keystone
ZURIGO 
02.03.21 - 11:540

Multa milionaria per il collezionista d'arte Schwarzenbach

Il miliardario è accusato di aver importato in Svizzera 83 opere senza sdoganamento.

Ha evaso tasse per circa 11 milioni.

ZURIGO  - Il collezionista d'arte e albergatore Urs Schwarzenbach è stato condannato dal Tribunale distrettuale di Zurigo a pagare una multa di 6 milioni di franchi. Il miliardario è accusato di aver importato in Svizzera 83 opere senza sdoganamento, così da evitare tasse per un totale di 11 milioni.

Il tribunale ritiene provato che Schwarzenbach abbia portato nella Confederazione le opere d'arte tra il 2008 e il 2013 con la cosiddetta procedura di riporto. L'obiezione dell'imputato secondo cui le accuse erano già cadute in prescrizione non è stata considerata valida, viene indicato nella sentenza pubblicata oggi. Il miliardario può ancora inoltrare ricorso.

Schwarzenbach ha usato la procedura di riporto, che non prevede tasse sulle merci, "consapevolmente e intenzionalmente" per evitare le imposte sulle importazioni. Per farlo ha collaborato con una galleria di Zurigo, in possesso del necessario permesso per ricorrere a tale procedura.

All'udienza di fine gennaio, l'Amministrazione federale delle dogane (AFD) aveva sostenuto che la galleria non ha mai potuto disporre delle opere, come invece richiede la legge quando si utilizza il sistema sfruttato da Schwarzenbach. Anche l'allora responsabile dello spazio espositivo è stato quindi dichiarato colpevole dal tribunale.

Stando al verdetto, quest'ultimo ha avuto un'influenza decisiva sull'introduzione delle opere nella procedura di riporto ed era a conoscenza dell'illegalità di tale metodo. All'uomo è stata pertanto appioppata una multa di un milione di franchi.

Non si tratta della prima sconfitta subita di fronte alla giustizia da Schwarzenbach negli ultimi mesi. A metà dicembre, il collezionista ha perso il ricorso al Tribunale federale (TF) sul versamento alla Direzione delle dogane di 11 milioni di IVA e altri 2,5 milioni di interessi per opere dichiarate in modo irregolare. In gennaio, gli stessi giudici losannesi hanno poi confermato la validità delle ingiunzioni di pagamento con cui il fisco del canton Zurigo sta cercando di riscuotere imposte arretrate per 162 milioni di franchi.
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
7 ore
Ombudsman SRG SSR sommerso dalle lamentele
Nel 2020 ne ha ricevute oltre mille. Una cifra record da ricondurre alle segnalazioni legate al tema Covid
BERNA 
9 ore
Numerosi Cantoni vaccinano dai 65 anni
Ci sono anche i più virtuosi, ma pure chi ha poche richieste e chi va a rilento.
SVIZZERA
9 ore
«Viaggio in treno e con l'auto elettrica»
La pandemia è ancora sotto la luce dei riflettori. Ma la crisi climatica non è finita, ricorda Simonetta Sommaruga
VALLESE
9 ore
Ubriaco, costringe il treno a fermarsi e sale
L'uomo lavora per il produttore di vaccini Moderna.
SVIZZERA
13 ore
Vaccinare i giovani? «La priorità restano le persone a rischio»
Lo ha detto la responsabile Sezione malattie infettive dell'UFSP sollecitata in conferenza stampa
SVIZZERA
13 ore
Oltre 200mila vaccinazioni in una settimana
È la prima volta che si supera questa soglia da quando sono iniziate le somministrazioni.
SVIZZERA
13 ore
Altri 2 241 contagi in Svizzera, 10 morti
Altre 82 persone sono state ricoverate in ospedale. Il bollettino dell'UFSP
SVIZZERA
14 ore
Col covid gli adolescenti hanno riscoperto la TV
Per il 61% di loro la "vecchia" televisione è stata fra le principali fonti d'informazione.
FOTO
SVIZZERA
14 ore
Due monete svizzere nel Guinness dei primati
La Zecca federale Swissmint ha portato a casa due record mondiali per la numismatica.
ZURIGO
15 ore
Non tutti i medici di famiglia vogliono vaccinare, si rischiano ritardi
Pesa, da una parte, la retribuzione forfettaria garantita a ogni dose somministrata.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile