il perito giudiziario - scrive il TF - per poter rilasciare l'uomo in libertà sarebbe necessaria una sorveglianza stretta e minuziosa. Un simile approccio risulterebbe tuttavia insostenibile a ancor meno giustificato. Considerato l'alto rischio di recidiva, il criterio dell'età non può quindi giustificare una liberazione condizionale.

Nella sua sentenza, il Tribunale federale ha dato ragione al 74enne in un solo punto, riconoscendo una violazione del principio di celerità legato alla durata della procedura.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SONDAGGIO
ZURIGO
22 sec
I furbetti dei rimborsi spese abbondano in Svizzera
Circa un terzo dei lavoratori ha fatto pagare un pasto privato alla propria ditta.
SVIZZERA
31 min
Il trasporto pubblico non aumenta i prezzi
L'obiettivo: riconquistare gli utenti persi durante i mesi della pandemia
SVIZZERA
43 min
Carlos legato al letto, tre psichiatri alla sbarra
Il detenuto ha portato davanti al giudice i medici per un trattamento subito quando aveva 15 anni
SVIZZERA
2 ore
«I vaccinati rompano il silenzio»
Più voci ritengono che la minoranza non possa più dettare il ritmo della crisi sanitaria
BERNA 
2 ore
Più caro, ma ci dura oltre 4 anni
Stiamo parlando dello smartphone. L'iPhone rimane l'apparecchio più impiegato, davanti a quelli di Samsung.
SVIZZERA
4 ore
Obbligo di Certificato Covid al lavoro? Per ora in Svizzera è un unanime «anche no»
Datori, dipendenti, politica ed esperti elvetici non entusiasti per una misura che in Europa inizia a far parlare
ZURIGO
4 ore
Non sei vaccinato? Il tuo bonus sarà più basso
Una società di sicurezza ha deciso di concedere premi maggiori a chi si è immunizzato.
SONDAGGIO TAMEDIA
6 ore
Dalla pandemia alla giustizia: come voterai il prossimo 28 novembre?
Mancano poche settimane alle votazioni federali. Partecipa al sondaggio di 20 minuti e Tamedia
ZURIGO
16 ore
«Non siamo degli “sboroni dell'auto” senza rispetto»
Nel weekend la polizia zurighese aveva interrotto un raduno di bolidi. Ora prende la parola una co-organizzatrice
FOTO
SVIZZERA / GERMANIA
21 ore
Auto strapiena di marijuana
I doganieri tedeschi hanno intercettato una vettura elvetica su cui erano presenti 53 chili di sostanza stupefacente
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile