Keystone
SAN GALLO
04.04.21 - 16:000
Aggiornamento : 22:00

«Non lasciate che i vostri figli vadano a San Gallo»

Dopo i disordini di venerdì e i nuovi appelli alla violenza, la polizia sta all'erta

Sono previsti controlli in tutto il centro città. Chi era già stato allontanato in occasione dei primi scontri, sarà denunciato se sarà nuovamente individuato

SAN GALLO - In vista dei nuovi appelli alla violenza lanciati sui social media, la polizia della città di San Gallo ha annunciato oggi controlli estesi sulle persone. Gli agenti vogliono così respingere eventuali esagitati e chi intende seguire i possibili disordini come spettatore.

I controlli sono previsti in tutto il centro città, si legge in un comunicato odierno. Coloro che sono già stati allontanati da San Gallo venerdì sera, in occasione dei primi episodi di violenza, devono aspettarsi una denuncia se verranno individuati di nuovo.

Stando alle forze dell'ordine, sui social ci sono stati incitamenti alla rivolta in vista di questa sera. La polizia sottolinea che non tollererà atti violenti né danni alle proprietà. Le autorità si sono rivolte alla popolazione invitandola a non dare seguito a tali appelli, nemmeno in qualità di spettatori.

Governo cittadino e polizia hanno in particolare pregato i genitori di sorvegliare i propri figli e non lasciarli andare a San Gallo. Ci sono modi pacifici per attirare l'attenzione sulle preoccupazioni dei giovani, hanno fatto notare.

Venerdì, verso le 21, un gruppo di ragazzi ha attaccato gli agenti nel centro città, scagliando verso di loro oggetti e bombe Molotov. I poliziotti hanno risposto sparando proiettili di gomma e usando spray al peperoncino. Il bilancio è di un arrestato, un paio di feriti e alcune denunce per danneggiamenti. Una settimana fa c'erano già stati tafferugli dopo una festa illegale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
8 min
Le cure intense zurighesi sono piene
All'ospedale universitario è stato raggiunto un tasso di occupazione del 98%
SVIZZERA
51 min
Si apre il mese con oltre 10mila casi e 22 decessi
Tensione a livello ospedaliero: i pazienti Covid occupano ora il 27% dei letti di cure intense.
BASILEA CITTÀ
2 ore
Studente contagiato da Omicron, 100 persone in quarantena
Uno dei primi due casi di Omicron accertati in Svizzera è stato rilevato a Basilea, al ginnasio Kirschgarten.
ZUGO
3 ore
Distrugge uno spartitraffico e scappa
I danni dell'incidente avvenuto ieri sera allo svincolo autostradale di Rotkreuz ammontano a diverse migliaia di franchi
SVIZZERA
4 ore
Inflazione in aumento, anche in Svizzera
A novembre nel nostro paese è salita all'1,5%
SVIZZERA
4 ore
Omicron in Svizzera, ecco il terzo caso
La persona contagiata si trova in isolamento. I primi due casi erano stati confermati ieri sera
SVIZZERA
5 ore
Affitti, il tasso di riferimento resta all'1,25%
È il livello più basso di sempre, in vigore dal marzo del 2020
Friborgo
14 ore
Abusava della figlia sin dalla sua nascita, condannato a 15 anni
Le violenze sono andate avanti per sette anni. L'uomo aveva dichiarato al suo arresto che grazie a lui «sa masturbarsi»
SVIZZERA
16 ore
Il termine “Afghanistan” blocca il versamento Twint
Un termine “sbagliato” impedisce la transazione attraverso l'app elvetica per i pagamenti. Ecco il motivo
SVIZZERA
18 ore
Omicron è ufficialmente sbarcata in Svizzera
Le due persone contagiate, che sono legate tra loro, si trovano in isolamento.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile