Facebook
SAN GALLO
26.02.21 - 11:030

Bimba morta in valigia: carcere per la madre non per il padre

Non è stato possibile accertare le cause del decesso e nemmeno l'ora.

Per questo, in appello, la sentenza è stata praticamente ribaltata.

SAN GALLO - Nel complesso caso che circondava la morte di Jasmina, il tribunale doveva stabilire tra le altre cose se i genitori fossero colpevoli di omicidio colposo. Il caso era difficile da valutare in quanto l'autopsia non era stata in grado di determinare la causa esatta della morte e nemmeno l'ora esatta in cui era avvenuta.

Il Ministero pubblico aveva chiesto una pena detentiva di 10,5 anni per la madre e 8 anni per il padre. I genitori accusati, tuttavia, avevano chiesto l'assoluzione. Una settimana fa il tribunale si è riunito per circa undici ore e venerdì il verdetto è stato comunicato ai genitori.

Sentenza ribaltata - Il tribunale cantonale ha così ribaltato la decisione del tribunale di Rorschach. A quel tempo, i genitori furono condannati alla reclusione: la madre (37 anni) a sei anni, il padre (57 anni) a cinque anni. La sentenza d'appello è giunta alla conclusione che la posizione sostenuta dal grado inferiore di giudizio (secondo cui Jasmina era stata lasciata sola nella calda stanza dei bambini per circa due ore il 3 luglio, e per questo era morta a causa del calore), non è sostenibile. «Il medico legale non ha potuto determinare le cause della morte e l'ora del decesso», è spiegato nella sentenza. Anche il rapporto della polizia cantonale descrive l'ora della morte come errata. «Non si può dire di cosa sia morta la bambina», ha spiegato il giudice. Pertanto, i genitori sono stati assolti dall'accusa di omicidio colposo.

Altri capi d'accusa - Tuttavia, la violazione del dovere di cura e educazione, nonché il reato multiplo contro la legge sugli stupefacenti sono stati dimostrati. Jasmina non ha mai visto un pediatra, i suoi genitori consumavano cocaina in grandi quantità e la madre anche durante la gravidanza e l'allattamento.

La donna è stata anche giudicata colpevole di turbativa della quiete dei morti. Dopo aver trovato il corpo della figlia, aveva messo il suo corpicino n una valigia e l'aveva portato in cantina. Il cadavere è stato trovato lì, nell'agosto del 2015, dalla polizia cantonale.

Per questo, la madre è stata condannata a 30 mesi di reclusione, di cui 12 da scontare. Il padre è stato condannato a 21 mesi di reclusione sospesi per tre anni. Le spese procedurali a loro carico ammontano ad oltre 100.000 franchi.

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
Misure anti-Covid, i Cantoni si fanno sentire
Tra i contrari anche il Ticino, che boccia anche l'idea dei test nelle scuole.
SVIZZERA
5 ore
Tre morti in A3: condannato per omicidio intenzionale
Una manovra folle è costata cara a un 47enne alla guida di una Porsche. Ma ancora di più alle sue vittime
SVIZZERA
7 ore
Così Netflix spenna gli svizzeri
Lo streaming costa anche il 30 per cento in più rispetto ai paesi limitrofi. Ma c'è un modo per pagare meno
ZURIGO
8 ore
Le cure intense zurighesi sono piene
All'ospedale universitario è stato raggiunto un tasso di occupazione del 98%
SVIZZERA
9 ore
Si apre il mese con oltre 10mila casi e 22 decessi
Tensione a livello ospedaliero: i pazienti Covid occupano ora il 27% dei letti di cure intense.
BASILEA CITTÀ
10 ore
Studente contagiato da Omicron, 100 persone in quarantena
Uno dei primi due casi di Omicron accertati in Svizzera è stato rilevato a Basilea, al ginnasio Kirschgarten.
ZUGO
11 ore
Distrugge uno spartitraffico e scappa
I danni dell'incidente avvenuto ieri sera allo svincolo autostradale di Rotkreuz ammontano a diverse migliaia di franchi
SVIZZERA
12 ore
Inflazione in aumento, anche in Svizzera
A novembre nel nostro paese è salita all'1,5%
SVIZZERA
13 ore
Omicron in Svizzera, ecco il terzo caso
La persona contagiata si trova in isolamento. I primi due casi erano stati confermati ieri sera
SVIZZERA
14 ore
Affitti, il tasso di riferimento resta all'1,25%
È il livello più basso di sempre, in vigore dal marzo del 2020
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile